Barletta odia i giovani, incontro al Parco dell'Umanità
Barletta odia i giovani, incontro al Parco dell'Umanità
La città

“Barletta odia i giovani”, attivisti a confronto sulle problematiche giovanili

Un appello alle istituzioni a tutelare la "voce del futuro"

Vivere oppure... sopravvivere nella nostra città? Questo il grande dilemma che attanaglia e motiva i giovani attivisti impegnati nella campagna "Barletta odia i giovani" che venerdì scorso si sono incontrati pubblicamente presso il parco dell'Umanità di Barletta mossi dall'intento di cercare soluzioni concrete alle svariate problematiche che quotidianamente si trovano a vivere migliaia di giovani barlettani e non solo.

"La nostra - sostiene la giovane attivista Valeria Modugno - è una campagna sviluppata insieme a Fantapolitica atta specialmente ad evidenziare il disinteresse, quasi totale, delle istituzioni di fronte ai bisogni della fascia più giovane della popolazione. Cerchiamo di far emergere e di discutere di temi che molto spesso restano nell'ombra come il precariato lavoro giovanile, i salari irrisori che impediscono agli under 30 di raggiungere la famigerata indipendenza economica e ci spingiamo a riflettere su temi come quelli della questione climatica che sembra più interessare la nostra generazione che quella dei nostri genitori».

E aggiunge: «Siamo certi che la risoluzione di alcune di queste problematiche possa contribuire a ridurre il disagio che caratterizza la nostra generazione. Bisogna ridisegnare a tutto tondo la vita delle giovani generazioni, per cui, oltre ad interessarci a queste problematiche, abbiamo deciso di concentrarci sul post-studio/lavoro che offre la nostra città. Da un'attenta analisi e da un confronto, ci siamo resi conto che pochi sono gli spazi, pubblici e non, che offrono la possibilità di fruire di momenti di aggregazione e comunità gratuiti, specie quelli legati allo sport e alle attività culturali».

«Il nostro obiettivo pertanto si configura concretamente nella rimozione di ogni tipo di barriera, soprattutto economica, che nella città di Barletta ostacola la partecipazione di chiunque voglia farne parte a questi momenti, che per noi si concretizza nel riappropriarci di spazi (o crearne di nuovi) in cui sia consentito riunirsi, parlare d'arte, cultura e intrattenersi a costo zero. Solo in questo modo sarà possibile limitare la fuga dei giovani annoiati, soprattutto di sera, in città limitrofe e la nostra città sarà finalmente più viva».

Una voce, quella dei giovani attivisti, che ha catturato l'interesse di tutta la comunità giovanile e, che si spera, giunga e mobiliti anche le istituzioni che hanno il compito di tutelare la "voce del futuro".
  • Attività giovanile
  • Giovani e adolescenti
  • Parco dell'Umanità
Altri contenuti a tema
Al via a Barletta la terza edizione di "Wannà festival della politica giovane" Al via a Barletta la terza edizione di "Wannà festival della politica giovane" Dal 26 febbraio al 1° marzo laboratori di cittadinanza e incontri aperti al pubblico sul tema della partecipazione democratica alla cura della città-comunità
Savio Rociola e Davide Campese a confronto sui temi legati ai giovani Savio Rociola e Davide Campese a confronto sui temi legati ai giovani Incontro tra il responsabile delle politiche giovanili di Italia Viva e l'assessore al bilancio del comune di Barletta
Savio Rociola: «Cosa intende fare Barletta per i giovani?» Savio Rociola: «Cosa intende fare Barletta per i giovani?» La nota del responsabile regionale delle politiche giovanli di Italia Viva
Parco dell’umanità si accende per una serata all’insegna della musica Parco dell’umanità si accende per una serata all’insegna della musica Tanti artisti per una festa speciale questa sera alle ore 20
13 Degrado o potenzialità? Ecco lo stato attuale del Parco dell'Umanità Degrado o potenzialità? Ecco lo stato attuale del Parco dell'Umanità Una delle più vaste aree verdi della città cui rendere giustizia, puntando anche su una valorizzazione sociale
Parco dell'umanità, tra erbacce e degrado Parco dell'umanità, tra erbacce e degrado Le sterpaglie bruciate di ieri ultimo episodio di inciviltà
Una call per i giovani che vogliono costruire il futuro delle Regioni Una call per i giovani che vogliono costruire il futuro delle Regioni C'è tempo fino al 15 settembre per presentare la propria idea
"#mareAsinistra", strategia di valorizzazione dei talenti in Puglia "#mareAsinistra", strategia di valorizzazione dei talenti in Puglia Emiliano e Delli Noci: “Approviamo una Strategia finalizzata a valorizzare i talenti e a favorire il controesodo”
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.