Funerali di Pasquale Simone, Michele Chiarulli e Giovanni Pinto
Funerali di Pasquale Simone, Michele Chiarulli e Giovanni Pinto
Cronaca

Barletta in lutto: l'ultimo saluto a Giovanni, Michele e Pasquale

Si sono svolti questo pomeriggio i funerali dei tre giovani barlettani

Applausi, lacrime e commozione di una città in lutto. Si è sentito tutto l'abbraccio sincero di una comunità che saluta tre delle sue più giovani vite. Si sono svolti alle 17:00 di questo pomeriggio in tre chiese diverse i funerali di Pasquale Simone, Michele Chiarulli e Giovanni Pinto, morti in seguito all'incidente stradale che all'alba di mercoledì 15 luglio ha svegliato in lacrime la città di Barletta.
Social Video1 minutoL'ultimo saluto di Barletta alle sue tre giovani viteCosimo Giuseppe Pastore
I tre viaggiavano a bordo di una bici elettrica per riaccompagnare Pasquale a casa dopo una serata passata in compagnia. Alle 5:00 di mattina, l'impatto con un Ducato bianco, lungo la strada statale 170 che collega Barletta ad Andria. Si attendono gli esiti dell'autopsia eseguita sui corpi. Intanto, prosegue l'indagine coordinata dal pm di Trani, Giuseppe Aiello, per omicidio stradale a carico del conducente del furgone, il 59enne Giuseppe Vino risultato negativo ai test tossicologici e all'alcool test a cui è stato sottoposto.

La città di Barletta è in lutto cittadino, in segno di vicinanza alle famiglie dei tre giovani, raccolte questo pomeriggio in un ultimo saluto ai propri figli. «Non bisogna mai perdere la speranza e la forza di riprendere il cammino della vita» le parole rivolte ai familiari che hanno risuonato all'interno dell'atrio della chiesa di San Benedetto durante i funerali del 17enne Giovani Pinto.

«Fa' che il sacrificio di Giovanni diventi momento di riflessione per i ragazzi qui presenti affinché comprendano che la vita è un dono prezioso». Ha detto il parroco, mentre nelle chiese di San Nicola e del Crocifisso si svolgevano le esequie rispettivamente del 19enne Michele Chiarulli e del 17enne Pasquale Simone.
  • Incidente
  • Lutto
Altri contenuti a tema
Abbandonato al pronto soccorso di Barletta muore poco dopo: era stato investito Abbandonato al pronto soccorso di Barletta muore poco dopo: era stato investito Sviluppi sulla vicenda di cronaca di ieri pomeriggio
Incidente sulla strada 16bis, coinvolto un barlettano Incidente sulla strada 16bis, coinvolto un barlettano Sul posto i soccorritori del 118 e le forze dell'ordine
3 “L’augurio speciale” di mamma Lucia al neodiciottenne Pasquale Simone “L’augurio speciale” di mamma Lucia al neodiciottenne Pasquale Simone Oggi avrebbe compiuto 18 anni una delle tre vittime del tragico incidente stradale sulla Andria-Barletta
È morto il professor Francavilla, pioniere della gastroenterologia È morto il professor Francavilla, pioniere della gastroenterologia Barlettano, professore emerito, ordinario all'Università di Bari, è venuto a mancare all'età di 84 anni
Sulla morte di Amhed, «non siamo riusciti a strapparlo all'isolamento nel quale si stava condannando» Sulla morte di Amhed, «non siamo riusciti a strapparlo all'isolamento nel quale si stava condannando» Una lettera di don Angelo Dipasquale
2 Era un medico il 52enne morto in bicicletta. Fatale il tamponamento con un furgone Era un medico il 52enne morto in bicicletta. Fatale il tamponamento con un furgone È stato riconosciuto il ciclista che ieri ha perso la vita
Perde la vita scontrandosi contro un furgone tra Canosa e Barletta Perde la vita scontrandosi contro un furgone tra Canosa e Barletta Nessun documento con sè, ancora ignota l'identità del ciclista
Lutto nell'Ordine dei Medici per la scomparsa del pediatra Michele Cicchelli Lutto nell'Ordine dei Medici per la scomparsa del pediatra Michele Cicchelli «Le malattie, quelle di sempre, non vanno in vacanza durante il Covid»
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.