Ristorante
Ristorante
Scuola e Lavoro

Misure anti-Covid, la Confcommercio fornisce agli esercenti i cartelli da esporre

Carriera: «Abbiamo approntato un vademecum per cittadini e commercianti»

Sono in distribuzione nei pubblici esercizi interessati dalle regole del nuovo Dpcm del 18 ottobre scorso da parte della Confcommercio i cartelli da esporre all'ingresso del locale che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nella propria attività. Ma questa è solo una delle indicazioni contenute nel Decreto entrato in vigore nelle scorse ore.

Per fare ulteriore chiarezza nella giungla di disposizioni, il Direttore di Confcommercio Bari –Bat, Leo Carriera, ha approntato una sorta di vademecum per cittadini e commercianti:
  • le attività dei servizi di ristorazione (i) con consumo al tavolo, sono consentite dalle 5.00 sino alle ore 24.00 e con un massimo di 6 persone per singolo tavolo, (ii) senza consumo al tavolo fino alle 18.00. E' obbligatorio esporre un cartello con l'indicazione del numero massimo di persone ammesse, in base ai protocolli di sicurezza, contemporaneamente nei locali e resta confermata la possibilità di effettuare il delivery senza limiti di orario mentre il take away solo fino alle 24.00; restano altresì consentite le attività delle mense e il catering continuativo su base contrattuale;
  • restano aperti senza limiti di orario gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande presso ospedali, aeroporti e, da oggi, anche quelli presso le aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo le autostrade;
  • dalle ore 8.00 alle 21.00 sono consentite le attività delle sale giochi, sale scommesse e sale bingo;
  • resta invariata l'apertura degli stabilimenti balneari rispetto al DPCM previgente;
  • restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso;
  • è vietato lo svolgimento di feste nei luoghi al chiuso e all'aperto, con eccezione delle feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, rispetto alle quali rimane confermato il limite di partecipazione massima di 30 persone;
  • sono vietate le sagre e le fiere ma restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale;
  • sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali con eccezione di quelle che si svolgono in modalità a distanza;
  • è confermato l'obbligo di portare sempre con sé la mascherina e di indossarla nei luoghi chiusi e in tutti i luoghi all'aperto in cui non sia possibile garantire l'"isolamento" rispetto a persone non conviventi;
  • sarà possibile disporre, dopo le 21.00, la chiusura al pubblico di vie o piazze nei centri urbani ove si possono creare assembramenti, consentendo l'accesso solo agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.
Si ricorda che, ai sensi del combinato disposto di cui all'art. 2, del D.L. n. 33/2020, e all'art. 4 del D.L. n. 19/2020, le violazioni delle misure restrittive imposte con la decretazione d'urgenza in commento potranno esser punite:
  • con una sanzione amministrativa pecuniaria (da 400 a 1.000 euro);
  • e, per quanto riguarda le categorie rappresentate, con la sanzione accessoria della chiusura dell'esercizio o dell'attività (da 5 a 30 giorni), oltre a poter portare alla configurazione di gravi ipotesi di reato, come i delitti colposi contro la salute pubblica di cui all'art. 452 c.p. (cfr. Circolare Ministero dell'Interno n. 1530/117).
«Abbiamo approntato un vademecum per cittadini e commercianti sperando di fare un po' di chiarezza rispetto alle tante regole a cui gli esercizi pubblici sono chiamati e confidiamo nella collaborazione dei consumatori affinchè insieme si rispettino tutte le misure anti contagio. È il momento della responsabilità collettiva perché l'emergenza sanitaria non diventi ancor di più un'emergenza economico-finanziaria», conclude Carriera.
  • Confcommercio
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

1865 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid, 25 casi nella BAT e nessun decesso Covid, 25 casi nella BAT e nessun decesso I casi positivi di oggi sono 232 in Puglia
Covid, a Barletta il 68% dei cittadini ha ricevuto la prima dose di vaccino Covid, a Barletta il 68% dei cittadini ha ricevuto la prima dose di vaccino Nella provincia Bat il 50% ha completato il ciclo vaccinale
Covid, oggi 248 nuovi casi in Puglia e 35 nella Bat Covid, oggi 248 nuovi casi in Puglia e 35 nella Bat Si rialza la curva del contagio, ma non si registrano decessi
In Puglia i vaccini anti-Covid arriveranno presto in farmacia In Puglia i vaccini anti-Covid arriveranno presto in farmacia Adesso si lavorerà sulle modalità di somministrazione
Nuova ondata pandemica? Risponde l'assessore Lopalco Nuova ondata pandemica? Risponde l'assessore Lopalco «La variante delta si sta sviluppando tra adolescenti e giovani adulti. Vacciniamoci»
Casi Covid in aumento nella Bat, sono 42 i nuovi positivi Casi Covid in aumento nella Bat, sono 42 i nuovi positivi Nelle ultime 24 ore sono stati 151 i nuovi casi in Puglia
Continuano le vaccinazioni nell'Asl Bt anche tra i 12 e i 19 anni Continuano le vaccinazioni nell'Asl Bt anche tra i 12 e i 19 anni Il 95% dei soggetti tra gli 80 e gli 89 anni ha ricevuto la prima dose
Completata la squadra dei vice presidenti di Confcommercio Bari-Bat Completata la squadra dei vice presidenti di Confcommercio Bari-Bat «Un'unica parola d'ordine che è resilienza» dice il presidente Alessandro Ambrosi
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.