Cosimo Cannito. <span>Foto Ida Vinella</span>
Cosimo Cannito. Foto Ida Vinella
La città

Centro sociale polivalente “Angioletto”, firmato il contratto con concessionaria

Il sindaco Cannito: «Felicissimo e orgoglioso di questo traguardo»

È stato firmato ieri pomeriggio il contratto fra il comune di Barletta e la società cooperativa "Horizon Service" di Sulmona, che si è aggiudicata la gestione del centro sociale polivalente per diversamente abili "Angioletto". Inaugurato nel lontano 2011, per i nove anni successivi quel luogo, dopo un gravoso e oneroso intervento di ristrutturazione e rifunzionalizzazione, era rimasto chiuso e vandalizzato. A dicembre 2019, con la determinazione dirigenziale numero 2012, veniva attivata la gara per l'affidamento in concessione della gestione del centro, con procedura aperta, individuando quale criterio di aggiudicazione quello della offerta economicamente più vantaggiosa. Il 19 agosto scorso, sono stati approvati i verbali di gara per l'affidamento alla "Horizon", il cui presidente ieri ha firmato il contratto, che avrà una durata di 36 mesi, tre anni, a fronte di un canone annuo che il concessionario stesso verserà di 11.220 euro.

Alla stipula del contratto, sottoscritto dal segretario comunale Domenico Carlucci e dalla dirigente del Settore Servizi sociali del comune di Barletta Caterina Navach, oltre che dal presidente della concessionaria Gennarino Settevendemie, erano presenti il sindaco Cosimo Cannito e l'assessore alle politiche sociali Maria Anna Salvemini, e il consigliere comunale Giuseppe Losappio, componente della commissione Affari Socio Sanitari, che si è speso tanto per quel luogo e la sua apertura. "Sono felicissimo e orgoglioso di questo traguardo – ha detto il sindaco Cannito – agognato da un decennio e su cui oramai si erano perse le speranze".

"Investire centinaia di migliaia di euro in un'opera necessaria per la comunità, quanto più perché destinata a persone e famiglie che vivono situazioni di grande disagio – ha aggiunto il primo cittadino – per poi abbandonarla a se stessa, è stato uno spettacolo doloroso al quale assistere per tanto tempo".

"Lungi dal recriminare e filosofeggiare sulle ragioni di tale immobilismo – ha concluso Cannito – mi preme però sottolineare quanto, al contrario, sia stata priorità di questa Amministrazione comunale, prendere in carico questa incompiuta, questo paradosso, e metterla al servizio dei cittadini, dei disabili e delle loro famiglie, la cui attesa è terminate e le cui speranze troveranno presto appagamento". Chi sono i destinatari del centro polivalente "Angioletto" Esso sarà un luogo di aggregazione e socializzazione per persone con disabilità lievi, autonome e con lieve compromissione dell'autonomia, di età compresa fra i 18 e i 65 anni che non necessitano di assistenza sanitaria continuativa e che saranno individuate dai Servizi sociali. In questo luogo, queste persone e le loro famiglie troveranno una serie articolata di prestazioni volte a promuove la socialità e l'autonomia degli utenti anche attraverso percorsi educativi personalizzati, con l'attivazione di laboratori creativi e ludici, attività psicomotorie, a cura di personale idoneo, educatori, terapisti, operatori dell'assistenza, un assistente sociale, la cui presenza sarà programmata, e con il coinvolgimento delle famiglie. Il centro garantirà l'apertura per almeno 36 ore settimanali e organizzerà turni che prevederanno la compresenza massima di 30 utenti che saranno individuati dai Servizi sociali.

"Si fa spesso un gran parlare di integrazione, diversità e percorsi di inserimento sociale ed educativo, oggi, con la sigla di questo contratto queste parole potranno sostanziarsi di azioni conseguenti – ha concluso Cannito – che cambieranno la vita delle persone adulte con disabilità della nostra città che, conclusi i percorsi scolastici, sono quelle più a rischio isolamento e marginalizzazione sociale e lo sanno bene le loro famiglie che condividono con loro il dramma della solitudine".
  • Cosimo Cannito
  • L'Angioletto
Altri contenuti a tema
Nuova giunta Cannito, ancora un passo in avanti Nuova giunta Cannito, ancora un passo in avanti C'è anche il nome di Forza Italia, resa da sciogliere il nodo "Amico"
1 Malore per il sindaco Cosimo Cannito Malore per il sindaco Cosimo Cannito Il primo cittadino è in buone condizioni, “grazie per la vicinanza”
Barletta-Cavese, l’appello dei sindaci Cannito e Servalli Barletta-Cavese, l’appello dei sindaci Cannito e Servalli La nota dei primi cittadini in vista della gara di domani
Giunta Cannito, il rimpasto è (quasi) fatto Giunta Cannito, il rimpasto è (quasi) fatto Torna in giunta Elisa Spera, novità Rosaria Mirabello
1 Cannito su dragaggio: «Una buona notizia per la città di Barletta» Cannito su dragaggio: «Una buona notizia per la città di Barletta» Si sblocca l’iter dei lavori per il porto di Barletta
Vandalizzato distributore automatico di via Duomo, la denuncia del sindaco Cannito Vandalizzato distributore automatico di via Duomo, la denuncia del sindaco Cannito «Cari ragazzi, non è questa la strada giusta»
Parte il progetto “Bat innovation” per la sicurezza nei centri storici Parte il progetto “Bat innovation” per la sicurezza nei centri storici La nota del sindaco Cannito
La lettera del sindaco Cannito all’Ambasciatore iraniano in Italia La lettera del sindaco Cannito all’Ambasciatore iraniano in Italia «Chi è senza peccato al punto da poter uccidere un altro uomo?»
© 2001-2023 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.