Cavo Traliccio
Cavo Traliccio
Cronaca

Furto "scientifico" di energia elettrica, anche un barlettano indagato

Sottratti 500.000 euro all'Enel, interviene la Polizia. Coinvolti anche quattro andriesi e un tranese

Sembra essere la nuova frontiera del furto, la conoscenza tecnica di operatori quasi al livello di scienziati al servizio del crimine. Non le classiche automobili, o magari la consueta cassa del supermercato, bensì energia elettrica sottratta all'Enel prima ancora che l'ente riuscisse a conteggiarne i megawatt. Nella scorsa notte il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Andria ha proceduto all'esecuzione di 6 ordinanze di custodia cautelare, di cui 2 in carcere e quattro agli arresti domiciliari, nei confronti di alcuni soggetti resisi responsabili del reato di furto aggravato di energia elettrica.

L'operazione, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani ha permesso di far luce su un complesso sistema di sottrazione fraudolenta di energia elettrica in danno della società Enel S.p.a. Il danno stimato è pari a 500.000 euro. Due degli indagati, B.G. di anni 41 residente a Trani, e M.G. di anni 42, andriese, avevano messo a punto un ingegnoso congegno elettromeccanico in grado di sottrarre fraudolentemente energia elettrica prima che la stessa venisse commisurata dal relativo contatore. Gli altri indagati, A.A., di anni 63, L.M., di anni 46, S.S., di anni 48, tutti andriesi e D.F., di anni 45 di Barletta, che si configurano quali beneficiari finali, utilizzavano l'energia elettrica così sottratta per alimentare vari pozzi artesiani insistenti nelle contrade periferiche di Andria.

Il sistema elettromeccanico realizzato si contraddistingue per la sua pericolosità, stante il concreto rischio di folgorazione per chi avesse eventualmente proceduto ad interventi tecnici sul sistema, persistendo l'erogazione di corrente elettrica sulla linea.
  • Polizia di Stato
  • Furto
  • Energia
Altri contenuti a tema
Gruppi di Volontariato associazione nazionale polizia a supporto delle istituzioni Gruppi di Volontariato associazione nazionale polizia a supporto delle istituzioni Tanti impegni in programma nei prossimi mesi
Rapinò tabaccheria in via Palestro, arrestato 23enne barlettano Rapinò tabaccheria in via Palestro, arrestato 23enne barlettano I fatti risalgono al 2 aprile scorso: in azione la Polizia di Stato
Ruba il borsello ad un autotrasportatore, arrestato dalla Polizia di Stato a Barletta  Ruba il borsello ad un autotrasportatore, arrestato dalla Polizia di Stato a Barletta  L'episodio è avvenuto venerdì scorso nei pressi di piazza Francesco Conteduca
Volante della Polizia speronata dai ladri a Barletta: la dinamica dei fatti Volante della Polizia speronata dai ladri a Barletta: la dinamica dei fatti Gli agenti sono intervenuti sventando il furto di un'auto trafugata in via Pascoli, nel quartiere Patalini
Tentano furto d'auto a Patalini, auto in fuga sperona la Polizia Tentano furto d'auto a Patalini, auto in fuga sperona la Polizia Il gruppo a bordo di un'Audi ha impattato con la volante che si è ribaltata
Ufficio passaporti, notevole affluenza di cittadini della Bat durante le aperture straordinarie delle festività pasquali Ufficio passaporti, notevole affluenza di cittadini della Bat durante le aperture straordinarie delle festività pasquali Quasi cento le richieste inoltrate
Individuato l'indiziato della rapina in tabaccheria con martello Individuato l'indiziato della rapina in tabaccheria con martello Si tratta di un 33enne barlettano
Maltrattava la madre, arrestato dalla Polizia di Stato Maltrattava la madre, arrestato dalla Polizia di Stato In manette un 37enne
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.