Istituzionale

Barletta, dopo "Annozero" Maffei risponde alla Carfagna

Il sindaco replica all'intervento del ministro da Santoro

Decisa e risentita la reazione del Sindaco di Barletta, Nicola Maffei, a tutela dell'immagine della città all'indomani delle dichiarazioni rilasciate gratuitamente dal Ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna nel corso del programma di Rai Due "Annozero" sul mancato pasto ad alcuni bambini di famiglie bisognose.

«Una notizia riguardante questioni delicate – dichiara il Sindaco Maffei – che rischia di vanificare quanto in maniera responsabile e puntuale un'Amministrazione comunale mette in campo per fronteggiare situazioni afferenti a famiglie indigenti, deve sempre attivare opportuni e preventivi meccanismi tesi a certificare fondatezza ed eventuali responsabilità. Certamente non fa piacere a nessuno – Sindaco e cittadini tutti – essere accusati di disattenzione, leggerezza, e conseguentemente essere accomunati con altre tristi realtà offerte alla pubblica conoscenza.

All'indomani dell'accaduto, questa Amministrazione ha prontamente eseguito minuziosi controlli inviando una lettera a tutti i locali Circoli didattici interessati. Sei istituti hanno smentito categoricamente per iscritto l'esistenza di minori che non hanno potuto usufruire della mensa gratuita prevista, confermando le informazioni in possesso degli Uffici interessati. Solo il V Circolo didattico "Modugno", citato dalle cronache, ha risposto in modo poco chiaro alla richiesta. L'Amministrazione ha quindi sollecitato una risposta certa e definitiva in merito, senza ottenere ulteriore riscontro.Gli uffici comunali preposti, a mezzo sistema informatico, hanno quindi verificato, inequivocabilmente, che anche alla scuola "Modugno" nessun bambino era privo di credito per poter usufruire della ristorazione gratuita.

E' giusto ricordare che il servizio di ristorazione scolastica è sempre stato attivo dal 1 ottobre 2009 e proseguirà sino al 31 maggio 2010. Il costo del buono pasto è di Euro 1,55, tra i più bassi della regione, a carico delle famiglie, un intervento irrisorio in quanto l'Amministrazione comunale provvede alla quasi totalità del costo dei pasti, che subisce annualmente una rivalutazione monetaria, in base agli indici ISTAT.

Dal corrente anno scolastico attraverso il "pacchetto anticrisi" comunale, è stato promosso un intervento aggiuntivo al fine di assicurare la fruizione completamente gratuita del servizio di ristorazione scolastica ai bambini appartenenti a nuclei familiari in condizioni di disagio socio-economico. Va precisato che tale intervento non è obbligatorio per Legge e non rientra all'interno dei livelli essenziali di Servizi Sociali che il Comune è tenuto a realizzare.

Infine, per andare incontro alle esigenze dell'utenza, nell'anno scolastico 2008/2009 è partito il servizio, innovativo a livello regionale, con il pagamento informatizzato dei pasti per mezzo della pratica card personalizzata.

Il servizio è predisposto in modo da consentire alle famiglie di avere sempre chiara e aggiornata la situazione dei buoni pasto caricati. Quando nella card sono rimasti solo due buoni pasto, parte automaticamente un messaggio SMS al cellulare segnalato dai genitori, che avvisa le famiglie. In mancanza del cellulare si recapita una lettera a casa dell'utente e comunque, se si rileva che la comunicazione non è andata a buon termine, si provvede al contatto telefonico diretto. Nel contempo si avvisa anche la segreteria della scuola del minore e l'insegnante della sua classe.

In ogni caso ai genitori è data la possibilità, in qualsiasi momento, di visualizzare di quanti pasti può usufruire, recandosi presso uno dei dieci punti vendita convenzionati, o tramite il sito web del Comune previa registrazione facilmente effettuabile online. In ogni caso per le segnalazioni particolari basta rivolgersi alle segreterie degli istituti scolastici.

In conclusione, in qualità di Sindaco intendo evidenziare che l'accaduto è conseguenza di disattenzioni non imputabili all'Amministrazione comunale che in merito alla ristorazione scolastica ha lavorato con professionalità perfezionando il servizio, così come nel disguido verificatosi alla Modugno si è attivata con immediatezza. Questo Ente andrà sino in fondo per accertare le responsabilità dell'accaduto, riservandosi di esercitare azione legale a propria tutela.

Non ultimo, l'invito al Ministro Carfagna a verificare le notizie diffuse alla nazione, che in questo caso hanno infangato, immotivatamente, il nome di una città e dell'Amministrazione che la governa».
  • Sindaco
  • Nicola Maffei
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Campionato di disegno tecnico: venerdì la finalissima a Barletta Campionato di disegno tecnico: venerdì la finalissima a Barletta Ad ospitare l'ultima fase dell'iniziativa sarà l'istituto "Ettore Fieramoca"
Anno scolastico 2024-2025 al via il 16 settembre Anno scolastico 2024-2025 al via il 16 settembre La delibera della giunta regionale
Il Liceo Da Vinci di Bisceglie ospite di Mastrototaro Food Il Liceo Da Vinci di Bisceglie ospite di Mastrototaro Food Gli studenti del liceo hanno trascorso una giornata di formazione in azienda
Gli alunni dell'istituto "Mennea" di Barletta premiati da Mattarella Gli alunni dell'istituto "Mennea" di Barletta premiati da Mattarella Gli studenti sono arrivati alla fase finale del concorso "I giovani ricordano la Shoah"
A palazzo di città una delegazione studentesca dell’istituto paritario “Suore Salesiane dei Sacri Cuori”. A palazzo di città una delegazione studentesca dell’istituto paritario “Suore Salesiane dei Sacri Cuori”. I ragazzi sono stati ricevuti dal sindaco Cosimo Cannito
Servizio di ristorazione scolastica, aggiornamento ISEE 2024 Servizio di ristorazione scolastica, aggiornamento ISEE 2024 La nota dell'amministrazione comunale
13 Cannito ritira le dimissioni: una lettera per chiarire la sua verità Cannito ritira le dimissioni: una lettera per chiarire la sua verità «Conflitti alimentati dal presidente del consiglio comunale Marcello Lanotte» spiega il sindaco. Lanotte estromesso dalla maggioranza
In partenza l'ufficio scolastico provinciale della Bat In partenza l'ufficio scolastico provinciale della Bat La nota della Flc Cgil Puglia
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.