Drive in tamponi
Drive in tamponi
Servizi sociali

Covid-19, la proposta: «Test rapidi nella Bat come in Alto Adige»

Biagio D'Alberto (Cgil Bat): «Lo screening di massa permetterebbe di stanare gli eventuali positivi asintomatici»

«Così si potrà avere una maggiore contezza della fetta di popolazione positiva al Covid-19 anche nel nostro territorio». Questa è la motivazione alla base dell'idea che lancia il segretario generale della Cgil Bat, Biagio D'Alberto, alla Regione Puglia impegnata nella gestione della seconda ondata dell'emergenza sanitaria, ovvero una campagna di test rapidi come in Alto Adige.

«Lo screening di massa, così come fatto dagli altoatesini, potrebbe essere reso facoltativo anche nella Bat e permetterebbe di stanare gli eventuali positivi asintomatici. La nostra provincia conta circa 400mila abitanti, se anche la metà dovesse decidere di sottoporsi al test rapido, si riuscirebbe nel giro di pochi giorni a mappare una buona fetta di territorio e intervenire subito stanando coloro che inconsapevolmente purtroppo potrebbero infettare soprattutto la popolazione più fragile, come quella anziana.

I tamponi a tappeto potrebbero essere effettuati in ciascuno dei dieci comuni della Bat, dove per alcuni giorni potrebbero essere installate postazioni per i test. Così a stretto giro si raggiungerebbe un interessante obiettivo: in Alto Adige, per esempio, apprendiamo dalla stampa, che con questa modalità sono stati individuati oltre 3mila asintomatici che ora si trovano in quarantena.

Riteniamo che questa possa essere una buona pratica e chiediamo alla Regione di prenderla in considerazione, potrebbe in territori maggiormente colpiti, come la Bat, essere una strategia per raffreddare la curva del contagio», spiega D'Alberto.
  • Cgil
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

1454 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid, meno tamponi nel weekend. In Puglia 594 nuovi positivi Covid, meno tamponi nel weekend. In Puglia 594 nuovi positivi Nelle ultime 24 ore si sono registrati 25 decessi
In Puglia 1.155 nuovi casi di Covid in 24 ore In Puglia 1.155 nuovi casi di Covid in 24 ore Sono 74 quelli registrati nella provincia Bat
2 Barletta, no alla vendita delle bevande alcoliche dopo le 18 Barletta, no alla vendita delle bevande alcoliche dopo le 18 Ad essere interessati dalle nuove restrizioni anche i negozi di generi alimentari
8 marzo, l'incontro in streaming della Cgil Bat con protagoniste del territorio 8 marzo, l'incontro in streaming della Cgil Bat con protagoniste del territorio La giornata internazionale della donna: «E donna sia…anche in pandemia»
Covid, anche nella Bat è stata avviata la campagna vaccinale per i Vigili del fuoco Covid, anche nella Bat è stata avviata la campagna vaccinale per i Vigili del fuoco Fp Cgil Bat: “Soccorritori che ogni giorno rischiano il contagio”. Il 2 marzo è cominciata la somministrazione
1 Nella provincia Bat altri 110 contagi da Covid-19 Nella provincia Bat altri 110 contagi da Covid-19 Sono stati 1.483 i nuovi casi registrati in Puglia
1 Covid, a Barletta nuove restrizioni per contenere la curva dei contagi Covid, a Barletta nuove restrizioni per contenere la curva dei contagi I provvedimenti in vigore da oggi fino al 6 aprile
1 Vaccini Covid, in Puglia accordo con i medici di medicina generale Vaccini Covid, in Puglia accordo con i medici di medicina generale Lopalco: «Fino alla fine del mese potremo completare la vaccinazione degli ultraottantenni»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.