Molluschi in cattivo stato di conservazione, in azione la Guardia Costiera di Barletta
Molluschi in cattivo stato di conservazione, in azione la Guardia Costiera di Barletta
Cronaca

Sequestrati 200 kg di molluschi, in azione la Guardia Costiera di Barletta

Scoperto un locale abusivo per la lavorazione e stoccaggio a Margherita di Savoia

Si è conclusa con successo l'operazione condotta dal personale della Guardia Costiera di Barletta finalizzata alla tutela del consumatore finale attraverso il monitoraggio ed il controllo dell'attività di pesca lungo l'intera filiera, che ha portato al sequestro di un locale adibito abusivamente alla lavorazione ed allo stoccaggio di molluschi bivalvi a Margherita di Savoia. Il locale, ubicato all'interno di un autoparco, era sprovvisto di qualsivoglia autorizzazione sanitaria e risultava in precarie condizioni igienico-sanitarie. I militari operanti hanno provveduto a sequestrare il locale in parola e la strumentazione trovatavi all'interno che veniva utilizzata per l'attività illecita di lavorazione e conservazione di frutti di mare.

I molluschi bivalvi, in virtù della loro natura di organismi filtratori, oltre che essere soggetti alle normative nazionali e comunitarie in materia di etichettatura e tracciabilità in ogni fase della produzione, sono soggetti a specifici controlli igienico sanitari e sottoposti a processi di depurazione in centri autorizzati, con la finalità di abbattere la carica batterica e/o la presenza di eventuali agenti patogeni.

Il prodotto, rinvenuto in cattivo stato di conservazione e destinato alla successiva vendita, pari a circa 200 kg per un valore commerciale stimato di circa 1.700 €, risultava privo di documentazione che ne attestava la provenienza ed è stato pertanto sottratto dalla disponibilità del proprietario e dal ciclo di distribuzione.

Tale attività rientra nell'ambito della più vasta azione di prevenzione e di contrasto al fenomeno della pesca di frodo e della commercializzazione illecita di prodotti ittici nonché della tutela degli habitat marini, che rientrano nei compiti istituzionali e nelle attribuzioni del Corpo delle Capitanerie di Porto. Rimane costante, pertanto, l'impegno della Guardia Costiera nel contrasto alle attività illecite legate alla filiera della pesca. Tale attività di controllo e prevenzione verrà ulteriormente potenziata ed intensificata in considerazione dell'approssimarsi delle festività pasquali in arrivo, con controlli a tutto campo votati in primis alla prevenzione, mediante campagne di informazione e sensibilizzazione, e secondariamente alla repressione di qualsiasi atto illecito.
  • Guardia Costiera
Altri contenuti a tema
Sequestrati a Barletta 140 kg di pesce e bianchetto, tutto in beneficenza alla Caritas Sequestrati a Barletta 140 kg di pesce e bianchetto, tutto in beneficenza alla Caritas La Guardia Costiera di Barletta ha effettuato salate sanzioni amministrative
200 kg di pesce a rischio a Barletta, sanzioni di circa 4500 euro 200 kg di pesce a rischio a Barletta, sanzioni di circa 4500 euro Guardia Costiera impegnata nell'operazione “Confine illegale”: controlli in un locale in via Fieramosca
Pesca a strascico illegale, i "predoni del mare" beccati anche a Barletta Pesca a strascico illegale, i "predoni del mare" beccati anche a Barletta Lotta senza tregua da parte della Guardia Costiera
Operazione "Mare sicuro", bilancio della Guardia Costiera in Puglia Operazione "Mare sicuro", bilancio della Guardia Costiera in Puglia Oltre 2.200 controlli in materia di pesca e più di 200 vite salvate in mare
Fermato peschereccio dal Compartimento marittimo di Barletta, arrestato il comandante Fermato peschereccio dal Compartimento marittimo di Barletta, arrestato il comandante L'imbarcazione della Guardia Costiera è stata colpita nel tentativo di liberarsi dal controllo e recuperare la rete
1 Speronato in mare un mezzo della Guardia Costiera di Barletta Speronato in mare un mezzo della Guardia Costiera di Barletta Il motopesca stava cercando di scappare: beccato mentre pescava a strascico
1 Prodotti ittici conservati in pessime condizioni igieniche, scatta il sequestro a Barletta Prodotti ittici conservati in pessime condizioni igieniche, scatta il sequestro a Barletta La Guardia Costiera ha scoperto che il locale non aveva alcuna autorizzazione
La motovedetta CP 520 della Guardia Costiera lascia le acque di Barletta La motovedetta CP 520 della Guardia Costiera lascia le acque di Barletta Nei prossimi anni sarà attive in Libia per fronteggiare il fenomeno dei flussi migratori
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.