Bilancio
Bilancio
Bandi e concorsi

Il bando della Camera di Commercio di Bari per le imprese

Si tratta di contributi a fondo perduto da mille a dieci mila euro a testa

Si chiama "Contributi alle Micro Piccole e Medie Imprese (MPMI) della circoscrizione territoriale di competenza della Camera di Commercio I.A.A. di Bari per contrastare le difficoltà finanziarie in considerazione degli effetti dell'emergenza sanitaria da COVID – 19", il bando indetto dalla Camera di Commercio di Bari allo scopo di supportare le imprese in questa fase economica caratterizzata da un'estrema criticità.

Il Bando prevede lo stanziamento di € 10.000.000 da destinare alle MPMI sotto forma di contributi a fondo perduto, concessi ai sensi del recente D.L. 19 maggio 2020 n. 34 recante "Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonché di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19", che consente anche alle Camere di Commercio di poter realizzare, durante il 2020, specifici interventi volti a contrastare le difficoltà finanziarie.

L'entità del contributo è determinata nella misura del 80% del valore della perdita di fatturato considerata raffrontando il fatturato/corrispettivi del periodo Marzo-Aprile 2019 rispetto a quello dello stesso periodo dell'anno 2020, con un minimo erogabile pari a € 1.000,00 e un massimo di € 10.000,00.

Per le sole imprese operanti nel settore turistico- alberghiero, di cui ai Codici Ateco 2007 indicati nel Bando, l'importo minimo del contributo erogabile sarà pari ad € 500,00 e quello massimo di € 10.000,00.

Le imprese in possesso del rating di legalità usufruiranno di una premialità a seconda del numero di stelle attribuite dall'AGCM.

Il bando "a sportello" è rivolto alle imprese micro, piccole e medie (MPMI) aventi sede legale o unità locale operativa nella circoscrizione territoriale di competenza della CCIAA di Bari, iscritte nel Registro delle Imprese, attive ed in regola con il pagamento del diritto annuale.

Sono ammissibili tutti i settori economici ad esclusione di:
1. fabbricazione, lavorazione o distribuzione del tabacco;
2. attività che implichino l'utilizzo di animali vivi a fini scientifici e sperimentali;
3. pornografia, gioco d'azzardo, ricerca sulla clonazione umana;
4. attività di puro sviluppo immobiliare;
5. attività di natura puramente finanziaria (p. es. attività di trading di strumenti finanziari).

Sono, altresì, escluse le richieste di contributo provenienti da imprese aventi attività primaria e/o secondaria rientranti nei seguenti codici Ateco:
- farmacie (Ateco 47.73.10);
- parafarmacie (Ateco 47.73.20);
- ipermercati (Ateco 47.11.10);
- supermercati (Ateco 47.11.20);
- discount di alimentari (Ateco 47.11.30);
- minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari (Ateco 47.11.40);
- commercio al dettaglio di prodotti surgelati (Ateco 47.11.50);
- commercio al dettaglio di generi di monopolio - tabaccherie (Ateco 47.26.00)

Le istruzioni per accedere e compilare la domanda sono disponibili qui.

Non essendo ammesse regolarizzazioni successivamente all'invio dell'istanza, si raccomanda un'attenta lettura del bando prima dell'invio della domanda.

Per qualsiasi chiarimento o ulteriore informazione è possibile contattare il Servizio Promozione e Sviluppo ai numeri: 080.2174 209/242/431/485/271
  • Camera di Commercio
Altri contenuti a tema
Camera di Commercio Bari-Bat, Alessandro Ambrosi confermato presidente Camera di Commercio Bari-Bat, Alessandro Ambrosi confermato presidente Con lui in consiglio dieci rappresentanti dei settori previsti dallo statuto camerale
Altri diecimila euro dalla Camera di Commercio Bari-Bat Altri diecimila euro dalla Camera di Commercio Bari-Bat "Un grossissimo impegno economico contro le infiltrazioni criminali"
«Siamo attenti alle iniziative proposte dalla Camera di Commercio» «Siamo attenti alle iniziative proposte dalla Camera di Commercio» Illustrare i bandi e le opportunità in un incontro presso la Provincia
Negozi ed imprese giù: niente Camera di Commercio nella BAT A lanciare l'allarme è il Codicom Puglia: «Grande opportunità persa in campo commerciale»
Siglato il Protocollo d’Intesa tra la Bat e la Camera di Commercio Siglato il Protocollo d’Intesa tra la Bat e la Camera di Commercio Per dare vantaggi alle piccole e medie imprese locali
«La città di Barletta merita la sede legale della Asl» «La città di Barletta merita la sede legale della Asl» Il consigliere Ruggiero Mennea interviene all’assemblea del MIDA
Bisceglie non può essere sede della Camera di Commercio La denuncia del Comitato di Lotta "Barletta Provincia"
Provincia Bat: «Negozi aperti per crisi» Prosciugati i fondi aziendali, bruciati anche i risparmi familiari investiti nelle imprese
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.