Viaggiatori Attesa
Viaggiatori Attesa
Territorio

Partire è come morire, qualche volta si

Nelle stazioni bisognerebbe servirsi di segnali luminosi a beneficio dei non udenti. Una vita troncata in quel modo, fa veramente rabbia.

E' struggente veder partire i propri cari, quando si sa che non si potranno rivedere presto, e quel senso melanconico lo si intuisce anche nelle oleografie, in cui sono riprodotti treni, per lo più a vapore e dal pennacchio bianco, che sembrano perdersi in uno spazio senza orizzonti.

Tutto ciò si svolge su un palcoscenico, abbastanza insolito come luogo teatrale, ma popolato da una umanità variegata perché portatrice di sentimenti di varia natura. Qui si incrociano affanni, dolore, gioia, esultanza, insoddisfazione, la stanchezza del lavoro e l'applicazione allo studio, che hanno un'anima e un corpo, e diventano protagonisti di una recita che si rappresenta, senza intervalli, in una qualunque stazione del nostro paese.

Sembrerebbe, a prima vista, un luogo di fascino e di sogni, invece è caratterizzato da pericolose situazioni che possono risultare pregiudizievoli per l'incolumità delle persone, creando, così, sensazioni di grande angoscia per fatti molto cruenti, a cui si assiste impietriti e attoniti. E' un avvenimento, non frequente, che ripropone però il problema della sicurezza dei viaggiatori all'interno dei locali della stazione e sui marciapiedi, antistanti i binari, sui quali transitano i treni ora più che veloci oppure quelli che si apprestano a fermarsi per consentire la salita o la discesa dei viaggiatori.

Se è vero che, quasi, tutte le stazioni sono dotate di sottopassaggi per permettere ai viaggiatori di accedere ai treni previo stazionamento sui marciapiedi, è anche vero che è possibile l' attraversamento dei binari ai fini di raggiungere altri binari, per cui, se non è fattibile la realizzazione di reali impedimenti, si potrebbe far ricorso all'utilizzazione di amplificatori, non solo, per comunicare, come avviene ora, l'arrivo dei treni per gli udenti bensì di servirsi di segnali luminosi, a beneficio di coloro che non odono, al fine di impedire loro incauti attraversamenti di binari, suscettibili di concludersi nella maniera più tragica. Una vita troncata in quel modo, fa veramente rabbia.

Emanuele Porcelluzzi
  • Stazione ferroviaria
  • Situazione di pericolo
  • Sottopassaggio
Altri contenuti a tema
1 «Con l’arrivo dell’estate via Vitrani la sera diventa una pista da corsa» «Con l’arrivo dell’estate via Vitrani la sera diventa una pista da corsa» La testimonianza di una lettrice, quasi investita da una bici elettrica
Aggressione su Frecciarossa, gli agenti arrestano 34enne nella stazione di Barletta Aggressione su Frecciarossa, gli agenti arrestano 34enne nella stazione di Barletta Intervengono Polizia e Carabinieri: il giovane originario della provincia di Lecce è ritenuto responsabile di violenza, minacce, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale
Lavori di riqualificazione della stazione di Barletta, il commento del sindaco Cannito Lavori di riqualificazione della stazione di Barletta, il commento del sindaco Cannito La nota del primo cittadino
Lavori alla stazione di Barletta, Damiani: «Un altro impegno mantenuto» Lavori alla stazione di Barletta, Damiani: «Un altro impegno mantenuto» «Notevoli benefici ai servizi indispensabili come i trasporti»
1 Partono i lavori per migliorare l’accessibilità e il decoro della stazione di Barletta Partono i lavori per migliorare l’accessibilità e il decoro della stazione di Barletta 7,2 milioni di euro di investimento: previsti anche nuovi ascensori. Fine dei lavori prevista per il primo semestre del 2025
Trolley "sospetto" in via Vittorio Veneto, intervengono gli artificieri: è falso allarme Trolley "sospetto" in via Vittorio Veneto, intervengono gli artificieri: è falso allarme Monitoraggio terminato
Biglietti, allarmi e sicurezza: «Attenzione a non cadere nella trappola dell’emulazione» Biglietti, allarmi e sicurezza: «Attenzione a non cadere nella trappola dell’emulazione» Dopo gli episodi accaduti in pochi giorni a Trani, Barletta, Bari e Andria, ne parliamo con il comandante dei Carabinieri Massimiliano Galasso
Allarme bomba a Trani, Barletta e Palese: si indaga per terrorismo Allarme bomba a Trani, Barletta e Palese: si indaga per terrorismo Aperto fascicolo contro ignoti da parte della DDA di Bari
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.