Michele Cianci. <span>Foto Mario Sculco</span>
Michele Cianci. Foto Mario Sculco
Politica

Elezioni politiche, Michele Cianci tra i possibili candidati di Barletta con Fratelli d'Italia

L'ipotesi di una candidatura dell'avvocato è finita sul tavolo del partito di Giorgia Meloni

Ai partiti restano ormai pochissimi giorni per chiudere la partita delle candidature per le prossime elezioni politiche del 25 settembre.

Entro il 22 agosto, infatti, le liste elettorali dovranno essere depositate presso le Cancellerie delle Corti di appello, ma sino ad allora c'è chi continuerà a spostare le pedine della propria scacchiera in cerca della collocazione più utile per tutti.

Nessun barlettano nelle liste del Pd

Le segreterie locali fremono nell'attesa di sapere se i loro esponenti saranno candidati in Parlamento. In alcuni casi la scelta dei vertici nazionali potrebbe non soddisfare le aspettative, come è accaduto con la mancata rielezione nelle liste del Pd di Assuntela Messina, senatrice e sottosegretario di Stato al Ministero dell'innovazione tecnologica e la transizione digitale per il governo Draghi.
Casi analoghi si sono verificati non solo a Barletta, dove nessuno correrà con il Pd per le elezioni politiche, ma anche in altri territori coinvolgendo nomi di spicco del partito guidato da Enrico Letta che ha spiegato come la riduzione del numero di parlamentari abbia reso necessarie alcune scelte a discapito di altre. Ed effettivamente i partiti, fino ad oggi, non avevano ancora fatto i conti con il taglio dei parlamentari approvato con il referendum del 2019, ma che entrerà in vigore solo a partire dalla prossima legislatura.

Centrodestra, Damiani in Forza Italia. Per Fratelli d'Italia Stella Mele e spunta il nome di Cianci

L'unico partito per cui la diminuzione dei seggi alla Camera e al Senato non sarà un problema, è certamente Fratelli d'Italia. Forte dei sondaggi, infatti, il partito di Giorgia Meloni è pronto a fare il pieno di parlamentari.

E chissà che qualcuno di questi non venga proprio da Barletta dove Fratelli d'Italia è riuscito a far eleggere un sindaco e ad entrare in amministrazione: un merito che potrebbe essere riconosciuto a chi ha lavorato affinché ciò accadesse. Dalla città della Disfida il nome che potrebbe ottenere una candidatura è certamente quello di Stella Mele, storica esponente di Fratelli d'Italia di cui è anche dirigente nazionale oltre che consigliera comunale a Barletta al suo secondo mandato.

Accanto a lei, tuttavia, emerge un altro nome noto in città di cui si starebbe discutendo in queste ore al tavolo delle candidature. Si tratta dell'avvocato penalista Michele Cianci, dal 2018 amministratore unico della municipalizzata Bar.S.A. e presidente del comitato ambientalista Operazione aria pulita. Per Fratelli d'Italia candidare Cianci significherebbe attingere risorse dalla società civile per un possibile debutto (il primo nella storia del partito) in una maggioranza di governo.

In ogni caso, bisognerà attendere le prossime ore per conferme o smentite. Insieme a Fratelli d'Italia c'è fermento per conoscere le liste delle altre due forze del centrodestra, anch'esse alle prese con l'impatto della riduzione del numero dei parlamentari. Gli scontenti rischiano di essere parecchi nella Lega tra le cui liste non emerge al momento alcun nome proveniente da Barletta.

Anche Forza Italia dovrà sacrificare qualcuno, come annunciato dallo stesso vicepresidente Tajani.

Non dovrebbe essere il caso del barlettano Dario Damiani, eletto al Senato nel 2018 e pronto a una ricandidatura di cui si attende solo l'ufficialità.

Movimento 5 stelle, Antonio Coriolano ci prova al Senato

A proposito di ricandidature: il senatore pentastellato Ruggiero Quarto «per indifferibili motivi personali», spiegava in una nota, ha deciso di interrompere il suo impegno in Parlamento non candidandosi per le parlamentarie del Movimento 5 stelle che si sono tenute il 16 agosto. A provarci per il Senato, invece, è stato Antonio Coriolano, avvocato penalista ed ex consigliere comunale a Barletta durante la prima amministrazione Cannito.

Il Movimento 5 stelle dovrebbe rendere noto a breve l'esito delle parlamentarie e le conseguenti liste. Certo è che sarà proprio il Movimento di Giuseppe Conte a soffrire maggiormente del taglio dei parlamentari considerando il netto ridimensionamento, in termini di consensi, che la forza politica ha avuto rispetto alle elezioni politiche del 2018.
Altri contenuti a tema
Barletta avrà due parlamentari: sono Dario Damiani e Marcello Lanotte Barletta avrà due parlamentari: sono Dario Damiani e Marcello Lanotte Damiani riconfermato al Senato, nulla da fare per Stella Mele (Fratelli d'Italia)
Elezioni, conteggi plurinominali: chi saranno i barlettani in Parlamento Elezioni, conteggi plurinominali: chi saranno i barlettani in Parlamento Per Damiani e Lanotte manca solo l'ufficialità, in bilico Stella Mele
Fratelli d'Italia ha vinto: Giorgia Meloni sarà primo premier donna Fratelli d'Italia ha vinto: Giorgia Meloni sarà primo premier donna Il commento della leader dopo il successo elettorale
Elezioni politiche 2022, i risultati dai seggi di Barletta Elezioni politiche 2022, i risultati dai seggi di Barletta Aggiornato alle ore 07.20
Affluenza definitiva, per le elezioni politiche ha votato il 55,58% dei barlettani Affluenza definitiva, per le elezioni politiche ha votato il 55,58% dei barlettani Dato in discesa rispetto al 2018, quando votò il 68,58% degli aventi diritto
Affluenza ore 19, i votanti a Barletta per le politiche sono il 41,22% Affluenza ore 19, i votanti a Barletta per le politiche sono il 41,22% A livello regionale hanno votato il 42,09% dei pugliesi
Affluenza ore 12, per le elezioni politiche a Barletta ha votato il 16,85% Affluenza ore 12, per le elezioni politiche a Barletta ha votato il 16,85% Il dato in Puglia si attesta al di sopra del 16% nella prima rilevazione giornaliera
L'Italia al voto: seggi aperti dalle 7 alle 23. Tutto quello che c'è da sapere L'Italia al voto: seggi aperti dalle 7 alle 23. Tutto quello che c'è da sapere Bisognerà presentarsi ai seggi muniti di documento di identità e tessera elettorale
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.