Tribunale Martello giudice Procura
Tribunale Martello giudice Procura
La città

Amministrazione di sostegno, le pratiche e i ricorsi si presenteranno in comune

Il protocollo di cooperazione fra Comune di Barletta e Tribunale di Trani avrà durata di tre anni ed è rinnovabile tacitamente

Promuovere azioni che riducano i disagi di tutte quelle persone e famiglie che hanno la necessità di presentare istanze, relazioni o gli eventuali ricorsi al fine di ottenere l'amministrazione di sostegno o la tutela, misure previste per legge nei casi in cui, per infermità temporanea o permanente, si sia in presenza di persone che necessitino di qualcuno che curi i loro interessi (nominato da un giudice tutelare se possibile in ambito familiare o altrimenti all'esterno, ma sempre nell'interesse del beneficiario).

E' questo l'oggetto e la finalità del protocollo di cooperazione fra il Tribunale di Trani e il Comune di Barletta, sottoscritto dal Presidente del primo, Antonio De Luce, e dal Sindaco di Barletta Cosimo Cannito, d'intesa con il settore dei Servizi sociali. Tale collaborazione si è resa necessaria per compensare le difficoltà insorte all'indomani dell'accorpamento delle sezioni distaccate dei tribunali presso la sede centrale, in questo caso, di Trani.

Essendo fra i compiti e le prerogative di un Comune, su tutti, quello di promuovere attività socio – sanitarie, socio – assistenziali, educative e sanitarie in grado di rafforzare e incentivare pratiche di intervento sociale sottoscrivendo anche accordi e collaborazioni con altri enti pubblici statali, il comune di Barletta mette a disposizione con tale protocollo struttura, personale amministrativo e mezzi di lavoro perché i cittadini vi si possano rivolgere per presentare ricorsi, istanze, atti e contabilità previsti dalla legislazione che poi saranno trasmessi telematicamente all'Ufficio della Volontaria Giurisdizione del Tribunale di Trani, senza necessità quindi di recarsi personalmente al Tribunale. Tale accordo di collaborazione, che non comporta alcun reciproco impegno né onere economico da parte dei due soggetti coinvolti, avrà una durata di tre anni ed è rinnovabile tacitamente.
  • Tribunale
Altri contenuti a tema
Omicidio Lattanzio, chiesto l'ergastolo per il presunto killer Omicidio Lattanzio, chiesto l'ergastolo per il presunto killer La vittima fu trucidata a Barletta il 15 gennaio del 2019
I legali della ditta Edil Sa.Mi. tranquillizzano: «È un'azienda sana» I legali della ditta Edil Sa.Mi. tranquillizzano: «È un'azienda sana» Le precisazioni dello studio legale della ditta, dopo la misura adottata dal Tribunale di Bari
Mercato della droga a Barletta, richiesti fino a 20 anni di reclusione Mercato della droga a Barletta, richiesti fino a 20 anni di reclusione Queste le pene richieste dal pm antimafia Maralfa per i 24 imputati dell'inchiesta "Nabucodonosor"
Processo giudici corrotti, la New Generation chiarisce: «Noi non siamo coinvolti» Processo giudici corrotti, la New Generation chiarisce: «Noi non siamo coinvolti» La nota dei legali dell'azienda
"Giustizia svenduta", disposto rinvio a giudizio per il giudice Nardi "Giustizia svenduta", disposto rinvio a giudizio per il giudice Nardi A processo anche Di Chiaro, Patruno e Zagaria
Giudici corrotti, chiesto rinvio a giudizio per 10 imputati Giudici corrotti, chiesto rinvio a giudizio per 10 imputati Si andrà davanti al gip il prossimo 11 settembre
Il giudice di Barletta Francesco Messina nominato "formatore" nelle Marche Il giudice di Barletta Francesco Messina nominato "formatore" nelle Marche Il magistrato barlettano è stato scelto dal Consiglio superiore della magistratura
1 Nuove ipotesi di reato per il pm Savasta di Barletta Nuove ipotesi di reato per il pm Savasta di Barletta Savasta avrebbe favorito l'imprenditore barlettano Luigi d'Agostino evitando di coinvolgerlo in un'indagine per fatture false
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.