Ciullo verso Barletta-Fasano
Ciullo verso Barletta-Fasano
Calcio

Verso Angri-Barletta, Ciullo: «Ultima spiaggia, serve orgoglio»

Le parole del tecnico alla vigilia della sfida in Campania

Ultimo giro ultima corsa, vincere e sperare per raggiungere i play-out. È una vigilia particolare quella che sta accompagnando il Barletta alla gara di Angri, domani i biancorossi dovranno vincere e sperare in un ko del Gallipoli a Martina (più altre combinazioni meno probabili) per garantirsi un posto negli spareggi salvezza. Un'operazione difficile per una squadra che ha mancato tutte le possibilità di risalita avute fin qui, ma che dovrà per forza di cose onorare questa sfida.

SITUAZONE DIFFICILE, MA SERVE TENERE LA FIAMMELLA ACCESA

Il ko interno con il Fasano ha messo il Barletta davanti ad un punto di non ritorno, l'inizio settimana come ha ammesso Ciullo è stato "difficilissimo, ci abbiamo messo un po' per smaltire la delusione ma da mercoledì-giovedì ci siamo rimessi in carreggiata". L'obiettivo è ora quello di vincere per "tenere la fiammella accesa, ci rimane solo questo: dobbiamo tirar fuori anche un po' di orgoglio a livello personale per affrontare l'ultima spiaggia e poter dire ancora la nostra".

JUNIORES AD ANGRI? NULLA DI VERO

Sulla ventilata ipotesi che il Barletta potesse scendere in campo con la Juniores il tecnico è stato chiaro. "No, non è vero. Ci sono dei ragazzi che si allenano con noi e qualcuno di loro potrà tornarci utile per domani".

RETROCEDERE SAREBBE MACCHIA INDELEBILE

La consapevolezza di essere davanti ad un risultato sportivamente clamoroso non in positivo è ben chiara per il mister e la squadra. "Stiamo facendo la conta di chi sarà a disposizione, siamo consapevoli che retrocedere a Barletta sarebbe una macchia indelebile per tutti noi e magari pensando a questo potrebbe scattare una scintilla. Io sono venuto qui con l'obiettivo di portare questa squadra alla salvezza conscio delle difficoltà, ma non pensavo di arrivare a questo punto".

INFORTUNI GRANDE RAMMARICO

Tra le problematiche affrontate anche quella degli infortuni. "Sin dall'inizio mi sono mancati giocatori fondamentali come Eyango, poi nel momento chiave ho perso Lobosco, Lacassia e ho avuto calciatori a mezzo servizio come lo stesso Cafagna o Camilleri. Questa è una squadra giovane e se viene meno la personalità ne risente. Non cerco alibi ma sono dati di fatto".

MOTIVI PER CREDERCI? DOBBIAMO PROVARCI

La tifoseria è spaccata tra chi è già rassegnato e chi invece è alle prese con conti e combinazioni sperando ancora nei play-off. Di motivi per crederci Ciullo non ne elenca, ma allo stesso tempo garantisce "ci proveremo, daremo tutto".
  • Asd Barletta 1922
Altri contenuti a tema
4 Barletta 1922, si presentano Daniele De Vezze e Bartolo Lorusso Barletta 1922, si presentano Daniele De Vezze e Bartolo Lorusso Direttore generale e club manager chiedono di voltare pagina
Il Barletta 1922 riparte da Pasquale De Candia e Bartolo Lorusso Il Barletta 1922 riparte da Pasquale De Candia e Bartolo Lorusso Domani l'ufficialità di tecnico e ds
SSD Barletta 1922 o Barletta Calcio Sport? Questo è un problema… SSD Barletta 1922 o Barletta Calcio Sport? Questo è un problema… Romano (e Dimiccoli) incassano il no di Daleno. Dibenedetto prova a riesumare un glorioso passato. In m
Barletta 1922, tra ombre e divisioni Barletta 1922, tra ombre e divisioni La svolta societaria è arrivata (forse), ma le macerie da raccogliere sono tantissime
4 Michele Dibenedetto: «Riparto con il progetto Audace, fatto il possibile per prendere il Barletta» Michele Dibenedetto: «Riparto con il progetto Audace, fatto il possibile per prendere il Barletta» L'imprenditore barlettano in conferenza stampa
1 Barletta 1922, inizia l'era Romano: «Giudicatemi per ciò che farò» Barletta 1922, inizia l'era Romano: «Giudicatemi per ciò che farò» Prima conferenza stampa del nuovo presidente biancorosso
Cessione Barletta 1922, fatta con Marco Arturo Romano Cessione Barletta 1922, fatta con Marco Arturo Romano Alle 10 domani conferenza stampa
1 Torna a parlare Mario Dimiccoli: «Commessi errori in buona fede» Torna a parlare Mario Dimiccoli: «Commessi errori in buona fede» Annunciata domanda di ripescaggio, nessun accenno alla trattativa con Romano
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.