Manifestazione Barletta
Manifestazione Barletta
La città

Litoranee più pulite, grande successo per la manifestazione collettiva

Tra i rifiuti raccolti dai volontari: reti da pesca, taniche di olio, copertoni di auto e frigorifero

Reti da pesca, taniche di olio, bottiglie di vetro e plastica, copertoni di auto e addirittura un frigorifero. La lista dei rifiuti raccolti in prossimità della Lega Navale, Litoranea Pietro Mennea e Levante è assai più lunga. Ieri mattina, le associazioni di Barletta a fianco di numerosi singoli hanno lanciato un importante messaggio di civiltà: "Pulizia, educazione e rispetto" per la nostra città.

La distribuzione di buste, guanti e cappellini è stata al quanto veloce, perché il desiderio di cominciare a ripulire la zona è condivisa da tutti. Il sole picchia forte ma per fortuna c'è un piacevole venticello. I bambini chiedono ai propri genitori di andare in spiaggia. Badate bene…non per giocare, ma per raccogliere mozziconi di sigaretta e bicchieri di plastica. Il volontario più piccolo ha 3 anni. Indossa guanti molto più grandi delle sue mani ma non gli importa, si diverte. Da un'altra parte c'è Jolie che accompagna la sua padrona sugli scogli che nascondono buste, cannucce e polistirolo. Credeva che avrebbe trascorso una domenica mattina tranquilla al mare, ma i programmi sono cambiati.

Titti vive a Milano e, giorni fa, è tornata dalla sua famiglia per il "grande ponte". Non è la prima volta che partecipa in gruppo o in solitaria alla pulizia delle litoranee. Anche Domenico ha lasciato Barletta per lavoro. Ieri ha individuato una serie di reti abbandonate da anni nei pressi della Lega. Si è messo in testa che deve liberare quel groviglio. Alcune voci lo scoraggiano, ma lui non demorde. Alcuni pescatori, un contadino e un gruppo di cacciatori – non è una barzelletta – lo raggiungono e, insieme, portano a termine l'impresa che inizialmente sembrava impossibile. «Oggi facciamo squadra con tutte le associazioni del territorio, senza protagonismi e alcun accenno di rivalità – afferma il presidente di Legambiente sezione di Barletta. Questo è uno dei messaggi più forti che questa giornata ha regalato». «Una bellissima giornata di sensibilizzazione e azione ambientale – dichiara il consigliere comunale Carmine Doronzo di Coalizione Civica. Ho partecipato volentieri alla pulizia della spiaggia perché per dare il buon esempio occorre passare dalle parole ai fatti, non perché qualcuno si illuda di risolvere così i problemi ma per dare un segnale e dei messaggi forti e chiari: all'amministrazione comunale affinché metta in campo politiche migliori in materia di rifiuti, fatte di maggiore pulizia, incentivi per i cittadini che rispettano l'ambiente e sanzioni per chi inquina; ai nostri concittadini affinché possano comprendere a fondo quanto sia fondamentale collaborare per mantenere pulito il nostro pianeta. Quanto più abbandoneremo rifiuti e produrremo secco residuo, tanto più pagheremo care le nostre bollette e vivremo tra discariche e inceneritori. Quanto più considereremo i rifiuti come risorse, tanto più avremo una città più vivibile, minori costi in bolletta e nuovi posti di lavoro».


«Dobbiamo avere cura delle nostre spiagge e del nostro mare: motivo di grande orgoglio per la città di Barletta – afferma il Presidente della II commissione "Affari generali" e consigliere regionale Filippo Caracciolo. Un grande plauso alle associazioni e in particolare a Barlett e Avest che da anni organizza manifestazioni per ripulire la città. Io mi auguro che l'esempio e messaggio lanciato sia accolto da tutti i cittadini, in quanto è necessario rispettare la natura e i luoghi che frequentiamo, come se fossero le stanze della nostra casa. La Regione Puglia ha attivato una serie di iniziative: i Comuni di fatti possono usufruire dei fondi regionali per la pulizia delle litoranee». «Siamo felici di poter lavorare a fianco dei cittadini – conclude l'amministratore unico della società Bar.S.A. Michele Cianci. Si respira un'aria nuova, un'aria di collaborazione. Oggi siamo vicini ai più civili, molto più di quella parte di Barletta incivile che purtroppo esiste e persiste». Hanno partecipato all'evento: i gruppi barlettani Barlett e Avest, Legambiente sezione Barletta, Ambulatorio Popolare Barletta, Gruppo Erotico Barletta, Asd Barletta Sportiva, Juventus Official fan club Barletta, 3Place Andria, Sezione Provinciale F.I.D.C Barletta, Asd Amici del Cammino Barletta, Associazione b&b Barletta Ricettiva e tante altre realtà non solo di Barletta ma anche delle città limitrofe.

Si torna a casa stanchi ma con il sorriso. "Ogni tempesta comincia con una singola goccia. Cercate di essere voi quella goccia". Non possiamo perdere altro tempo e per questo occorre agire. La nostra Terra, la nostra città, il nostro mare hanno bisogno d'aiuto.
33 fotoPulizia, educazione e rispetto: una manifestazione collettiva per Barletta
Manifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione a BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione BarlettaManifestazione Barletta
  • Riciclo rifiuti
  • Emergenza rifiuti
Altri contenuti a tema
Campagne di Puglia trasformate in discariche Campagne di Puglia trasformate in discariche Coldiretti: «Aree rurali sempre più utilizzate come discariche a cielo aperto»
3 Rifiuti abbandonati per strada, a Barletta degrado no stop Rifiuti abbandonati per strada, a Barletta degrado no stop Numerose le segnalazioni dei cittadini sui social
2 Piazza Divittorio nel mirino dei rifiuti, «gli incivili devono essere sanzionati» Piazza Divittorio nel mirino dei rifiuti, «gli incivili devono essere sanzionati» Cianci: «Non se ne può più, atteggiamento irrispettoso e ignorante»
2 RAEE, cresce la raccolta in Puglia ma non nella Bat RAEE, cresce la raccolta in Puglia ma non nella Bat Diffusi i dati del Rapporto sulla gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
2 "Sono un cestino, non un bidone", tempi duri per i sozzoni e le loro coscienze "Sono un cestino, non un bidone", tempi duri per i sozzoni e le loro coscienze Continua la campagna di sensibilizzazione fortemente voluta dal Dott. Cannito e dall’Avv. Cianci
2 Sacchetto selvaggio, a Barletta i genitori «danno un pessimo esempio» Sacchetto selvaggio, a Barletta i genitori «danno un pessimo esempio» Interviene il sindaco Cannito: «Vedere queste foto è come prendere un pugno nello stomaco»
Sulla spiaggia di Barletta fioriscono rifiuti, il racconto di Rosangela su Instagram Sulla spiaggia di Barletta fioriscono rifiuti, il racconto di Rosangela su Instagram «La cosa peggiore è stata vedere l’insostenibile inciviltà e l’indifferenza dei passanti»
Barletta plastic free, una proposta del Movimento 5 Stelle Barletta plastic free, una proposta del Movimento 5 Stelle «Ai nostri figli consegniamo un mondo meno inquinato»
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.