Buca rattoppata
Buca rattoppata
La città

Sotto i nostri piedi un "tesoro" occultato da asfalto e indifferenza

Intervengono i referenti di Italia Nostra: «Occorre un grosso intervento di recupero delle strade lastricate di basole»

"Con un poco di... asfalto la pillola va giù", quello che accade spesso a Barletta, peccato che ciò avviene anche sulle strade che possiamo definire patrimonio storico della nostra città.

Dopo l'ennesima toppa, posizionata in via Cialdini, all'altezza della chiesa di San Pasquale, ci ritroviamo ad affrontare questo argomento delicato, proprio dopo averne ampiamente parlato a luglio e a novembre dello scorso anno, rispettivamente a seguito dei lavori di manutenzione in Piazza Marina e di Corso Cavour, quando alcuni sanpietrini, posti ammucchiati sul ciglio della strada, sono scomparsi.

Argomento delicato, data proprio la storicità del nostro territorio, dove le nostre strade presentando queste innumerevoli basole e sanpietrini, ne dovrebbero essere uno specchio; invece, la fine "giusta" è solo quella di coprirle o sostituirle con qualche rattoppamento di asfalto qua e là.

Basta poco per poter scoprire che le suddette basole, sono tutte vincolate dall'articolo 21 del Decreto Legislativo no 42/2004 e quando ci sono dei lavori di manutenzione o rifacimento del manto stradale in tutte le strade provviste di queste basole o sanpietrini, andrebbero smontate e rimontate.

Il gruppo "Italia Nostra", che si occupa di preservare il patrimonio storico, ha preso posizione molteplici volte: "A Barletta c'è bisogno di un grosso intervento di recupero delle strade lastricate di basole, non parliamo dei sanpietrini di corso Cavour dove le toppe d'asfalto oramai non si contano. Speriamo che dopo i numerosi interventi sulla stampa e le PEC inviate, l'amministrazione provveda al ripristino."

Il rifacimento del manto stradale nella nostra città, continua a destare lamentele; memori di quanto accaduto per Corso Vittorio Emanuele oppure in via Diaz, ove oggi si vive l'ebbrezza delle "montagne russe", senza dimenticare altri "rattoppi" della pubblica via in altre zone non centrali che creano solo disagi alla cittadinanza, fino all'ultimo "capolavoro" in ordine temporale di cui sopra, che non certo rappresenta un bel biglietto da visita o ricordo da portare a casa, per i numerosi turisti presenti ogni giorno ad ammirare la nostra città.
  • Strade
  • Recupero storico
Altri contenuti a tema
17 Franco Di Cosola e Damiano Daddato entrano nella toponomastica cittadina Franco Di Cosola e Damiano Daddato entrano nella toponomastica cittadina La nota del giornalista Nino Vinella
Barletta e la Festa dell'Assunta, un legame nella storia Barletta e la Festa dell'Assunta, un legame nella storia Una ricostruzione a cura dell'archivista barlettano Michele Grimaldi
Autovelox, ecco dove potranno essere utilizzati a Barletta e dintorni Autovelox, ecco dove potranno essere utilizzati a Barletta e dintorni Nuovo decreto del Prefetto della Bat: tutte le strade interessate
11 Continuano i lavori di rifacimento del manto stradale Continuano i lavori di rifacimento del manto stradale Lunedì cantiere in via Delle Belle Arti, si va avanti anche in via Scuro
Scoperta la targa dedicata ad Antonio Dicuonzo, sopravvissuto alla strage di Cefalonia Scoperta la targa dedicata ad Antonio Dicuonzo, sopravvissuto alla strage di Cefalonia Cerimonia promossa dalla delegazione Bat dell'istituto nazionale per la guardia d'onore reali tombe del Pantheon
Iniziati i lavori di manutenzione del manto stradale in via Scuro Iniziati i lavori di manutenzione del manto stradale in via Scuro La comunicazione del sindaco Cosimo Cannito
Via Scommegna e non solo, voragine sul prolungamento della Litoranea di Levante Via Scommegna e non solo, voragine sul prolungamento della Litoranea di Levante La zona è stata transennata
Lavori Aqp, entro fine mese il ripristino del manto stradale Lavori Aqp, entro fine mese il ripristino del manto stradale Diverse le vie interessate
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.