Rosario
Rosario
Religioni

Ecco lo stemma e il motto episcopale del nuovo arcivescovo D'Ascenzo

"Messis Quidem Multa" il motto prescelto

In una recente comunicazione alla Chiesa diocesana di Mons. Giuseppe Pavone, Amministratore Diocesano, si legge che l'ordinazione episcopale dell'Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, Mons. Leonardo Dascenzo, avrà luogo domenica 14 gennaio 2018 nel Palazzetto dello Sport "S. Bandinelli", Via Ariana 8, in Velletri, alle ore 16 (non più, come inizialmente annunciato, nella Cattedrale della Città).

La missiva di Mons. Pavone conferma le informazioni comunicate nei giorni addietro: «Tutti coloro che intendono partecipare al sacro rito dovranno comunicare la loro presenza alla 'Segreteria Organizzativa Diocesana', facendo riferimento a Don Mimmo Gramegna o a Don Giuseppe Abbascià, compresi sacerdoti, diaconi, religiosi/e, seminaristi e laici. Sarà cura della segreteria distribuire i pass di accesso al Palazzetto. Si potrà raggiungere Velletri con mezzi personali oppure con i pullman cittadini già predisposti, i cui referenti sono di seguito indicati: Trani, don Francesco Ferrante - Barletta, don Mimmo Minervini e don Claudio Gorgoglione - Bisceglie, don Mauro Camero - Corato, don Giuseppe Lobascio - Trinitapoli, don Michele Caporusso - Margherita, don Matteo Martire - S. Ferdinando don Nicola Grosso. Altre indicazioni saranno date successivamente».

Intanto è stato diffuso lo stemma episcopale e il motto scelto dal nuovo Arcivescovo che lo accompagnerà nel suo cammino Episcopale.

Messis quidem multa
Sono parole che, in qualche modo, richia­mano il fil rouge della mia vita e del mio ministero sacerdotale, caratterizzato dal­l'impegno nell'ambito della pastorale del­le vocazioni. Sono anche parole che riman­dano alla terra di Puglia, granaio d'Italia. Ancora, sono parole che invitano a matu­rare uno sguardo sulla realtà che sia capa­ce di riconoscere il bello, il positivo che ci precede e ci accompagna. Papa Francesco, nel suo primo messaggio per la Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni (11 maggio 2014), ci ha proposto una serie di 'contenuti' pro­fondi, belli, che toccano le corde fon­damentali della relazione chiamata-rispo­sta tra Dio e l'uomo: '"La messe è abbon­dante' (..) Queste parole ci sorpren­dono, perché tutti sappiamo che occorre prima arare, seminare e col­tivare per poter poi, a tempo debito, mie­tere una messe abbondante. Gesù affer­ma invece che la 'messe è abbondante'. Ma chi ha lavorato perché il risultato fosse tale? La rispo­sta è una sola: Dio". Spesso siamo segnati nel cuore e nel modo di guardare la realtà, da epressione e negatività, siamo presi da sentimenti di preoccupazione, di tristezza o di sconfor­to. Orientiamo, allora, il nostro sguardo sul­l'abbondanza della messe, dono di Dio, e impariamo a sperimentare stupore, gra­titudine, a coltivare speranza.

Stemma
Il grano, in basso, richiama il fil rouge del­la vita e del ministero sacerdotale di don Leonardo, caratterizzato dall'impegno nell'ambito della pastorale delle vocazioni e rimanda alla terra di Puglia, granaio d'Italia. Al centro le colline e la valle, sono un riferimento al paese natale Valmontone, città adagiata su vari col­li e valli, Vallis montanae. In alto due stelle, la più grande sim­boleggia Gesù (lo sono la radice e la stirpe di Davide, la stella radiosa del mattino Ap 22,16; cf 2Pt 1,19) e la più piccola, accanto, è riferita a don Leonardo. I tanti campi scuola estivi in tenda hanno segnato la sua storia vocaziona­le. Una strofa della preghiera che tutte le sere si cantava attor­no al falò recita: quante stelle, quante stelle... dimmi Tu la mia qual è. Non ambisco la più bella, basta sia vicino a Te!

  • Diocesi
  • Chiesa cattolica
  • Arcivescovo Don Leonardo D'Ascenzo
Altri contenuti a tema
Feste patronali in Puglia, i Vescovi: «Non sarà possibile organizzare processioni» Feste patronali in Puglia, i Vescovi: «Non sarà possibile organizzare processioni» La Conferenza episcopale pugliese conferma l'impossibilità di organizzare momenti di preghiera che rischiano di creare assembramenti
2 L'ultimo saluto della comunità cristiana di Barletta a padre Michele Critani L'ultimo saluto della comunità cristiana di Barletta a padre Michele Critani Andriese, dehoniano, era molto legato a Barletta: a marzo si era ammalato di Coronavirus
1 La Cattedrale di Barletta resta chiusa, niente fedeli per il mese di maggio La Cattedrale di Barletta resta chiusa, niente fedeli per il mese di maggio Mons. D'Ascenzo: «Sarebbe stato molto difficile riuscire a gestire la grande affluenza di persone»
Celebrazioni in chiesa, riprendono anche a Barletta: le regole da rispettare Celebrazioni in chiesa, riprendono anche a Barletta: le regole da rispettare Prime Confessioni, Prime Comunioni e Cresime rinviate a data da destinarsi
Ripresa celebrazioni con fedeli, riunione tecnica in prefettura Ripresa celebrazioni con fedeli, riunione tecnica in prefettura Presenti anche l'arcivescovo Leonardo D’Ascenzo e il Presidente della Provincia Bernardo Lodispoto
Cerimonie funebri, alcune indicazioni dal Mons. Leonardo D'Ascenzo Cerimonie funebri, alcune indicazioni dal Mons. Leonardo D'Ascenzo All'ingresso al cimitero dei partecipanti alle esequie funebri, sia garantita la misurazione della temperatura corporea
Coronavirus, stop a Prime Comunioni e celebrazioni fino al 3 maggio Coronavirus, stop a Prime Comunioni e celebrazioni fino al 3 maggio Le disposizioni dell’Arcivescovo D'Ascenzo per l’emergenza pandemica
"Voto" del Venerdì Santo, dopo mezzanotte le immagini su BarlettaViva "Voto" del Venerdì Santo, dopo mezzanotte le immagini su BarlettaViva La preghiera avverrà senza popolo, anche noi giornalisti restiamo a casa
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.