La notte è giovane, vaccinazioni a Barletta
La notte è giovane, vaccinazioni a Barletta
La città

“La notte è giovane”, i giovani di Barletta in fila per vaccinarsi di sabato sera

Un po' di confusione ha indotto a credere che si trattasse di un open day vaccinale

File di ragazzi in coda di sabato sera. Nulla di nuovo, se non fosse che questa volta i giovani barlettani sono in attesa di vaccinarsi. In tantissimi, infatti, hanno aderito all'iniziativa "La notte è giovane", le tre notti dedicate alle vaccinazioni anti-Covid destinate ai pugliesi di età compresa tra i 12 e 19 anni. Le prenotazioni sono state effettuate attraverso il sito "Lapugliativaccina", nonché presso i CUP e i FarmaCup da parte dei genitori, tutori, affidatari dei minori, che hanno scaricato la modulistica da compilare e consegnare ai punti vaccinali.
Qualcuno, tuttavia, ha erroneamente pensato che si trattasse di un open day vaccinale. La confusione, probabilmente, è stata data dall'iniziativa che si è tenuta questa mattina sempre al Paladisfida. Per placare gli animi di tutti coloro che intendevano vaccinarsi senza prenotazioni, sono intervenuti Carabinieri e Polizia. Placati gli animi della folla inferocita, anche i più titubanti o i più paurosi del siero (ovviamente con regolare prenotazione a seguito), spinti dai propri coetanei, hanno mostrato intraprendenza e spirito di adattamento.

«Sono qui – ha dichiarato Martina, barlettana di 16 anni - di mia spontanea volontà. Il mio pensiero è che se ognuno facesse la sua parte, potremmo tornare a vivere serenamente, senza paure di quarantene e tamponi positivi».

«So perfettamente – aggiunge Antonio, 13 anni – che il vaccino non mi dona l'immunità. Sebbene i miei genitori fossero titubanti, li ho convinti che fosse la cosa migliore per tutelare me stesso e chi voglio bene».

Intervistato, il dottor Salvatore Russo, ha voluto ribadire l'importanza dei vaccini anche nei soggetti più piccoli. «È importante vaccinare i minori e i più piccoli per raggiungere l'immunità di gregge, per poter avere il maggior numero di persone vaccinate. Per ridurre la circolazione del virus, dunque, è necessario vaccinare tutte quelle fasce di età che non erano ancora state raggiunte».

«I vaccinati – ha concluso il medico – possono sì continuare a infettarsi. Quello che si sta vedendo, soprattutto con la variante omicron, dimostra come i contagi si manifestino in forma meno frequente e grave, contrariamente a quello che accade ai non vaccinati».
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Vaccinazioni
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

2066 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, meno di 600 casi nelle ultime ore Covid in Puglia, meno di 600 casi nelle ultime ore Stabili i dati sugli attualmente positivi e sui ricoveri
Vaccini, Asl Bt: 63% della popolazione ha ricevuto la terza dose Vaccini, Asl Bt: 63% della popolazione ha ricevuto la terza dose La città con la più elevata percentuale di dosi di richiamo effettuate è Trani
Covid in Puglia, il numero dei ricoverati scende intorno ai 400 Covid in Puglia, il numero dei ricoverati scende intorno ai 400 Calano ancora gli attualmente positivi
Covid in Puglia, calo sensibile degli attualmente positivi Covid in Puglia, calo sensibile degli attualmente positivi Oltre 40 mila guariti rilevati nelle ultime ore
1 Covid in Puglia, scende ancora il dato dei ricoveri Covid in Puglia, scende ancora il dato dei ricoveri Meno di 2000 casi positivi nelle ultime 24 ore
Covid in Puglia, diminuisce ancora la curva dei contagi Covid in Puglia, diminuisce ancora la curva dei contagi Ricoveri in calo, 814 casi positivi nelle ultime ore
Covid in Puglia, 13% di positività ai test nelle ultime ore Covid in Puglia, 13% di positività ai test nelle ultime ore Sempre in discesa il dato dei ricoverati
Covid, meno di 90 mila attualmente positivi in Puglia Covid, meno di 90 mila attualmente positivi in Puglia 7 decessi registrati nelle ultime ore
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.