Carta di credito
Carta di credito
Speciale

Conto corrente, aumentano le spese allo sportello: come difendersi?

La rivoluzione tecnologica trasforma il mondo bancario

A detta di molti, il conto corrente è lo strumento, in ambito finanziario, più democratico che esista. E in un'epoca come questa, contraddistinta da tassi negativi a breve termine, tale definizione risulta più che mai corretta, in quanto il rendimento percepito è nullo per chiunque. Democratico, si diceva, perché tutti possono aprirne uno: anche i protestati, ai quali fino a poco tempo non era consentito averno uno, oggi possono accedervi, anche se la valutazione, in tal caso, è rilasciato alla discrezionalità di ogni istituto, se non addirittura di ogni singola filiale.

Dal Bancomat alle banche online: la rivoluzione tecnologica trasforma il mondo bancario

Di certo, esso rappresenta il primo approccio al mondo finanziario per qualunque soggetto. E fornisce una quantità elevata di servizi che, sino a poco tempo fa, era impossibile immaginare. Fino alla fine degli anni '70, infatti, il conto corrente rappresentava quel mezzo grazie al quale ricevere (tramite bonifico) o versare soldi (come l'assegno mensile lavorativo), oppure prelevarli direttamente allo sportello. Un primo segnale dell'importanza di questo strumento, lo si ebbe con l'arrivo del Bancomat, che, all'epoca, rappresentò una sorta di piccola rivoluzione: grazie ad esso, infatti, moltissimi lavoratori potevano ritirare direttamente i soldi dalle apparecchiature esterne alle banche, senza dover sostenere interminabili code allo sportello. Un fattore, il Bancomat, dato oggi per scontato ed acquisito. Ma che all'epoca favorì il mutamento dei comportamenti economici dei risparmiatori.
Il prelievo automatico del contante, così come il pagamento effettuato direttamente nei punti vendita dotati di apparecchiatura POS, fu solo il primo passo ad una radicale trasformazione tecnologica del mondo bancario. Da lì a poco, il conto corrente divenne uno straordinario alleato di qualsiasi famiglia italiana, che poteva comodamente addebitare automaticamente le bollette. Una comodità, all'epoca, impagabile, che ha fornito due grossi benefici: evitare perdite di tempo in posta per il pagamento delle utenze domestiche e rispettare puntualmente le scadenze, evitando di incorrere in sanzioni di carattere economico per il tardivo pagamento delle stesse. Una vera e propria rivoluzione, però, è andata in scena alle porte del nuovo millennio, con l'avvento delle banche online. Esse hanno radicalmente cambiato l'approccio al mondo bancario, risultando delle preziosissime alleate dei risparmiatori, che hanno tratto degli innegabili benefici dalla loro comparsa sulle scene.

Spese bancarie in aumento allo sportello: conti online sempre più convenienti

Alla fine degli anni '90, gli istituti di credito applicavano dei costi piuttosto ingenti sui conti correnti. E la remunerazione degli interessi, all'epoca, era già in forte contrazione rispetto a pochi anni prima. L'avvento delle banche telematiche, di conseguenza, ha portato una ventata di freschezza ed importanti novità per tutti i risparmiatori, che grazie ad esse potevano ottenere, finalmente, degli innegabili benefici dal punto di vista economico, risparmiando sensibilmente in termini di spese bancarie. Una rivoluzione di cui hanno beneficiato anche i correntisti allo sportello: le banche tradizionali, per non perdere consistenti fette di mercato, hanno dovuto rivedere, al ribasso, il proprio listino prezzi, anche se restarono meno competitive delle loro concorrenti online. Una differenza che resta, a tutt'oggi, ancora piuttosto sensibile. Anzi, complici le politiche monetarie della BCE, la forbice fra banche online e sportello si è ampliata: le prime risultano ancor più convenienti di un tempo.

Il primo a credere fortemente nell'innovazione tecnologica traslata al mondo bancario fu, col lancio del "Conto Arancio", un noto istituto di credito olandese, che ancora oggi risulta l'indiscusso leader del settore. L'internet banking di Ing direct risulta veloce e semplice ed è ben spiegato qui: https://contocorrente.net/ing-direct/219. Cliccando il link, non si può non cogliere come, a distanza di tanti anni, rivolgersi a questa banca online risulti estremamente conveniente rispetto ad una banca tradizionale. Inoltre, il servizio clienti è annoverato fra i migliori e più efficienti, in grado di risolvere tempestivamente qualsiasi quesito posto dai clienti. Un fattore, quest'ultimo, che si riscontra sempre più di rado allo sportello bancario, dove, spesso, regna l'improvvisazione e l'approssimazione.
  • Economia
Altri contenuti a tema
Il trust Il trust Privo di disciplina civilista, è comunque riconosciuto in Italia
Il mondo Wealth Management Il mondo Wealth Management La vita finanziaria di un individuo a 360°
Report Confindustria, D’Alberto della Cgil Bat: «Economia ancora povera» Report Confindustria, D’Alberto della Cgil Bat: «Economia ancora povera» Il segretario commenta i dati diffusi sulla macroeconomia nella Bat. Pronto un Piano d’azione
Gli atti di destinazione ex art. 2645-ter c.c. Gli atti di destinazione ex art. 2645-ter c.c. Requisito di primaria importanza è la Meritevolezza
La società semplice La società semplice Cosa prevede il codice civile, e come funziona la gestione patrimoniale e fiscale
Problematiche USA-Cina: gli sviluppi e le ripercussioni sul mercato azionario Problematiche USA-Cina: gli sviluppi e le ripercussioni sul mercato azionario Scenari economici e conseguenze per gli investitori
I patti di famiglia I patti di famiglia Un modo per garantire continuità all'impresa
Il fondo patrimoniale Il fondo patrimoniale Come funziona, cosa prevede e a cosa serve
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.