Passaggio a livello
Passaggio a livello
La città

Opere sostitutive al passaggio a livello, il sindaco incontra Italferr e imprese

Illustrati gli aspetti tecnici per portare a compimento il passaggio pedonale temporaneo

Si è svolta questa mattina a Palazzo di Città una conferenza di servizio tra il sindaco Cosimo Cannito, gli assessori Gennaro Calabrese (Lavori Pubblici), Lucia Ricatti (Manutenzioni urbane), i dirigenti comunali di competenza, una delegazione di Italferr S.p.A. Area Centro Sud guidata dall'ing. Natale Bevacqua e i tecnici dell'azienda aggiudicatasi l'appalto per la realizzazione delle opere sostitutive dei passaggi a livello, rappresentata dall'ing. Giorgio Boscarol. All'ordine del giorno lo stato dell'iter operativo del programma.

Durante la riunione sono stati illustrati gli aspetti tecnici per portare celermente a compimento il passaggio pedonale temporaneo di collegamento tra la zona del cantiere di via Andria e via Filannino. Il progetto allo studio si origina dal protocollo d'intesa siglato dall'Ente comunale e Ferrotramviaria S.p.A. lo scorso 15 novembre ed è supportato dalla convenzione formalizzata con la IP Italiana Petroli, proprietaria del suolo su via Andria dove sarà aperto il varco per sistemare la struttura provvisoria. Il progetto, quando esecutivo, sarà validato e autorizzato definitivamente dalla Ferrotramviaria S.p.A. in tempi coerenti con l'urgenza già segnalata dalla locale Amministrazione interpretando il disagio dei cittadini residenti. L'occasione ha consentito agli amministratori di dar conto anche dello stato dei lavori nel cantiere del sottopassaggio pedonale, corredato di ascensori, che collegherà via Milano con via Fracanzano, in merito al quale si punta alla consegna e apertura all'inizio del nuovo anno. Sono state esaminate e individuate le soluzioni alle potenziali criticità per evitare il ripetersi degli inconvenienti già riscontrati nel sottovia Pertini, in particolare in tema di pavimentazione e di tutela dell'impianto di illuminazione da possibili vandalismi. Completano il bilancio positivo della conferenza di servizio l'assenso di Italferr S.p.A., auspicabilmente replicato da Ferrotramviaria S.p.A., alla variazione di progetto che privilegia, per le opere sostitutive di via Andria e via Vittorio Veneto, la tecnica di scavo a cielo aperto, più idonea per minimizzare i tempi, quindi l'intesa raggiunta sulla gestione dell'impianto semaforico attivo in via Scuro.

«Siamo consapevoli – ha dichiarato il sindaco Cannito – della complessità e delicatezza che attengono alla realizzazione di queste nuove opere e dei disagi che comportano per tutta la comunità, a cominciare dai residenti in prossimità del cantiere di via Andria e via Vittorio Veneto che vivono una condizione di irrazionale isolamento. Dobbiamo misurarci con tanti nodi da sciogliere, e anche quelli in apparenza trascurabili richiedono la convergenza delle parti che con puntualità l'Amministrazione comunale sta coinvolgendo per garantire la qualità e la sicurezza delle opere. La conferenza di servizi odierna è servita per definire e, possibilmente accelerare, le nuove fasi del cronoprogramma e in particolare quelle inerenti l'attraversamento pedonale che congiungerà via Andria con via Filannino, ma anche per adottare soluzioni in grado di attribuire più funzionalità alle opere già terminate e a quelle di imminente ultimazione, cercando sempre l'impatto sostenibile dei lavori con il sistema urbano ancora diviso dal tracciato ferroviario».
  • Cosimo Cannito
Altri contenuti a tema
Scomparsa del dottor Ruggiero Dimiccoli, il cordoglio del sindaco Cannito Scomparsa del dottor Ruggiero Dimiccoli, il cordoglio del sindaco Cannito Domani, 18 gennaio, alle ore 11:00 si svolgeranno i funerali presso la Basilica del Santo sepolcro
1 Capitale italiana della cultura 2021, l'incontro tra Cannito e Bottaro Capitale italiana della cultura 2021, l'incontro tra Cannito e Bottaro Cannito ha riferito di volersi confrontare con la maggioranza e con l’opposizione
1 Barletta e Trani rivali per la capitale italiana della cultura Barletta e Trani rivali per la capitale italiana della cultura Il sindaco Cannito dichiara che non deve chiedere il permesso a nessuno, né a Lodispoto né a Bottaro
Azienda in fiamme, sindaco di Barletta: «Tenete le finestre chiuse» Azienda in fiamme, sindaco di Barletta: «Tenete le finestre chiuse» In via prudenziale è il consiglio rivolto ai residenti della zona, quella industriale, ma anche ai margini della stessa
Un appello al sindaco Cannito firmato da giovani cittadine di Barletta Un appello al sindaco Cannito firmato da giovani cittadine di Barletta «Il nostro ruolo sociale non può essere trattato con la leggerezza e il sarcasmo che ha caratterizzato la vicenda»
Ex convento di San Domenico, parte integrante della biblioteca di Barletta Ex convento di San Domenico, parte integrante della biblioteca di Barletta I locali ospiteranno la sede dell'Archivio della Resistenza e la sezione di Barletta della Società di Storia Patria per la Puglia
"Boldini, l'incantesimo della pittura": presentata la nuova mostra "Boldini, l'incantesimo della pittura": presentata la nuova mostra Cannito: «Ci riempie di orgoglio essere fra le prestigiose sedi italiane che ospitano questo prezioso patrimonio»
Terremoto in Albania, una nota del sindaco di Barletta Terremoto in Albania, una nota del sindaco di Barletta Cannito: «Vicinanza alle comunità e ai sindaci di Tirana e di Fier»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.