Uva
Uva
Cronaca

Troppo basso il prezzo dell'uva, abbattuti alcuni tendoni

Nessuna richiesta estorsiva, forse è un tentativo di controllare i costi

Succede questa notte a Barletta e sembrano azioni criminali d'altri tempi, con un sapore quasi mafioso, un clima d'intimidazione. In Contrada Pozzilla, La Francesca e San Nicola sono stati buttati giù tre tendoni di uva da vino, alcuni uomini avrebbero tagliato i tiranti. I contadini proprietari dei fondi interessati dall'accadimento si sono incontrati al Commissariato di Barletta e si sono confrontati con i dirigenti. Da qui emerge che non si riesce a spiegare la motivazione dato che i proprietari non hanno ricevuto alcuna richiesta estorsiva. Casi dimostrativi analoghi sono successi a Trinitapoli, Canosa di Puglia e in altre zone del circondario.

L'unico movente che sembrerebbe possa essere valido è il costo troppo basso dell'uva per quintale e, se fosse tagliata in questo periodo, tale costo si abbasserebbe ulteriormente. Invece con l'ipotetico problema creato ai contadini, questi non potrebbero far altro che rimandare il taglio e di fatto aumenterebbero i prezzi sul mercato.

Già qualche anno fa era successo un avvenimento analogo che spiegherebbe il movente; allora infatti analoghi atti dimostrativi furono finalizzati proprio al controllo dei prezzi dell'uva. Tutti e tre gli operatori sono consorziati con le Guardie campestri di Barletta.

Piena disponibilità del Commissariato di Barletta nei confronti degli operatori agricoli per fronteggiare questi fenomeni. Le indagini sono in corso.

Aggiornamento

Giunge alla redazione di BarlettaViva un appello degli interessati che pubblichiamo integralmente condividendone appieno la richiesta. La redazione è a vostra completa disposizione anche come raccoglitore di segnalazioni e fatti che possano aiutarvi e come sempre contro ogni forma di atto criminoso. Chiediamo a tutti di poter segnalare, anche tramite commenti, tutto ciò che possa apparire sospetto o ad ogni titolo possa aiutare la legalità.
Il direttore

Salve, siamo sei agricoltori di Barletta. Questa notte ignoti hanno buttato giù i tendoni d'uva piantati sui nostri terreni, tutti a Barletta, in contrada Pozzilla-Francesca - S. Nicola. I colpevoli di questo gesto criminoso hanno tranciato i tiranti che tengono assieme i tendoni, che a loro volta, appesantiti dall'uva, sono caduti a terra uno dietro l'altro. Uno spettacolo terribile per chi investe soldi e sudore nel suo lavoro. Con danni inestimabili per i danni subiti dalle viti. Abbiamo già sporto denuncia presso il Commissariato di Barletta. Ma l'intento di questa lettera è chiedere alle istituzioni competenti di tutelare la nostra categoria contro questi episodi di sciacallaggio. Inoltre ci rivolgiamo agli altri agricoltori di Barletta e delle città vicine affinché denuncino fatti e persone di cui sono a conoscenza, perché mai come in questo momento di difficoltà del settore agricolo è necessario stare uniti. Purtroppo l'episodio di questa notte è l'ultimo di una serie di atti criminali avvenuti nelle campagne del nostro territorio, come a S. Ferdinando, a Canosa di Puglia e a Trani. L'agricoltura sta passando un momento difficile. Chiediamo alle istituzioni di intervenire per la salvaguardia di un settore economico tra i più importanti della nostra terra.

9 fotoAbbattuti tendoni dell'uva, forse per alzare i prezzi
Abbattuti tendoni dell'uva negli agri di BarlettaAbbattuti tendoni dell'uva negli agri di BarlettaAbbattuti tendoni dell'uva negli agri di BarlettaAbbattuti tendoni dell'uva negli agri di BarlettaAbbattuti tendoni dell'uva negli agri di BarlettaAbbattuti tendoni dell'uva negli agri di BarlettaAbbattuti tendoni dell'uva negli agri di BarlettaAbbattuti tendoni dell'uva negli agri di BarlettaAbbattuti tendoni dell'uva negli agri di Barletta
  • Polizia di Stato
  • Criminalità organizzata
  • Guardia campestre
Altri contenuti a tema
ANPS, un anno al fianco di Barletta tra emergenza e controlli ANPS, un anno al fianco di Barletta tra emergenza e controlli Il bilancio delle attività 2020 da parte dell'Associazione Nazionale Polizia di Stato
Droga nascosta in una scatola di scarpe, arrestato a Barletta Droga nascosta in una scatola di scarpe, arrestato a Barletta La Polizia di Stato ha anche denunciato un 60enne per detenzione abusiva di armi e munizioni
1 Assembramenti in luoghi chiusi, droga e rapina: in azione a Barletta la Polizia di Stato Assembramenti in luoghi chiusi, droga e rapina: in azione a Barletta la Polizia di Stato Quattro interventi nei giorni scorsi da parte degli agenti
La dottoressa Mennea è la nuova Dirigente al Commissariato di Trani La dottoressa Mennea è la nuova Dirigente al Commissariato di Trani Nominata dal Questore Roberto Pellicone, prende il posto del dott. Triggiani
Attenti alle truffe online e ai profili fake, soprattutto in tempo di Covid Attenti alle truffe online e ai profili fake, soprattutto in tempo di Covid Le raccomandazioni diramate dalla Polizia di Stato
1 Ignota l'identità del ragazzo trovato morto tra Barletta e Margherita Ignota l'identità del ragazzo trovato morto tra Barletta e Margherita Il cadavere è stato rinvenuto ieri alla foce dell'Ofanto
4 Voleva togliersi la vita ma viene salvato dalla Polizia di Barletta Voleva togliersi la vita ma viene salvato dalla Polizia di Barletta Grazie all'elicottero è stato possibile individuare il luogo in cui si trovava l'uomo
Multe per 10 giovani di Barletta, stavano festeggiando in spregio delle norme anti Covid Multe per 10 giovani di Barletta, stavano festeggiando in spregio delle norme anti Covid Numerosi interventi di Polizia di Stato e Polizia Locale: sanzioni anche per un assembramento in Corso Vittorio Emanuele
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.