Treno regionale
Treno regionale
Territorio

Barletta-Canosa, i pendolari chiedono una linea metropolitana

Il trasporto su gomma "pericoloso e controproducente". La proposta del canosino "Libero movimento di utenti, cittadini e associazioni"

Una metropolitana di superficie sulla linea Barletta-Canosa. L'idea arriva dalla città di San Sabino, partorita dai componenti dell'associazione "Libero movimento di utenti, cittadini e associazioni a tutela della ferrovia e del suo rilancio" in una lettera indirizzata all'assessore regionale ai Trasporti Guglielmo Minervini, alle amministrazioni di Barletta e Canosa e alla Direzione regionale di Trenitalia. Una domanda che nasce dalla voglia dei pendolari della linea Barletta-Spinazzola- oggi costretti a "spezzare" il viaggio tra i due comuni in transito su binari e gomma- di eliminare le difficoltà dovute all'attraversamento dei centri di Canosa e Barletta, oltre alla necessità di ridurre la pericolosità dell'utilizzo dei bus in prossimità della stazione di Canne della Battaglia, spesso fattore di incidenti.

«Chiediamo il ripristino totale del mezzo ferroviario sulla tratta Spinazzola-Barletta e viceversa. Ma nella consapevolezza che tale richiesta al momento potrebbe non essere accolta, siamo disposti a suggerire delle soluzioni alternative» questo l'incipit della missiva, alla quale aderisce il Comitato Pro Canne della Battaglia.«Pensiamo che le difficoltà possono essere eliminate ipotizzando che le corse del mezzo ferroviario siano indirizzate principalmente sulla tratta Barletta-Canosaa e viceversa, aumentandone anche la frequenza». Un'idea che sarebe di facile applicazione a Canosa, dove c'è «uno spazio antistante la stazione utile a garantire un parcheggio agevole dei pullman, oltre ad essere vicino alla Sp 231 (...) Per l'attraversamento di Barletta, la proposta eviterebbe agli autisti le aggressioni verbali che spesso arrivano da automobilisti che in maniera indisciplinata occupano lo spazio utile al transito dei pullman (...) in sintonia con quanto Trenitalia ha già effettuato su altre tratte, dovuto alla frequenza dei mezzi: evitare la continua ricerca di coincidenze che condizionano spesso sia la tratta Barletta-Spinazzola che la Bari-Foggia».

Miglioramento delle condizioni dei viaggiaatori, riduzione dei costi del personale e minor rischio di incidenti: questi i punti di forza sui quali si gioca la "partita" del triangolo Barletta-Canosa-Spinazzola. A quando il fischio d'inizio?
(Twitter: @GuerraLuca88)
  • Trenitalia
  • Canosa di Puglia
  • Trasporto pubblico
  • Lettera aperta
Altri contenuti a tema
Frecce Tricolori, lo show a Trani: sei collegamenti straordinari in treno Frecce Tricolori, lo show a Trani: sei collegamenti straordinari in treno Corse aggiuntive nella giornata di domenica 12 maggio
Frana sulla linea, l'offerta alternativa di Trenitalia da e per Barletta Frana sulla linea, l'offerta alternativa di Trenitalia da e per Barletta Le informazioni utili ai viaggiatori
Frana in Irpinia, sospesa circolazione ferroviaria tra Caserta e Barletta Frana in Irpinia, sospesa circolazione ferroviaria tra Caserta e Barletta Tecnici al lavoro per il ripristino dell’infrastruttura. Attivati bus sostitutivi
Doppio intervento della Vegapol a Canosa di Puglia Doppio intervento della Vegapol a Canosa di Puglia Sono stati scongiurati due furti nella notte grazie al pronto intervento delle guardie private
Treni, anche a Barletta modifiche alla circolazione ferroviaria dal 3 al 17 marzo Treni, anche a Barletta modifiche alla circolazione ferroviaria dal 3 al 17 marzo Previsti lavori straordinari nella stazione di Polignano a Mare
La Barletta-Bari tra le linee ferroviarie peggiori in Italia La Barletta-Bari tra le linee ferroviarie peggiori in Italia Lo stabilisce il Rapporto Pendolaria di Legambiente
Canosa di Puglia: esplosione al bancomat dell'ufficio postale in via Volturno Canosa di Puglia: esplosione al bancomat dell'ufficio postale in via Volturno Interviene la Vegapol, rinvenuti sulla via di fuga dei ladri chiodi a tre punte
Richiedenti asilo sui binari: ancora disagi per i pendolari di Barletta Richiedenti asilo sui binari: ancora disagi per i pendolari di Barletta Situazione in evoluzione. Ritardi di mezz'ora
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.