Gilet arancioni a Roma dalla Puglia
Gilet arancioni a Roma dalla Puglia
Territorio

Crisi olivicoltura, i gilet arancioni incontrano Di Maio il 1° aprile

Spagnoletti Zeuli: «Sul tavolo misure per frantoiani e operai. Speriamo non sia un pesce d'aprile»

Elezioni Regionali 2020
I rappresentanti dei gilet arancioni incontreranno il prossimo 1° aprile il ministro del lavoro, Luigi Di Maio al Mise a Roma perché oltre al "decreto emergenza", firmato da Centinaio, servono ulteriori misure a favore degli operai agricoli. Il tema dell'emergenza olivicola pugliese per la prima volta nella storia probabilmente continua a restare di attualità grazie al pressing del movimento composto dagli agricoltori che stanno portando avanti le vertenze relative ai problemi causati al comparto olivicolo dalla xylella e dalle gelate. Con Di Maio saranno studiate possibili soluzioni per frantoiani e operai. L'annuncio è del portavoce dei gilet, Onofrio Spagnoletti Zeuli che intanto accoglie con soddisfazione le notizie che arrivano da Lecce dove ieri il premier Giuseppe Conte ha incontrato una delegazione di manifestanti del mondo agricolo.

"Conte, si è impegnato a cose importanti, finalmente 400milioni, noi chiedevamo 500, 400 solo per il Salento per rimettere in moto tutta quella economia, territorio, frantoi naturalmente, cooperative, impianti. Quindi, tutta questa economia completamente ferma. Conte si è impegnato, pure a farci pagare i premi pac, sia il saldo dell'anno 2018, entro luglio pare, si potranno pagare, anticipare quelli dell'anno 2019", spiega il portavoce dei gilet arancioni, Onofrio Spagnoletti Zeuli.

"Ed è previsto dalla comunità europea, per cui questo è un bel risultato, sono soldini che servono agli agricoltori, adesso stiamo aspettando il decreto che un giorno o l'altro dovrebbe uscire. Il decreto era quello che volevamo, speriamo che anche qui, il governo italiano, metta qualche soldo perché i 20 milioni, diviso tutte le regioni che hanno avuto calamità, diventa un po' pochino. Quindi, mi auguro, che ci sia qualcosa di più congruo per far ripartire i lavori, perché adesso devono ripartire tutti i lavori ed è importantissimo anche per abbattere il vettore, che è la famosa sputacchina, quindi dobbiamo coltivare, potare,dobbiamo fare tutti i lavori che sono le pratiche importanti per l'agricoltura".

Nel decreto, mancherebbero, le misure per gli operai agricoli, questi almeno denunciano i sindacati, in particolare la Flai Cgil, è così? "Noi, siamo stati uniti e combatteremo ancora, perché con i lavoratori abbiamo fatto una bellissima battaglia, quindi una cosa fantastica. Nel decreto, secondo me, ci sono riconoscimenti delle stesse giornate dell'anno scorso, quindi per i vari sussidi. Credo che, i sindacati vogliono qualcosa in più ma siccome noi, il primo di Aprile, spero che non sia un pesce di Aprile, ci incontriamo con il ministro del lavoro spero che si possa chiudere anche questa faccenda e ci possano essere altre risorse aggiuntive a quello che noi abbiamo chiesto per far ripartire il lavoro e dare lavoro che è la cosa più importante per la nostra economia", conclude Zeuli.
  • Agricoltura
Altri contenuti a tema
Criminalità nelle campagne, Coldiretti: «Necessaria cabina di regia ministeriale» Criminalità nelle campagne, Coldiretti: «Necessaria cabina di regia ministeriale» Coldiretti Puglia rinnova la richiesta dopo il danneggiamento di 5 ettari di vigneto di uva da tavola ad Andria
1 Vigneto danneggiato ad Andria, Damiani presenta un'interrogazione parlamentare Vigneto danneggiato ad Andria, Damiani presenta un'interrogazione parlamentare «Presenterò subito una interrogazione parlamentare per conoscere quali provvedimenti il governo intenda adottare a tutela dei nostri agricoltori»
Furti di uva da tavola nella Bat, Confagricoltura: «Potenziare i pattugliamenti» Furti di uva da tavola nella Bat, Confagricoltura: «Potenziare i pattugliamenti» Il presidente di Confagricoltura, Michele Lacenere, scrive al Prefetto Maurizio Valiante
Onofrio Spagnoletti Zeuli: «Buona ripartenza a tutti» Onofrio Spagnoletti Zeuli: «Buona ripartenza a tutti» Un messaggio a imprenditori e lavoratori che riaprono oggi le attività
1 Agricoltura, Flai Cgil: «Nessuna mancanza di manodopera nella Bat» Agricoltura, Flai Cgil: «Nessuna mancanza di manodopera nella Bat» Segretario generale Riglietti: «È di estrema urgenza decidere come regolamentare il trasporto in agricoltura»
Mercato straniero, Giovanni Pomarico: «Faremo pubblicità solo per l'olio italiano» Mercato straniero, Giovanni Pomarico: «Faremo pubblicità solo per l'olio italiano» Confagricoltura Bari-Bat:«Ci auguriamo che l'esempio virtuoso venga seguito presto da altri imprenditori»
1 Agricoltura, per la Puglia è un momento difficile Agricoltura, per la Puglia è un momento difficile La nota del consigliere Caracciolo: "Dobbiamo salvaguardarla"
Cresce il consumo di prodotti bio in Puglia: seconda regione in Italia Cresce il consumo di prodotti bio in Puglia: seconda regione in Italia Coldiretti Puglia commenta i dati presentati in occasione del Sana di Bologna, il Salone internazionale del biologico e del naturale
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.