Distanziamento o movida?
Distanziamento o movida?
Cronaca

Il «rischio calcolato» di Barletta, ancora assembramenti in centro

Decine i ragazzi riversi nel centro storico al di fuori dei locali che normalmente ospitano la movida barlettana

Elezioni Regionali 2020
«Affrontiamo un rischio calcolato, ma dobbiamo ripartire». Le ha introdotte così il Premier Giuseppe Conte le misure che, a partire da domani, regoleranno la nostra nuova "normalità".

Chissà se il Governo ha calcolato anche il tasso di irresponsabilità che attanaglia molti cittadini, non solo (purtroppo) della città di Barletta. Non vorremmo farlo, ma siamo costretti a documentare ancora una volta atteggiamenti che con il senso di responsabilità non hanno nulla a che vedere.

Decine, anche questa sera, i ragazzi riversi nel centro storico al di fuori dei locali che normalmente ospitano la movida barlettana. Così, mentre domani bar e ristoranti dovranno ridurre drasticamente il numero di coperti per garantire la distanza interpersonale di almeno un metro, sono in tanti a fingere che il problema non riguardi anche loro.

La "Fase 2" affida una porzione importante delle sorti dell'intero Paese alla responsabilità personale di ciascuno e, ad ogni modo, non deroga in alcun modo al divieto di assembramenti e all'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

«Raccomandiamo di portare sempre la mascherina – ha aggiunto ieri sera il Presidente del Consiglio dei Ministri – di indossarla sempre al chiuso, e anche all'aperto se c'è il rischio o l'impossiblità di rispettare le distanze». Consigli che a Barletta non hanno trovato terreno fertile.

Se è vero che l'indignazione alla visione di queste immagini è costante, cresce allo stesso modo l'intolleranza alle restrizioni, come se il basso tasso di contagi nei nostri territori renda i cittadini immuni da qualsiasi virus, anche da quello del buon senso.
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

764 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid-19, altri 9 casi in Puglia. Si registra un decesso nel foggiano Covid-19, altri 9 casi in Puglia. Si registra un decesso nel foggiano Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 865 test
Coronavirus, 8 contagi in Puglia: sei solo nel foggiano Coronavirus, 8 contagi in Puglia: sei solo nel foggiano Il direttore generale dell'Asl Foggia, Vito Piazzolla: «Situazione sotto controllo»
Viaggi in treno, il ministro Speranza: «Obbligo di mascherina e distanziamento» Viaggi in treno, il ministro Speranza: «Obbligo di mascherina e distanziamento» Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l'ordinanza con cui si impedisce di occupare tutti i posti sui convogli
1 Covid-19, brusco aumento dei contagi: focolaio nel foggiano Covid-19, brusco aumento dei contagi: focolaio nel foggiano Nelle ultime 24 ore si registrano 20 casi positivi al Coronavirus
Coronavirus, 2 nuovi casi in Puglia. Sta bene il bimbo di 4 mesi Coronavirus, 2 nuovi casi in Puglia. Sta bene il bimbo di 4 mesi Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1862 test
Covid-19, tre nuovi casi su 2441 test: tutti nel leccese Covid-19, tre nuovi casi su 2441 test: tutti nel leccese Nelle ultime 24 ore non si sono registrati decessi
Emergenza sangue, l’appello del sindaco Cannito ai barlettani a donare Emergenza sangue, l’appello del sindaco Cannito ai barlettani a donare «Io vi prego di donare perché quella sacca di sangue può servire a salvare una vita»
Covid-19, 10 nuovi casi in Puglia. «Sotto controllo» il focolaio leccese Covid-19, 10 nuovi casi in Puglia. «Sotto controllo» il focolaio leccese Nelle ultime 24 ore sono stati registrati  2454 test
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.