Treno
Treno
Territorio

Maggiore presenza delle forze dell'ordine sui treni in Puglia

Un accordo con Trenitalia per migliorare la sicurezza

Sinergia tra capitreno e agenti delle Forze dell'Ordine per avere più sicurezza a bordo dei treni regionali pugliesi. Questo l'obiettivo dell'accordo siglato ieri mattina dall'Assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, dai rappresentanti delle Forze dell'Ordine e da Trenitalia Puglia.

Il protocollo prevede che gli agenti di pubblica sicurezza possano viaggiare su tutti i treni regionali beneficiando di una tariffa agevolata valida per gli abbonamenti. Una volta saliti sul treno, gli agenti si registrano su una APP per segnalare al capotreno la loro presenza a bordo. In caso di necessità il capotreno potrà così inviare loro, attraverso un click, una richiesta di intervento e avvalersi di un supporto delle Forze dell'Ordine per contrastare eventuali reati. Trenitalia, insieme a Regione Puglia, monitorerà nei prossimi mesi l'efficacia del modello che sarà attivo dal prossimo febbraio.

Per la Polizia di Stato era presente il questore di Bari Carmine Esposito, per la Guardia di Finanza il generale di divisione Vito Augelli, per l'Arma dei Carabinieri il Generale di Brigata Alfonso Manzo e per la Polizia Penitenziaria il Commissario Capo Alessio Mercurio. Per Trenitalia ha firmato Fabio Cardi.

"Questo servizio - ha detto l'assessore Giannini - è già operativo per le altre ferrovie concesse. Trenitalia nel 2015 quando partì il nuovo contratto di servizio, non intese rinnovarlo. Oggi abbiamo sottoscritto un nuovo protocollo che garantirà la presenza delle forze dell'ordine sul treno o sul bus con un livello maggiore di sicurezza, nel senso che all'occorrenza. Il capotreno che sarà informato della presenza del componente delle forze dell'ordine, chiamerà attraverso un contatto con un cellulare il poliziotto, il carabiniere, il finanziere o l'agente della polizia penitenziaria che interverrà nelle occasioni in cui viene messo in pericolo l'ordine pubblico. E' un servizio perché la scontistica viene riconosciuta per la prestazione di un servizio che i componenti delle forze di polizia assicurano, perché hanno funzioni tali da assicurare gli interventi".
  • Trenitalia
Altri contenuti a tema
Più sicurezza sui treni, accordo Regione Puglia-Trenitalia e Forze dell'ordine Più sicurezza sui treni, accordo Regione Puglia-Trenitalia e Forze dell'ordine Dal 25 infatti gli agenti potranno viaggiare a condizioni particolarmente vantaggiose
3 Fermata Frecciargento a Barletta, il senatore Quarto: «Un incontro positivo» Fermata Frecciargento a Barletta, il senatore Quarto: «Un incontro positivo» «L’aggiunta di una fermata agevolerebbe gli spostamenti verso la Capitale»
1 Maggiori treni in Puglia, De Mucci ringrazia il senatore Damiani Maggiori treni in Puglia, De Mucci ringrazia il senatore Damiani «Sempre in campo per rendere minimi i disagi dei viaggiatori provenienti anche dalla provincia Bat»
1 Temperature altissime, sul treno Bari-Barletta in condizioni disumane Temperature altissime, sul treno Bari-Barletta in condizioni disumane Il video di un pendolare: «Questo è lo stato in cui dobbiamo viaggiare dopo aver speso 80 euro per l'abbonamento»
7 Treni fatiscenti e troppi disagi, abbandonata la linea Barletta-Spinazzola Treni fatiscenti e troppi disagi, abbandonata la linea Barletta-Spinazzola La denuncia dei consiglieri regionali del M5S Antonio Trevisi e Grazia Di Bari
6 Treni cancellati tra Foggia e Barletta il 24 e 25 giugno Treni cancellati tra Foggia e Barletta il 24 e 25 giugno Lavori in corso sulla direttrice Adriatica: sabato e domenica ci saranno bus sostitutivi
5 Trasporto ferroviario nella Bat, si mobilitano anche i sindacati Trasporto ferroviario nella Bat, si mobilitano anche i sindacati Deleonardis, Boccuzzi e Posa: «Pronti ad iniziative per indurre Trenitalia a rimodulare alcune scelte»
11 «Zimbelli di Puglia», Forza Italia interviene sulla mancata fermata del Frecciarossa «Zimbelli di Puglia», Forza Italia interviene sulla mancata fermata del Frecciarossa Una nota congiunta di Damiani, Ceto e Dicuonzo
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.