Consiglieri comunali
Consiglieri comunali
Politica

Spazzamento meccanizzato, M5S: «Disagi per i cittadini»

I portavoce 5 Stelle: «È l’ennesimo esempio di come l’Amministrazione Cannito ottenga il minimo risultato con il massimo sforzo»

Elezioni Regionali 2020
«Dallo scorso febbraio l'Amministrazione comunale ha attivato il servizio di spazzamento meccanizzato in alcune zone della città». Ad intervenire sono i Consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Barletta, Maria Angela Carone, Giuseppe Basile e Antonio Coriolano.

«Sin da subito, come gruppo consiliare M5S, abbiamo presentato alcune interrogazioni in Consiglio comunale, per meglio comprendere i meccanismi di attuazione delle rimozioni forzate messe in atto da due ditte specializzate, per permettere alla Bar.S.A. lo spazzamento. I dubbi e le domande che abbiamo sollevato sono rimasti irrisolti».

«Da febbraio a settembre - proseguono i pentastellati - sono state 1960 le auto rimosse e considerando la tariffa applicata per il rilascio del mezzo, i barlettani hanno dovuto sborsare una somma totale che si aggira intorno ai €235.000, oltre alle multe per divieto di sosta elevate dai vigili urbani, che fanno lievitare il salasso a quasi €300.000. Spesso, le infrazioni sono state frutto di semplice dimenticanza o di una segnalazione poco visibile, ma il paradosso è che lo spazzamento meccanizzato non migliora in maniera significativa la pulizia delle strade interessate: non viene effettuato un lavaggio approfondito né tantomeno una sanificazione particolare; solo un semplice passaggio della spazzatrice mentre i mezzi di rimozione svolgono il loro compito facendo confluire gli incassi alle ditte specializzate».

«Questo, come le gestioni dei parcheggi comunali, dei servizi cimiteriali e altro, è l'ennesimo esempio di come l'Amministrazione Cannito ottenga il minimo risultato con il massimo sforzo, con l'aggravante che in questo caso i cittadini barlettani pagano di tasca propria. Riteniamo che questo servizio debba essere ripensato e modificato. Sia nella fase di rimozione delle auto, riducendo le ore di divieto, attualmente quattro, a fronte della sua effettiva durata di pochissimi minuti, sia nella fase di attuazione vera e propria della pulizia, considerando che migliori risultati si possono ottenere, per esempio con l'impiego di operatori con i soffioni. Questa soluzione potrebbe addirittura rendere inutile l'utilizzo delle ditte esterne».

«Di certo c'è - concludono i portavoce del Movimento - che fino ad ora i benefici di questa operazione si sono rivelati di gran lunga inferiori al danno e ai disagi che i cittadini stanno patendo, a tutto vantaggio delle sole ditte private che si occupano delle rimozioni. Si tratta di pulire le strade o di "pulire" le tasche dei cittadini barlettani?»
  • Movimento 5 stelle
Altri contenuti a tema
1 Concorso Polizia locale: «Il sindaco è stato smentito dai fatti» Concorso Polizia locale: «Il sindaco è stato smentito dai fatti» I consiglieri comunali del M5S intervengono all’indomani degli sviluppi del concorso bandito dal Comune
1 Concorso Polizia Locale: «Aspetti lacunosi e farraginosi. Il sindaco chiarisca» Concorso Polizia Locale: «Aspetti lacunosi e farraginosi. Il sindaco chiarisca» Proviene dai banchi dell'opposizione la richiesta di chiarimenti rivolta al sindaco Cannito
4 Immobile Cantina della Sfida, Di Bari (M5S): «Un'offesa alla dignità di Barletta» Immobile Cantina della Sfida, Di Bari (M5S): «Un'offesa alla dignità di Barletta» La consigliera regionale Grazia Di Bari interviene nella querelle: «Su queste cose gli assessori si dimettono o le giunte cadono»
2 Querelle palazzo Cantina della Sfida, parola al Movimento 5 Stelle Querelle palazzo Cantina della Sfida, parola al Movimento 5 Stelle Per i consiglieri è il «naufragio dell'amministrazione Cannito»
3 Si salva il palazzo, ma trema la Giunta: amministrazione messa al bivio dalle opposizioni Si salva il palazzo, ma trema la Giunta: amministrazione messa al bivio dalle opposizioni Le opposizioni: «Se l'assessore ha informato la Giunta, il sindaco dovrebbe dimettersi. In caso contrario, il sindaco dovrebbe chiederne le dimissioni»
1 In Puglia è bufera politica sulla riapertura dal 18 maggio per parrucchieri ed estetisti In Puglia è bufera politica sulla riapertura dal 18 maggio per parrucchieri ed estetisti Forza Italia e M5S attaccano Emiliano, Boccia: «Monitorare i contagi»
1 Assembramento a Barletta, M5S Puglia: «Intervenga il Prefetto» Assembramento a Barletta, M5S Puglia: «Intervenga il Prefetto» La nota dei consiglieri regionali: «Nessuno è intervenuto per fermare l’assembramento e far rispettare le regole di distanziamento sociale»
1 Cava in località “Pozzelle” a Barletta, dall'errore al Consiglio comunale Cava in località “Pozzelle” a Barletta, dall'errore al Consiglio comunale I consiglieri M5S Barletta: «Se avessimo un Assessore all'Urbanistica ne avremmo chiesto le dimissioni per inerzia. Ma la delega è in capo al Sindaco. Tragga lui le conclusioni»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.