Consiglieri comunali
Consiglieri comunali
Politica

Elezioni europee, M5S Barletta: «Negata la priorità a disoccupati e studenti»

Una nota congiunta dei consiglieri Giuseppe Basile, Maria Angela Carone e Antonio Coriolano sulla nomina dei prossimi scrutatori

"Summum ius, summa iniuria". Così si esprimeva Cicerone quando voleva dimostrare che l'applicazione asettica ed acritica del diritto, senza tener conto delle circostanze particolari e dei casi singoli su cui giudicare, poteva portare a non essere giusti - inizia così la nota congiunta dei consiglieri del Movimento 5 Stelle Giuseppe Basile, Maria Angela Carone e Antonio Coriolano - In vista delle imminenti elezioni Europee del 26 Maggio, il Comune di Barletta dovrà avvalersi della collaborazione di un notevole numero di scrutatori da individuarsi ai sensi della Legge n. 95/1983. È evidente che la normativa offre ampia discrezionalità nella formazione delle graduatorie tra i cittadini che hanno espresso la loro disponibilità ad entrare nell'apposito Albo. Detto ciò, la Commissione Elettorale Comunale, riunitasi in vista di tali elezioni e presieduta dal Sindaco Cosimo Damiano Cannito, ha deciso di procedere alla nomina degli scrutatori mediante estrazione integrale dall'Albo Generale; operando in questo modo, ha decretato di fatto di non proseguire l'indirizzo politico intrapreso ininterrottamente a partire dalle Europee del 2014: la Commissione Elettorale, in quell'anno, sollecitata da una interrogazione presentata dall'allora consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Claudia Catino, tenendo conto della pesante crisi occupazionale e delle condizioni di difficoltà economiche e sociali della città, decise di riservare ai disoccupati un terzo delle nomine a scrutatore e un altro terzo ai giovani studenti inoccupati; così si lasciò l'ultimo terzo a tutti gli iscritti all'Albo suddetto, aldilà della loro situazione occupazionale, nel rispetto del principio di rappresentatività.

Partendo dal presupposto che già in tantissimi comuni d'Italia, durante il sorteggio degli scrutatori, la priorità viene data proprio a disoccupati e studenti, essendo questo un modo per mostrare un piccolo, ma importante, segnale di vicinanza e sostegno nei confronti delle summenzionate categorie, ci domandiamo le motivazioni che hanno spinto la Commissione Elettorale ed il Sindaco Cannito a cambiare il criterio di sorteggio degli scrutatori adottato negli ultimi cinque anni, negando di fatto la priorità a queste categorie oggettivamente deboli. Altresì confidiamo che ci sia presto la volontà politica da parte dell'Amministrazione Comunale di convocare d'urgenza la Commissione Elettorale al fine di riservare a disoccupati e studenti i due terzi delle nomine a scrutatore.

Siamo tutti uguali di fronte alla Legge, ma non partiamo tutti dalla stessa posizione».
  • Movimento 5 stelle
Altri contenuti a tema
Truffati banche, Ruggiero (M5S): «Tria ha firmato il decreto per il rimborso. Stanziati 1,5 miliardi» Truffati banche, Ruggiero (M5S): «Tria ha firmato il decreto per il rimborso. Stanziati 1,5 miliardi» «Un traguardo importante per i risparmiatori vittime dei rapporti avvelenati fra banche e politica»
Elezioni europee, nessun candidato della Bat supera il primo step Elezioni europee, nessun candidato della Bat supera il primo step Tra i nomi presenti sulla piattaforma Rousseau del M5S, nessuno ha ottenuto un posto nella lista
Barletta plastic free, una proposta del Movimento 5 Stelle Barletta plastic free, una proposta del Movimento 5 Stelle «Ai nostri figli consegniamo un mondo meno inquinato»
Europarlamentarie 2019: ci sono anche candidati di Barletta Europarlamentarie 2019: ci sono anche candidati di Barletta Tutti i profili sono stati pubblicati sulla piattaforma Rousseau
Reddito di Cittadinanza, oggi un confronto a Barletta con il senatore Quarto Reddito di Cittadinanza, oggi un confronto a Barletta con il senatore Quarto «Aiutiamo finalmente milioni di persone che fino ad ora erano state completamente abbandonate»
1 «Pulizia delle strade... e delle tasche?», una nota del M5S Barletta «Pulizia delle strade... e delle tasche?», una nota del M5S Barletta «I cartelli non segnalano la rimozione forzata temporanea, così come prescritto»
2 Filannino lascia il Movimento 5 Stelle, il gruppo chiede le dimissioni Filannino lascia il Movimento 5 Stelle, il gruppo chiede le dimissioni «Se non ci si riconosce più nella forza politica nella quale si è stati eletti ci si dimette»
3 Michelangelo Filannino lascia il Movimento 5 Stelle Barletta? Michelangelo Filannino lascia il Movimento 5 Stelle Barletta? Pare che il portavoce del gruppo pentastellato si sia dichiarato indipendente
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.