Barletta Antifascista, deturpato il murale
Barletta Antifascista, deturpato il murale
La città

Barletta Antifascista, deturpato nella notte il murale nei giardini De Nittis

Il consigliere comunale Carmine Doronzo: «La storia non si cancella»

Elezioni Regionali 2020
Non è la prima volta che il murale dedicato ai fratelli Vitrani viene deturpato. È accaduto nuovamente questa notte, quando qualcuno ha imbrattato con della vernice nera la scritta "Barletta Antifascista". Quasi a volerla cancellare. Quasi a volerne dissociare il significato dall'identità della città di Barletta.

La denuncia giunge dal consigliere comunale di Coalizione Civica, Carmine Doronzo che, sui suoi profili social, stigmatizza l'accaduto.

"Pietro e Ruggiero Vitrani - ricorda Doronzo - avevano 18 e 20 anni quando furono catturati e fucilati dai fascisti. Erano figli di una famiglia barlettana e presero parte alla resistenza nella Val Sangone (To). Poco prima di morire pronunciarono queste parole registrate dal parroco del carcere.

R. V. : «Sono contento di dare il mio sangue per la libertà della Patria, e non mi importa del boia».

P. V. : «Dica ai tedeschi di non spararmi alla testa per non essere sfigurato, forse la mamma verrà a vedermi»

Qualcuno ha paura di queste storie, storie di ragazzi che hanno lottato per la nostra libertà, sacrificando la propria giovane vita. Nella notte hanno sfregiato i loro volti, più volte hanno deturpato il murale realizzato in loro memoria, ma non avevano mai osato così tanto. Un'offesa gravissima a Barletta, alla sua storia, a tutti i suoi figli.

Nei comizi, in televisione e in parlamento (quando si presentano) urlano di essere italiani, cattolici, di voler difendere la famiglia ma in realtà sono solo vigliacchi e bugiardi. Erano, sono e resteranno sempre i nemici del popolo e della nostra libertà.

Si illudono - conclude Carmine Doronzo - di poter cancellare la storia con una bomboletta nera ma la storia non si cancella, la storia ci insegna che i fascisti sono destinati sempre e soltanto ad essere sconfitti".
  • murales
  • Carmine Doronzo
Altri contenuti a tema
2 Un premio per i laureati in lockdown: «I Comuni della Bat aderiscano all'iniziativa» Un premio per i laureati in lockdown: «I Comuni della Bat aderiscano all'iniziativa» L'invito formulato dal vice presidente di Anci Puglia, Carmine Doronzo
1 Chiusura Polivalente di Barletta, un danno per gli studenti Chiusura Polivalente di Barletta, un danno per gli studenti Carmine Doronzo: «Ferita gigantesca per la nostra città»
3 Si salva il palazzo, ma trema la Giunta: amministrazione messa al bivio dalle opposizioni Si salva il palazzo, ma trema la Giunta: amministrazione messa al bivio dalle opposizioni Le opposizioni: «Se l'assessore ha informato la Giunta, il sindaco dovrebbe dimettersi. In caso contrario, il sindaco dovrebbe chiederne le dimissioni»
1 "Barletta antifascista", ripristinato il murale nei giardini De Nittis "Barletta antifascista", ripristinato il murale nei giardini De Nittis Alla vigilia della Festa della Repubblica, alcune associazioni cittadine hanno provveduto al ripristino del murale
3 Strada delle Salinelle a Barletta, Doronzo: «Manteniamo la chiusura al traffico» Strada delle Salinelle a Barletta, Doronzo: «Manteniamo la chiusura al traffico» «Chi non sognerebbe in quel tratto una coesistenza tra spiagge libere, chioschetti, zone d'ombra e aree pic nic?»
2 A Barletta il nuovo murale di Borgiac è un omaggio alla vita A Barletta il nuovo murale di Borgiac è un omaggio alla vita L'illusione di una via immaginaria tra piazzetta Duomo e via Fieramosca
2 Barletta capitale italiana della Cultura, Doronzo: «Nessuna sorpresa per il ritiro, mancava un progetto solido» Barletta capitale italiana della Cultura, Doronzo: «Nessuna sorpresa per il ritiro, mancava un progetto solido» «Se c'è una vera e sincera volontà di valorizzare culturalmente Barletta, si cominci da subito con azioni concrete»
1 Residenti via Andria esenti solo da TARI, Coalizione Civica: «Non ancora soddisfatti» Residenti via Andria esenti solo da TARI, Coalizione Civica: «Non ancora soddisfatti» I consiglieri proponevano l’esenzione del pagamento dell’addizionale IRPEF: bocciata dalla maggioranza
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.