Filippo Caracciolo
Filippo Caracciolo
Politica

Filippo Caracciolo: «OSS, ancora aspetti da chiarire»

«Rappresentano una parte fondamentale del nostro sistema sanitario e meritano rispetto»

"Quella relativa al rinnovo fino al 31 gennaio 2021 dei contratti per 215 OSS della ASL BT è una vicenda che necessita ulteriore approfondimento". Ad intervenire sul tema è il candidato al consiglio regionale Filippo Caracciolo.

"Nei giorni scorsi - afferma Caracciolo - ho evidenziato come il rinnovo del contratto sia soggetto alla possibile assunzione, tra gli altri, della prima tranche di vincitori del concorsone regionale indetto dagli Ospedali Riuniti di Foggia. Proprio su tale passaggio vorrei soffermarmi in questa circostanza".

"Tra i 215 Oss, attualmente in servizio, il cui impegno di spesa è già a carico della ASL BT - spiega il candidato al consiglio regionale - circa una trentina sono vincitori del concorsone e hanno scelto in prima opzione di preferenza la ASL BT. I 33 Oss, inoltre, sono residenti sul nostro territorio ma in virtù della ridetermina dei posti a concorso, diminuiti fortemente da 210 a 77 nella ASL BT, hanno dovuto firmare il proprio contratto a tempo indeterminato presso le ASL Foggia e Bari, chiamati da graduatoria di seconda opzione in data 25 agosto 2020".

"Alcuni di loro - prosegue Caracciolo - devono fare i conti con particolari situazioni familiari (figli con disabilità, legge 104) e nonostante le numerose richieste di supporto restano ancora in attesa di riscontri dalla ASL BT che, tra le altre cose, l'11 luglio scorso ha avviato le procedure di assunzione di 51 OSS da graduatoria di prima opzione (che comprende ben 177 candidati) inviata dal Riuniti di Foggia, ne assume 64 ma non procede ancora a totale copertura e scorrimento dei 77 posti previsti nei limiti finanziari previsti per il triennio 2020-2022".

"Tanti - conclude Caracciolo - sono i chiarimenti necessari, gli OSS rappresentano una parte fondamentale del nostro sistema sanitario e meritano rispetto".
  • Filippo Caracciolo
Altri contenuti a tema
Sono Filippo Caracciolo e Giuseppe Tupputi i nuovi consiglieri regionali di Barletta Sono Filippo Caracciolo e Giuseppe Tupputi i nuovi consiglieri regionali di Barletta Siederanno nella maggioranza del presidente Emiliano
5 Grandi consensi per Filippo Caracciolo, esultanza al comitato di Barletta Grandi consensi per Filippo Caracciolo, esultanza al comitato di Barletta Oltre 11mila le preferenze per il candidato barlettano nei seggi della Bat
2 Filippo Caracciolo: «La Puglia ha bisogno di continuità» Filippo Caracciolo: «La Puglia ha bisogno di continuità» Il candidato al Consiglio regionale pugliese: «La concretezza dimostrata in questi dieci anni sono il bigliettino da visita per la mia rielezione»
Antonio Decaro al fianco di Filippo Caracciolo per la sua riconferma in Regione Antonio Decaro al fianco di Filippo Caracciolo per la sua riconferma in Regione Il sindaco di Bari e gli esponenti locali del PD al fianco della candidatura di Filippo Caracciolo e Debora Ciliento
Filippo Caracciolo incontra gli elettori, presenti Antonio Decaro e Francesco Boccia Filippo Caracciolo incontra gli elettori, presenti Antonio Decaro e Francesco Boccia Interverranno anche Rosa Cascella, Assuntela Messina, Bernardo Lodispoto e Debora Ciliento
2 Caracciolo: «Risanamento scarichi Ponente, approvato il progetto definitivo» Caracciolo: «Risanamento scarichi Ponente, approvato il progetto definitivo» Ad annunciarlo è il candidato al consiglio regionale nella lista del PD
1 Caracciolo: «Chiarezza per i contratti OSS della ASL BT» Caracciolo: «Chiarezza per i contratti OSS della ASL BT» Interviene il candidato al consiglio regionale nella lista del Pd
Caracciolo: «Titolo II anti-covid, al lavoro per reperire nuove risorse» Caracciolo: «Titolo II anti-covid, al lavoro per reperire nuove risorse» Interviene il candidato al consiglio regionale nella lista del PD Filippo Caracciolo
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.