Porto di Barletta. <span>Foto Ida Vinella</span>
Porto di Barletta. Foto Ida Vinella
La città

Porto di Barletta, sottoscritto il contratto di appalto per la manutenzione dei fondali

Entro due settimane partiranno i lavori all'imboccatura del porto

L'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale (AdSPMAM), nella giornata di ieri - lunedì 13 febbraio- ha sottoscritto il contratto di appalto con l' A.T.I. composta da Nuova Oceanus Orca S.R.L., in qualità di mandataria, e dall'impresa Lavori Marittimi Ancona - i.l.m.a. s.r.l, in qualità di mandante, per l'intervento di manutenzione dei fondali, nel porto di Barletta.

Entro due settimane, quindi, sarà consegnato il cantiere con il conseguente avvio dei lavori di "manutenzione dei fondali nei pressi dell'imboccatura del porto per il ripristino delle quote preesistenti", nel porto di Barletta, per un importo complessivo di circa 3 milioni di euro, calcolato sulla base dell'offerta economica presentata dall'aggiudicatario.

L'iter aveva subito uno stop di circa un anno per via di un ricorso presentato da una delle ditte escluse dalla gara di appalto, una procedura negoziata ai sensi del Decreto Semplificazioni, indetta nel mese di gennaio 2022 dall'AdSPMAM.

Nello scorso mese di gennaio, una sentenza del Consiglio di Stato aveva sbloccato definitivamente l'opera e nella giornata di ieri si è addivenuti alla stipula del contratto di appalto che ha per oggetto, appunto, l'intervento di manutenzione dei fondali nei pressi dell'imboccatura del Porto di Barletta. Nello specifico, l'opera consiste nel dragaggio manutentivo sino al raggiungimento della quota preesistente di 8.00 m rispetto al l.m.m (sul livello medio marino), in modo da consentire, con un adeguato franco di navigazione, l'accessibilità via mare al bacino anche a navi con stazza di 10.000 tonnellate.

"Finalmente possiamo avviare un'opera che riteniamo indispensabile e strategica per il porto di Barletta- commenta il presidente di AdSPMAM, Ugo Patroni Griffi. Il dragaggio, infatti, oltre ad implementare significativamente la sicurezza della navigazione, eliminando i punti critici del fondale che possono rappresentare un rischio per le imbarcazioni, innalzerà in maniera sostanziale l'appeal dello scalo che potrà ospitare un maggior numero di navi, anche di ultima generazione, aumentando il proprio traffico merci.

Abbiamo sviluppato un progetto- conclude Patroni Griffi- che presta particolare attenzione al rispetto di tutte le condizioni di salvaguardia ambientale e della morfologia originaria del fondale".

L'appalto consiste nella realizzazione di lavori di manutenzione dei fondali nei pressi dell'imboccatura del porto per il ripristino delle quote preesistenti. Si tratta di un dragaggio manutentivo, sino al raggiungimento della quota preesistente di 8.00 metri, rispetto al livello del mare, in modo da consentire un adeguato e ben maggiore franco di navigazione (profondità del fondale sotto la chiglia delle navi a pieno carico) garantendo, quindi, l'accesso sicuro in porto anche a navi con stazza di 10.000 tonnellate. Lo specchio acqueo interessato dall'intervento ha una superficie di 9.2 ettari, in cui è previsto il dragaggio di un volume di solo sedimento di circa 84.000 metri cubi.

Il quadro economico complessivo dell'intervento è di 6 milioni di euro. I lavori saranno articolati in due fasi: 90 giorni per la bonifica bellica preventiva; 240 giorni per l'escavo vero e proprio.

Durante la stagione estiva, le operazioni saranno sospese, in ottemperanza alle disposizioni di tutela ambientale.
  • Porto
Altri contenuti a tema
Damiani: «Porto di Barletta come volano di nuovo sviluppo economico per tutto il territorio» Damiani: «Porto di Barletta come volano di nuovo sviluppo economico per tutto il territorio» La nota del ministro a margine della visita del Ministro dell'Ambiente in città
Il ministro dell'Ambiente Gilberto Pichetto Fratin in visita al porto di Barletta Il ministro dell'Ambiente Gilberto Pichetto Fratin in visita al porto di Barletta Tanti gli argomenti discussi
3 Dragaggio porto Barletta, Caracciolo: «Verso la conclusione della rimozione del sedimento non contaminato» Dragaggio porto Barletta, Caracciolo: «Verso la conclusione della rimozione del sedimento non contaminato» La nota del consigliere regionale del Pd. I lavori riprenderanno a settembre
Porto di Barletta, arriva l'ok per il prolungamento dei moli foranei Porto di Barletta, arriva l'ok per il prolungamento dei moli foranei La nota del senatore Dario Damiani
5 Sequestrati oltre 55mila litri di carburante nel porto di Barletta Sequestrati oltre 55mila litri di carburante nel porto di Barletta Controllati due mezzi al varco doganale: maggiori controlli in vista del G7
Dragaggio fondale del porto di Barletta, in azione la seconda draga Dragaggio fondale del porto di Barletta, in azione la seconda draga Si punta ad accorciare i tempi di realizzazione dell'opera
Esercitazione antincendio e di sicurezza nel porto di Barletta Esercitazione antincendio e di sicurezza nel porto di Barletta È stato simulato un “attentato esplosivo ad un Deposito Costiero"
Al via i lavori del dragaggio del porto di Barletta Al via i lavori del dragaggio del porto di Barletta In azione la draga, l'annuncio social del presidente del gruppo Pd in consiglio regionale Filippo Caracciolo
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.