Stemma di Barletta
Stemma di Barletta
Politica

Turbolenze in casa Cascella, «l'amministrazione vada a casa»

«Transfughi e accaparratori», il commento di Michele Rizzi

«Ormai con cadenza mensile, l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Cascella entra in crisi per le turbolenze della sua maggioranza e per gli interessi che ruotano attorno ad essa. Un'esperienza politica, quella del sindaco Cascella e di questo consiglio comunale, fallita definitivamente e basata esclusivamente sul trasformismo politico di molti, passati da partiti che alle scorse elezioni erano presenti in altri schieramenti a finiti in maggioranza, ed altri che hanno fatto il percorso inverso, su operazioni di facciata, sulla sudditanza politica nei confronti delle multinazionali inquinanti presenti in città». E' quanto scrive Michele Rizzi di "Alternativa comunista".

«Per non parlare della Bar.S.A., dalla situazione dei lavoratori del cimitero, con un appalto esterno che ha precarizzato le condizioni di molti lavoratori che devono essere internalizzati ritornando in Bar.S.A., alla situazione di tanti altri, che vedono appalti in scadenza senza sapere con certezza il loro futuro. Per non parlare dello stato occupazionale comatoso che spinge molti ad emigrare, mentre ci si riempie di giochetti politici, tra loro anche contraddittori, e che ruotano attorno al Pd, ai poteri forti di questa città che fanno e disfano tutto, dinanzi ad una situazione allo sfascio.

Per noi l'unica soluzione - conclude Rizzi - è che Cascella e questo consiglio comunale vada a casa, non perché non in "grado di governare", ma perché governano processi politici ed economici legati ai potentati della città, tra partiti creati al momento da esponenti di altri partiti, e transfughi politici, palazzinari e accaparratori sociali, mentre la città affoga nella disoccupazione e nel disastro ambientale».
  • Michele Rizzi
  • Amministrazione Cascella
Altri contenuti a tema
3 Dimissioni del sindaco Cannito? Per Michele Rizzi «commedia scontata» Dimissioni del sindaco Cannito? Per Michele Rizzi «commedia scontata» Interviene l'esponente di "Sinistra radicale"
2 Il sindaco Cascella saluta la cittadinanza in una lunga lettera Il sindaco Cascella saluta la cittadinanza in una lunga lettera «Avevamo una missione in cui credere. Ci abbiamo provato senza mai cedere alla propaganda o temere l'impopolarità»
1 Da giugno 2013 a oggi: la relazione di fine mandato del sindaco Cascella Da giugno 2013 a oggi: la relazione di fine mandato del sindaco Cascella «Questo atto traccia le scelte compiute e il lascito ai prossimi amministratori»
1 Basile: «Dimissioni Cascella atto evitabile, si vergogni chi ha voltato le spalle» Basile: «Dimissioni Cascella atto evitabile, si vergogni chi ha voltato le spalle» «Consiglieri uscenti vorrebbero creare una finta alternativa»
1 Aldo Musti: «Prossimi amministratori forse peggiori dei precedenti, ma devono provarci» Aldo Musti: «Prossimi amministratori forse peggiori dei precedenti, ma devono provarci» «DPP sia rimesso al nuovo consiglio, a che titolo amministrazione uscente vuol dire la sua?»
12 Barletta conferirà la cittadinanza civica "Ius Soli" Barletta conferirà la cittadinanza civica "Ius Soli" Promossa l'uguaglianza tra i barlettani e gli stranieri che vivono e lavorano nella nostra città
2 Forum Salute e Ambiente: «L’intesa tra comune e Arpa affossa la delibera popolare» Forum Salute e Ambiente: «L’intesa tra comune e Arpa affossa la delibera popolare» «Non possiamo accettare che la nostra delibera sul monitoraggio delle aziende insalubri venga stravolta»
2 Mercato settimanale: a Barletta l’ordinanza sindacale stabilisce il regolare svolgimento il 6 gennaio Mercato settimanale: a Barletta l’ordinanza sindacale stabilisce il regolare svolgimento il 6 gennaio Assoimprese: «Per tutti il lavoro dev’essere sacrosanto»
© 2001-2018 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.