Ambiente campagna
Ambiente campagna
Territorio

Omertà, la natura violentata dall’uomo

Quando l’ambiente è alla mercé di interessi personali

Ancora un'altra beffa ai danni dell'ambiente: i militari della Guardia di Finanza di Barletta hanno sottoposto a sequestro un'area di circa 18 mila metri quadrati dove erano stati realizzati quattro capannoni industriali destinati ad autorimesse e depositi, oltre a un'attività abusiva di officina meccanica, autodemolizione e gestione non autorizzata di rifiuti.
Un altro ingrato scempio per le campagne di Barletta, un altro pugno nell'occhio per chi crede nella bellezza dei paesaggio pugliese. Purtroppo sono storie di tutti i giorni: l'abusivo edilizio è una realtà sottaciuta, oggetto di un'omertà ormai ridicola. E tanta, tantissima è l'incompetenza nella gestione dei rifiuti – molto spesso pericolosi e difficilmente smaltibili (vedi l'episodio che in questi giorni ha interessato l'agro di Canne della Battaglia). Non solo discariche a cielo aperto, ma anche dislocati episodi di abbandono di rifiuti ingombranti: a chi non è mai capitato di camminare per strade "ammobiliate" con divani sfoderati, frigoriferi squartati, cucine a gas e suppellettili di vario genere.

Nel caso dell'officina abusiva la situazione è aggravata dall'abuso di territori campestri di dominio pubblico, sfruttati per perseguire fini privati. A ciò ovviamente si aggiunge lo scempio gratuito di un territorio che appartiene a tutti noi, che è fatto di colori e sensazioni. Un territorio marchiato a fuoco dall'inciviltà di alcuni e dal silenzio di molti.

Non solo la tutela dell'ambiente, ma a muoverci deve essere anche il nostro personale senso di sicurezza: l'abusivismo è strettamente correlato all'assenza di messa a norma e all'utilizzo di materiali non certificati. Il pericolo viaggia su due binari paralleli: l'irrimediabile danno paesaggistico e l'ancor più grave delitto ai danni della nostra salute.
  • Attività Abusiva
  • Ambiente
  • Abuso edilizio
Altri contenuti a tema
1 Monitoraggio ambientale, a Barletta 19 nuovi piezometri Monitoraggio ambientale, a Barletta 19 nuovi piezometri I piezometri sono dei pozzi che consentono di prelevare campioni di acqua a diverse profondità
Mille borracce ecologiche per la scuola "Fieramosca" di Barletta Mille borracce ecologiche per la scuola "Fieramosca" di Barletta L'iniziativa è stata realizzata dal Comune con il contributo della Bar.S.A.
Parte la consegna di 1600 borracce “green” nelle scuole di Barletta Parte la consegna di 1600 borracce “green” nelle scuole di Barletta Inizierà domani la promessa distribuzione delle borracce, toccando in tre giorni diversi plessi
Lapidi abbandonate ad Ariscianne, individuati e denunciati i responsabili Lapidi abbandonate ad Ariscianne, individuati e denunciati i responsabili Prescrizioni anche per azienda di Trani che provocò emissioni moleste ad agosto
A Barletta saranno piantati 15 esemplari di albero imperatrice A Barletta saranno piantati 15 esemplari di albero imperatrice Il consigliere Dileo illustra le caratteristiche della "Paulownia tomentosa"
Monitoraggio qualità aria, nuova collocazione per una centralina Monitoraggio qualità aria, nuova collocazione per una centralina I dati saranno resi noti da Arpa Puglia che elaborerà i dati rilevati in viale Leonardo Da Vinci
Nuova vita ai rifiuti, ScartOff di Barletta presenta il progetto “Loop” Nuova vita ai rifiuti, ScartOff di Barletta presenta il progetto “Loop” L'associazione culturale ScartOff parteciperà alle "Giornate Ecologiche 2019"
2 Vendita abusiva di pesce sui marciapiedi di via Vitrani, scatta il sequestro Vendita abusiva di pesce sui marciapiedi di via Vitrani, scatta il sequestro La Polizia locale di Barletta ha sequestrato ben 120 kg di prodotti ittici anche in via Chieffi e via Milite Ignoto
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.