Sequestro novellame
Sequestro novellame
Cronaca

Sequestrati 140 kg di novellame, impegnata la Capitaneria di Porto di Barletta

Guai per i consumatori di "bianchetto": anche la detenzione è reato

Nell'ambito della costante attività di vigilanza condotta lungo tutto il litorale di competenza, finalizzata in particolare al controllo sull'intera filiera di pesca e al contrasto alla pesca illegale, il personale dipendente è stato particolarmente impegnato in una vasta operazione che ha portato al sequestro di circa 140 chilogrammi di prodotto ittico sottomisura (novellame di sarda, sardina philcardus "c.d. bianchetto" e novellame di alici engraulis encrasicolus).

A seguito del riscontro di tali infrazioni sono state elevate sanzioni per un ammontare totale di euro 6.500, oltre alla sanzione accessoria della chiusura dell'esercizio commerciale per otto giorni. Il controllo alla filiera della pesca prosegue quindi con tolleranza zero verso coloro che di fatto, effettuano attività illecite in mare quali la pesca del novellame, e la sua commercializzazione. Tale forma di pesca illegale, infatti, danneggia le risorse ittiche e nuoce innanzitutto alla categoria dei pescatori professionali oltre a quanti dal mare traggono risorsa per il sostentamento. Lo sfruttamento indiscriminato della fauna ittica e la cattura del novellame o di pesce sottomisura impediscono alle specie ittiche dei nostri mari di raggiungere la taglia minima consentita per la commercializzazione e idonea per la riproduzione della specie.

La Guardia Costiera ricorda che l'indiscriminato sfruttamento del novellame di sarda è da tempo vietato dalla normativa comunitaria e nazionale. E' bene sottolineare che, oltre alla pesca ed alla commercializzazione del novellame, da qualunque parte provenga, è vietata anche la mera detenzione: pertanto, anche il consumatore finale del "bianchetto" commette un reato.
  • Guardia Costiera
  • Sequestro
  • Capitaneria di Porto
Altri contenuti a tema
4 Sequestrati 5 kg di datteri ad un  sub cinquantaduenne: per appropriarsi del mitile aveva provocato danni agli scogli Sequestrati 5 kg di datteri ad un sub cinquantaduenne: per appropriarsi del mitile aveva provocato danni agli scogli La Guardia Costiera di Barletta persevera nelle operazioni per evitare la pesca e il commercio illecito dei datteri di mare
Ex mercato ittico di Barletta, per 30 anni sarà della Capitaneria Ex mercato ittico di Barletta, per 30 anni sarà della Capitaneria Firmata la concessione in comodato d'uso gratuito trentennale dell'immobile
Capitaneria di Porto di Barletta, sequestrati 50 kg di prodotti ittici nella Bat Capitaneria di Porto di Barletta, sequestrati 50 kg di prodotti ittici nella Bat Sanzioni fino a 3000 euro per tutelare la salute dei consumatori
1 Commercio illecito di datteri di mare, in azione la Capitaneria di Barletta Commercio illecito di datteri di mare, in azione la Capitaneria di Barletta È scattata la denuncia per un giovane sub sorpreso a Bisceglie
1 Sarà intitolata a Oberdan Fraddosio la nuova sede della Capitaneria di Porto Sarà intitolata a Oberdan Fraddosio la nuova sede della Capitaneria di Porto Approvati in giunta anche il Protocollo con la Fondazione Architetti e Ingegneri e un evento della Croce Rossa
3 In beneficenza 100 kg di prodotti ittici sequestrati nel porto di Barletta In beneficenza 100 kg di prodotti ittici sequestrati nel porto di Barletta In azione il Nucleo di Polizia Giudiziaria della Capitaneria: nei guai una società di Torre a Mare
15 Rifiuti pericolosi nel porto di Barletta, la Polizia Ambientale sequestra 4.000 mq Rifiuti pericolosi nel porto di Barletta, la Polizia Ambientale sequestra 4.000 mq L'area, in totale stato di abbandono, era destinata alla realizzazione di un cantiere navale
Pesci e molluschi senza etichettatura, plauso alla Capitaneria di Barletta Pesci e molluschi senza etichettatura, plauso alla Capitaneria di Barletta Coldiretti Puglia: «Garantire la trasparenza ai consumatori dal mare alla tavola»
© 2001-2018 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.