Pino via Vittorio Veneto
Pino via Vittorio Veneto
La città

La Soprintendenza si attiva sulla vicenda del pino secolare di Barletta

L'Ente è stato sollecitato nei giorni scorsi dalla Consulta per la salvaguardia dell’ambiente

«La Consulta comunale per la "Salvaguardia dell'ambiente, del territorio e dei beni culturali, ambientali e architettonici", quale istituto di partecipazione che funge da collegamento tra componenti dell'assise consiliare, istituzioni locali, cittadini e forme associative iscritte all'albo comunale, nell'ambito delle proprie funzioni, negli scorsi giorni, si è prontamente attivata per sollecitare la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio BAT- Foggia, nonché l'Amministrazione Comunale, ad effettuare ogni opportuno accertamento per la salvaguardia del pinus pinea secolare (detto pino domestico), divenuto ormai noto alla comunità barlettana perché oggetto di un provvedimento giudiziario che ne dispone l'abbattimento». A comunicare un primo riscontro della Soprintendenza è l'avvocato Massimiliano Vaccariello, presidente della Consulta per la salvaguardia dell'ambiente, del territorio e dei beni culturali, ambientali e architettonici.

«In sostanza - prosegue - alla luce di quanto è emerso dalle testate giornalistiche, ma ancor prima dalle informazioni assunte dalle locali associazioni di volontariato, il provvedimento di abbattimento emanato dal Tribunale di Trani parrebbe quantomeno sproporzionato all'effettivo stato dell'albero in questione. Pertanto, la consulta ha ritenuto doveroso intervenire tempestivamente per richiamare, in primis il governo locale, ad un'attenzione consona alla tutela del comune patrimonio arboreo.

L'istanza formulata lo scorso 23 dicembre 2020 dalla consulta ha ricevuto riscontro in data odierna con il quale la summenzionata Soprintendenza ha precisato e comunicato che "In considerazione che l'area in cui è ubicato il suddetto albero è in prossimità dell'area ex distillerie, sottoposta a tutela diretta ai sensi della Parte II del Codice dei beni culturali e del paesaggio, si chiede a codesto Ente di voler fornire alla Scrivente i dati catastali dell'are in cui ricade l'albero secolare in questione, per gli eventuali accertamenti di competenza di questa Soprintendenza".

In attesa che adesso si pronunci l'Amministrazione Comunale, che in accoglimento delle istanze associative ha già sospeso il precedente ordine di abbattimento ad opera della Bar.S.A. S.p.A., la consulta continuerà a svolgere la propria attività di sentinella della vicenda e più in generale del nostro territorio».
  • Verde pubblico
Altri contenuti a tema
Pino di via Vittorio Veneto, Legambiente: «La partita è ancora aperta» Pino di via Vittorio Veneto, Legambiente: «La partita è ancora aperta» La sezione barlettana dell'associazione: «Nonostante il pino non sia ancora salvo, nulla é perduto»
Via Vittorio Veneto, la Soprintendenza: «Nessun vincolo per il pino secolare di Barletta» Via Vittorio Veneto, la Soprintendenza: «Nessun vincolo per il pino secolare di Barletta» Rigettata la richiesta della Consulta barlettana, si attende la pronuncia del giudice
3 Via Tatò, Cannito: «Ci saranno la scuola e un’area verde e le realizzerà il Comune» Via Tatò, Cannito: «Ci saranno la scuola e un’area verde e le realizzerà il Comune» L'intervento del primo cittadino dopo la revoca della concessione dell'area verde
3 La Nuova Aurora replica su via Tatò: «Non subiremo passivamente questa immotivata revoca» La Nuova Aurora replica su via Tatò: «Non subiremo passivamente questa immotivata revoca» La società interviene dopo la revoca della convenzione di adozione dell'area verde
3 Via Tatò, si sapeva dal 2009 che lì sarebbe nata una scuola Via Tatò, si sapeva dal 2009 che lì sarebbe nata una scuola Dopo aver concesso l'area verde in adozione il Comune l'ha revocata
13 No verde pubblico, su via Michele Tatò il Comune ci ripensa in due giorni No verde pubblico, su via Michele Tatò il Comune ci ripensa in due giorni Revocata l’adozione aggiudicando la gara per il cantiere di una scuola materna, ma il quartiere si ribella
1 Verde pubblico, il Comune regola i conti a fine 2020 Verde pubblico, il Comune regola i conti a fine 2020 Quasi 33mila euro per interventi sulle aree verdi cittadine
5 Arriva la tutela monumentale per il pino di Barletta: «È stato riscritto il finale» Arriva la tutela monumentale per il pino di Barletta: «È stato riscritto il finale» Legambiente: «Non è ancora certezza matematica, ma crediamo fortemente nel lieto fine»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.