Avv. Michele Cianci
Avv. Michele Cianci
La città

Discarica San Procopio, il Comitato OAP si rivolge a Lodispoto

Una lunga lettera indirizzata al presidente della provincia in seguito alla proposta di ampliamento

Rivolgendosi al presidente della provincia Barletta-Andria-Trani Bernardo Lodispoto, il Comitato Operazione Aria Pulita Bat ha espresso parere contrario al progetto di ampliamento della discarica Daisy srl sita in località San Procopio.

In una lunga lettera in cui vengono menzionati tutti i recenti studi legati alla situazione ambientale a Barletta, l'avv. Michele Cianci, presidente del Comitato OAP, chiede che «sia rigettata la richiesta di ampliamento della discarica per rifiuti speciali non pericolosi corrente in Barletta, località San Procopio».

Già nel 2021 - si legge nel documento - «la giunta del Comune di Barletta, negando l'autorizzazione, osservava quanto segue:
  • ai fini della valutazione di impatto ambientale bisogna tenere conto delle pressioni ambientali insistenti sul territorio comunale di Barletta in quanto la corretta valutazione dell'impatto determinato dall'ampliamento della discarica non può prescindere dalla interazione con l'ambiente circostante per cui devono essere valutati e quantificati i carichi a qualunque titolo già presenti sul territorio comunale;
  • la discarica produce molteplici effetti negativi (perdite economiche, danno all'immagine, deprezzamento dei patrimoni immobiliari dei terreni e dei fabbricati, inquinamento dei terreni e delle falda già compromessa, notevole degrado e gravi conseguente sulla salute pubblica e per l'ambiente circostante,
  • la presenza della discarica ostacola lo sviluppo turistico e si pone in palese conflitto con la peculiarità del territorio con inevitabili ricadute sull'agricoltura e sulle produzioni locali,
  • l'istanza di ampliamento non è ritenuta compatibile con l'ambiente in quanto determinerebbe un incremento, nello spazio e nel tempo, del danno ambientale già presente sul territorio,
  • l'ampliamento della discarica è in netto contrasto con gli obiettivi dell'amministrazione per la tutela dell'ambiente, della salute pubblica e della salvaguardia dell'inquinamento, e le conseguenze generate dall'ampliamento si estenderebbero nello spazio e nel tempo incrementando il danno ambientale già presente sul territorio che interesserà inevitabilmente le generazioni future;
  • l'ampliamento risulta inidoneo in quanto:
    • è in prossimità dell'insediamento di Montaltino sito a circa 1km dall'aria di ampliamento,
    • in Montaltino sono presenti siti interessati da beni storico culturali di interesse paesaggistico;
    • l'area della discarica e dell'ampliamento proposto rientra nell'area vasta di produzione agricola».
«È fondamentale per il benessere dei cittadini, della collettività e per la salute dei territori - sottolinea Cianci - bloccare la procedura di autorizzazione e cercare di impedire in ogni modo la realizzazione dell'ampliamento della discarica».

Riassumendo i risultati (decisamente negativi) dei diversi studi condotti sulla qualità dell'aria a Barletta, infine Cianci ribadisce: «Occorre, con estrema velocità, ridurre il rischio e dimostrare se esiste un rapporto causa effetto deleterio per l'intera popolazione. Sappiamo che l'esposizione a fattori inquinanti non genera solo tumori, ma anche ictus, infarti, malattie polmonari e sistemiche di diversa patogenesi. Di queste malattie non abbiamo contezza e bisognerebbe estendere uno studio epidemiologico su una popolazione più ampia, sperando di non ottenere nuovi "primati" negativi. Va, inoltre, sottolineato come, attualmente, la città della Disfida non è politicamente rappresentata nel tavolo politico-amministrativo della Provincia a causa della caduta del governo cittadino. Chi ci rappresenterà in questa battaglia della difesa della salute dei nostri figli? OAP è convinto che i dati sopra citati abbiano già di per sé un notevole peso sulla Valutazione di Impatto Ambientale (VIA); sicuramente ulteriori prove e studi devono essere al più presto implementati a supporto».
  • Discarica di San Procopio
  • Comitato Operazione Aria Pulita
Altri contenuti a tema
1 Qualità dell'aria a Barletta, «dati ARPA non pubblicati per giorni» Qualità dell'aria a Barletta, «dati ARPA non pubblicati per giorni» Nota a firma dell’Avv. MicheleAlfredo Chiariello, vice presidente comitato Operazione Aria Pulita
14 Comitato aria pulita Bat, Cianci: «Lavori edili Buzzi violano la legge, finalmente Barletta si sveglia» Comitato aria pulita Bat, Cianci: «Lavori edili Buzzi violano la legge, finalmente Barletta si sveglia» La nota dell'associazione ambientalista
3 «Finestre chiuse, puzza fortissima», il Comitato Operazione Aria Pulita Bat chiede chiarezza «Finestre chiuse, puzza fortissima», il Comitato Operazione Aria Pulita Bat chiede chiarezza Ancora segnalazioni in zona Castello. E si rivolgono al sindaco: «Quali sono stati gli esiti del sopralluogo disposto presso la Buzzi?»
Incontro con il ministro dell'Ambiente Pichetto Fratin, la soddisfazione di OAP Incontro con il ministro dell'Ambiente Pichetto Fratin, la soddisfazione di OAP La nota firmata del presidente Michele Cianci e dal vice presidente Michele Alfredo Chiariello
1 Cianci: «Vogliamo chiarezza sui lavori della Buzzi» Cianci: «Vogliamo chiarezza sui lavori della Buzzi» La nota del presidente del Comitato Operazione Aria Pulita Bat
Timac Agro risponde al Comitato OAP e convoca nuovo tavolo per l’ambiente a Barletta Timac Agro risponde al Comitato OAP e convoca nuovo tavolo per l’ambiente a Barletta L'invito verrà esteso a Comune, Provincia e organi di informazione
Consiglio comunale su tematiche ambientali, Cianci:«Invito la cittadinanza a partecipare» Consiglio comunale su tematiche ambientali, Cianci:«Invito la cittadinanza a partecipare» La lettera aperta del presidente del comitato Operazione Aria Pulita Bat
1 Discarica San Procopio e rinnovo AIA cementeria, Legambiente Barletta interroga l'amministrazione Discarica San Procopio e rinnovo AIA cementeria, Legambiente Barletta interroga l'amministrazione Una serie di quesiti lanciati dal circolo barlettano sulle tematiche ambientali
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.