Pino via Vittorio Veneto
Pino via Vittorio Veneto
La città

Via Vittorio Veneto, la Soprintendenza: «Nessun vincolo per il pino secolare di Barletta»

Rigettata la richiesta della Consulta barlettana, si attende la pronuncia del giudice

L'area che ospita il pino secolare di via Vittorio Veneto "non è interessata da vincoli di tutela monumentale né da vincoli paesaggistici". Lo rende noto la Soprintendenza per i Beni culturali dopo la richiesta di riconoscimento del vincolo promossa dal Comune di Barletta e dalla Consulta per la salvaguardia dell'ambiente, del territorio e dei beni culturali, ambientali e architettonici rappresentata dall'avvocato Massimiliano Vaccariello.

Un tentativo utile a fornire più elementi al giudice Luigi Mancini che il prossimo 5 marzo si esprimerà sull'abbattimento.

"Tale soggetto vegetale - spiega la Soprintendenza, in riferimento al pino - non presenta quei requisiti di particolare valore paesaggistico, naturalistico, monumentale storico e culturale richiesti dalla previsione normativa di cui all'art. 136, c.l. lett. a) del Codice di settore".
Pino via Vittorio Veneto, la nota della Soprintendenza
Per la difesa dell'albero, in queste settimane, si è battuta anche la sezione cittadina di Legambiente che lo scorso 5 gennaio ha commissionato una perizia per la valutazione delle condizioni di staticità del pino: "Non è in condizioni di imminente schianto - quanto riportato dal dott. Rabottini - se ben gestita visto il suo grande valore paesaggistico e di monumentalità".
Interviene a stretto giro anche Massimiliano Vaccariello, nella speranza che la tutela monumentale riconosciuta all'albero possa presto divenire definitiva. «Ritengo sia doverosa qualche precisazione - dice Vaccariello - Innanzitutto, l'art. 136, comma 1, lett. a) del D.Lgs. 42/2004 citato dalla Soprintendenza afferma che tra le cose soggette alle disposizioni sulla tutela e valorizzazione dei beni culturali e del paesaggio ci sono gli alberi monumentali. A tal proposito, pur ritenendo Soprintendenza competente per il riconoscimento del vincolo paesaggistico in genere, la stessa non lo è in relazione al procedimento per l'attribuzione della "monumentalità" dell'albero in questione.

Per tale procedura, infatti, è competente la Regione Puglia e per la precisione il Servizio Risorse Forestali del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo rurale ed Ambientale, Sezione Gestione Sostenibile e Tutela delle Risorse Forestali e Naturali; ufficio che, su sollecitazione dell'associazione Legambiente Barletta, è stato investito della richiesta di monumentalità da parte del Comune di Barletta.

Il procedimento per il riconoscimento della "monumentalità" ha tempi tecnici non brevissimi, tuttavia all'albero in questione, sin dalla presentazione dell'istanza di monumentalità, viene già riconosciuta una tutela provvisoria. Pertanto, ritengo che la Soprintendenza si sia espressa nei termini di cui alla sua nota solo per la circostanza che ad oggi non vi è ancora il riconoscimento della monumentalità da parte del competente ufficio regionale che, però, mi auguro giunga ad un riscontro positivo alla relativa istanza, alla luce dei requisiti prescritti dalla legge (10/2013), in particolar modo quelli della maestosità e della longevità che indubbiamente il pinus pinea in questione possiede».
  • Verde pubblico
Altri contenuti a tema
Pino di via Vittorio Veneto, Legambiente: «La partita è ancora aperta» Pino di via Vittorio Veneto, Legambiente: «La partita è ancora aperta» La sezione barlettana dell'associazione: «Nonostante il pino non sia ancora salvo, nulla é perduto»
3 Via Tatò, Cannito: «Ci saranno la scuola e un’area verde e le realizzerà il Comune» Via Tatò, Cannito: «Ci saranno la scuola e un’area verde e le realizzerà il Comune» L'intervento del primo cittadino dopo la revoca della concessione dell'area verde
3 La Nuova Aurora replica su via Tatò: «Non subiremo passivamente questa immotivata revoca» La Nuova Aurora replica su via Tatò: «Non subiremo passivamente questa immotivata revoca» La società interviene dopo la revoca della convenzione di adozione dell'area verde
3 Via Tatò, si sapeva dal 2009 che lì sarebbe nata una scuola Via Tatò, si sapeva dal 2009 che lì sarebbe nata una scuola Dopo aver concesso l'area verde in adozione il Comune l'ha revocata
13 No verde pubblico, su via Michele Tatò il Comune ci ripensa in due giorni No verde pubblico, su via Michele Tatò il Comune ci ripensa in due giorni Revocata l’adozione aggiudicando la gara per il cantiere di una scuola materna, ma il quartiere si ribella
1 Verde pubblico, il Comune regola i conti a fine 2020 Verde pubblico, il Comune regola i conti a fine 2020 Quasi 33mila euro per interventi sulle aree verdi cittadine
5 Arriva la tutela monumentale per il pino di Barletta: «È stato riscritto il finale» Arriva la tutela monumentale per il pino di Barletta: «È stato riscritto il finale» Legambiente: «Non è ancora certezza matematica, ma crediamo fortemente nel lieto fine»
1 Pino via Vittorio Veneto, la perizia: «Non è in condizioni di imminente schianto» Pino via Vittorio Veneto, la perizia: «Non è in condizioni di imminente schianto» «Nessun rischio se ben gestita visto il suo grande valore paesaggistico e di monumentalità»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.