Finanza Mare
Finanza Mare
Associazioni

Stagione estiva, grande attività per la stazione navale della GdF

Intensificato il controllo economico. Violazioni anche a Barletta

La Stazione Navale di Bari ha rivolto ed intensificato la propria attività di controllo economico del territorio durante l'intera stagione estiva, nelle zone turistiche ed in mare. In particolare sono stati eseguiti numerosi controlli, lungo la fascia costiera e demaniale, volti al rispetto delle norme sulla pubblicità dei prezzi dei servizi delle strutture ricettive e delle attività turistiche ad uso pubblico gestite in regime di concessione, nonché al controllo sulla disciplina delle aree in concessione per le strutture balneari, come sanzionate dagli apposite leggi regionali in materia.

Nell'ambito di tali attività sono state rilevate sette violazioni alla normativa regionale che disciplina la pubblicità dei prezzi dei servizi turistici offerti ai clienti dalle strutture ricettive insistenti in aree demaniali marittime in concessione. Le violazioni accertate dalla Guardia di Finanza hanno riguardato strutture presenti nelle fasce costiere dei comuni di Margherita di Savoia (BT) e Barletta (BT).

Si rammenta, difatti, che è fatto obbligo agli esercenti delle sopracitate strutture di tenere esposti in modo ben visibile al pubblico, rispettivamente, nel locale di ricevimento degli ospiti e nel luogo di prestazione dei servizi, una tabella ed un cartellino nei quali siano indicati i prezzi dei servizi offerti, recanti le indicazioni in italiano, inglese e francese, su modelli conformi a quelli predisposti dalla Regione Puglia.

Ulteriori attività effettuate lungo la fascia costiera da parte dei militari della Stazione Navale di Bari, in località Polignano a Mare (BA) e Margherita di Savoia (BT) hanno consentito di rilevare sei violazioni all'Ordinanza per il Turismo e le strutture balneari, emanata dalla Regione Puglia, che disciplina l'esercizio delle attività turistiche – balneari – commerciali, nonché l'uso del demanio marittimo, delle zone di mare territoriale, nonché delle strutture turistico - ricreative alle stesse finalizzate. In particolare sono stati verbalizzati i titolari di cinque strutture balneari per la mancata esposizione all'ingresso dello stabilimento balneare, in luogo ben visibile agli utenti, di copia della prefata ordinanza balneare nonché del cartello riportante l'indicazione del transito libero e gratuito al pubblico, qualora non esistano accessi alternativi alla battigia, in ambiti non superiori a 150(centocinquanta) metri, a sinistra ed a destra rispetto all'ingresso della concessione.

Per le violazioni di cui sopra sono state applicate sanzioni amministrative per un totale pari a circa € 11.000,00 (undicimila).
Nell'ambito delle attività volte al contrasto degli illeciti di natura economico-finanziaria nelle località costiere e balneari pugliesi, i militari della Stazione Navale di Bari hanno eseguito controlli diretti al riscontro del pagamento dell'ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) da parte dei proprietari di strutture accatastate ed insistenti su aree in concessione demaniale marittima. In particolare, nelle località di Giovinazzo, Polignano a Mare, Monopoli e Bari, le pattuglie del Corpo hanno rilevato, a carico di quattro concessionari demaniali, l'omessa presentazione della dichiarazione ICI e, dunque, l'omesso versamento dell'imposta dovuta.
Intensa e proficua è stata inoltre l'attività svolta a mare dalle Unità Navali del Corpo.
  • Guardia di Finanza
  • Indagini
  • Estate
Altri contenuti a tema
Guardia di Finanza, il Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale in visita a Barletta Guardia di Finanza, il Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale in visita a Barletta Nella sede provinciale un incontro con i Comandanti dei Reparti
Inchiesta evasione fiscale dentisti, c’è anche un barlettano Inchiesta evasione fiscale dentisti, c’è anche un barlettano Sequestrati beni per oltre 700mila euro
Sequestro giocattoli non sicuri, il Comune di Barletta ringrazia la Guardia di Finanza Sequestro giocattoli non sicuri, il Comune di Barletta ringrazia la Guardia di Finanza La nota dell'amministrazione comunale
Maxi sequestro di giocattoli, la Guardia di Finanza interviene a Barletta e Andria Maxi sequestro di giocattoli, la Guardia di Finanza interviene a Barletta e Andria Gli oggetti, privi dei requisiti di sicurezza, venivano venduti abusivamente all'uscita delle scuole
Intascavano bonus su lavori mai eseguiti, la Finanza di Barletta scopre la truffa Intascavano bonus su lavori mai eseguiti, la Finanza di Barletta scopre la truffa Tutti i dettagli nella conferenza stampa convocata questa mattina
Truffa e reati tributari: operazione "Cassetto distratto" della Guardia di Finanza di Barletta Truffa e reati tributari: operazione "Cassetto distratto" della Guardia di Finanza di Barletta Eseguite 3 misure cautelari e sequestrati beni per oltre 6 milioni di euro
GDF Barletta, operazione "Prosit": sequestrato champagne contraffatto GDF Barletta, operazione "Prosit": sequestrato champagne contraffatto I controlli sono stati eseguiti nell'ambito delle attività sulla sicurezza dei prodotti
Abusivismo su suolo sottoposto a vincolo archeologico, interviene la GdF Barletta Abusivismo su suolo sottoposto a vincolo archeologico, interviene la GdF Barletta Importante intervento a Canosa di Puglia, a tutela anche del cosiddetto “Arco di Traiano”
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.