Corsa
Corsa
Cronaca

Coronavirus, attività sportiva solo sotto casa. Le nuove restrizioni

Sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all'interno delle stazioni ferroviarie

Nuove restrizioni per la popolazione italiana sono arrivate dal Ministero della salute per tutto il territorio nazionale. Chiusi parchi e giardini (cosa già avvenuta in città per ordinanza del Commissario straordinario), vietata l'attività fisica all'aperto eccezion fatta per la corsa in prossimità della propria abitazione, chiusi i bar nelle stazioni di servizio.

Ecco cosa dice il testo dell'ordinanza del Ministero: «Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sono adottate, sull'intero territorio nazionale, le ulteriori seguenti misure:
  • è vietato l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;
  • non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;
  • sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all'interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;
  • nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza»
  • Attività sportiva
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

1875 contenuti
Altri contenuti a tema
Scuola, trasporti e università. L'obbligo di green pass si estende Scuola, trasporti e università. L'obbligo di green pass si estende Il certificato verde sarà necessario solo per i mezzi a lunga percorrenza
Tamponi, nelle farmacie aderenti 8 euro per i minorenni e 15 euro per i maggiorenni Tamponi, nelle farmacie aderenti 8 euro per i minorenni e 15 euro per i maggiorenni L'elenco delle farmacie sarà reso noto dopo la sigla del protocollo di intesa
Green pass, verso l'estensione a scuola e trasporti. Da domani obbligatorio anche a Barletta Green pass, verso l'estensione a scuola e trasporti. Da domani obbligatorio anche a Barletta Il governo discute sull'estensione della certificazione verde
Nella provincia Bat 47 casi di Covid in un giorno Nella provincia Bat 47 casi di Covid in un giorno Sono 243 i nuovi contagi registrati in Puglia
Continuano a migliorare le percentuali dei vaccinati Continuano a migliorare le percentuali dei vaccinati Raggiunge il 93% la percentuale dei 70enni vaccinati
236 casi Covid in più in Puglia 236 casi Covid in più in Puglia Non si registrano decessi, nella Bat sono 23 i nuovi positivi
A Barletta il 69% della popolazione ha ricevuto la prima dose A Barletta il 69% della popolazione ha ricevuto la prima dose Il 52% della popolazione della Bat ha completato la vaccinazione
Aggiornamento sui decessi per Covid Aggiornamento sui decessi per Covid Si aggiunge un altro decesso
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.