Polizia locale
Polizia locale

Concorso Polizia Locale di Barletta, la lettera di delusione dei partecipanti

«Su 500 candidati soltanto otto superano la prova»

«Gentile Redazione,

Siamo qui a scrivervi per esprimere il nostro dispiacere circa il concorso di Polizia Municipale svoltosi nella città di Barletta. Partiamo da inizio anno 2020, quando viene pubblicato il bando del concorso per 12 agenti di Polizia municipale, concorso accolto con molto entusiasmo da tanti giovani del nostro territorio e non solo. Ma andiamo con ordine. Durante la lettura del bando, salta subito ai nostri occhi un dubbio: età minima per l'accesso al concorso 18 anni, ma possesso di patente di tipo A. Più partecipanti sollevarono questo dubbio, dato che tale patente può essere in possesso solo di coloro che hanno compiuto anni 24, e avrebbe escluso molti pretendenti. Il Comune correggeva il tiro e prontamente rispondeva che avrebbero potuto partecipare tutti coloro che erano in possesso di "qualsiasi patente A", dunque tutti coloro che erano in possesso della patente B dato che al conseguimento di tale patente viene anche conseguita anche la AM.

Nel frattempo, giungevano altre domande di chiarimento al Comune, ovvero come prepararsi al concorso e se ci fossero state banche dati per esercitarsi. A tale domanda veniva detto che gli argomenti che sarebbero stati trattati erano scritti all'interno del bando e che ciascun candidato era libero di prepararsi utilizzando gli strumenti che riteneva adeguati.

Ma andiamo oltre. L'invio per le domande al concorso, che sarebbero dovute arrivare unicamente tramite pec, avevano come limite il 19 marzo 2020, causa Covid termini rinviati per ben due volte. Poco senso anche questo rinvio, dato che occorreva unicamente una pec e una connessione internet e poteva farsi tranquillamente da casa. Arriva nel mese di luglio la comunicazione delle date della preselettiva, dato che il numero delle domande giunte, come detto in sede di preselezione, aveva raggiunto quasi il numero di mille. Le date prescelte, rispettando le normative anticovid erano 3-4 agosto. Tutti noi, con emozione, una preparazione adeguata, ci presentiamo (dopo altri concorsi fatti) per questo fatidico giorno". Importante precisare anche i titoli di studio dei partecipanti, la maggior parte dei quali laureati proprio in discipline giuridiche e persino avvocati, quindi con una preparazione in teoria del tutto attinente alle materie previste dal bando.

"Tutto fila liscio, nel riconoscimento e nell'accoglienza. Piccola nota, il problema avuto nel giorno del 3 agosto durante il forte temporale estivo che ha visto alcuni di noi sospendere le operazioni del concorso e ritornare il giorno dopo, causa danno alla struttura. Ma questo è un problema esterno e non dovuto all'organizzazione. All'interno del palazzetto tutto fila liscio, ci viene spiegato come comportarci all'interno e durante la prova. Ci viene rilasciato un codice, con il quale, inserendolo su un sito della società organizzatrice, avremmo in breve tempo trovato i nostri risultati. A oggi, non ancora visibili.

Ma la sorpresa più grande l'abbiamo sabato 8 agosto, quando sul sito del Comune di Barletta, alla sezione concorsi, viene pubblicato un pdf contenente solo 8 nomi di coloro che avevano superato la preselettiva. Nulla contro questi ragazzi, che in maniera stupenda sono riusciti a passare e a loro va il nostro augurio e in bocca a lupo per superare le prossime prove. Ma ci poniamo delle domande: non avrebbero dovuto pubblicare "da lì a poco" sul sito da loro indicato i risultati? E a fronte di circa 1000 domande pervenute, la metà circa presentati alle prove, solo otto lo hanno superato? Sulla preselettiva, come in tanti concorsi pubblici, si cerca di fare sempre una scrematura sommaria per poi passare al concorso vero e proprio. Tra di noi partecipanti al concorso ci sono laureati in materie giuridiche e addirittura avvocati!

Su 500 candidati soltanto otto superano la prova! Tale risultato non permetterà all'ente neanche di fare una graduatoria, anche per un futuro scorrimento come avviene un po' ovunque, e non solo per prendere i 12 agenti messi a bando, ma "obbligherà" l'ente da qui a poco a indire un nuovo concorso, che comporterà nuovi costi.

In attesa del nuovo concorso che sarà bandito a breve, dato che i fatidici 12 non saranno raggiunti, vi salutiamo auspicando di raccontarvi a breve una diversa storia».
  • Concorsi
  • Polizia municipale
Altri contenuti a tema
1 Boom di multe anche nella Bat Boom di multe anche nella Bat In generale sono gli autovelox a colpire gli automobilisti indisciplinati, forte anche il problema della sosta selvaggia
Sequestro di ricci di mare a Barletta, interviene la Polizia locale Sequestro di ricci di mare a Barletta, interviene la Polizia locale I prodotti sono stati consegnati alla Capitaneria di Porto
Polizia locale in festa per San Sebastiano, Cannito: «Guardate ai nostri agenti come degli alleati» Polizia locale in festa per San Sebastiano, Cannito: «Guardate ai nostri agenti come degli alleati» L'appello del primo cittadino alla cittadinanza: «La Polizia Locale ha bisogno del vostro rispetto e della vostra collaborazione»
Riconoscimenti per gli agenti della Polizia locale di Barletta Riconoscimenti per gli agenti della Polizia locale di Barletta Consegnati ieri gli encomi al termine della celebrazione per San Sebastiano
Polizia Locale Barletta, quasi 23mila sanzioni in un anno per infrazioni al codice della strada Polizia Locale Barletta, quasi 23mila sanzioni in un anno per infrazioni al codice della strada Oggi in festa per il Santo Patrono San Sebastiano: diramato il bilancio complessivo delle attività del 2023
Cade pezzo di vaso in via Monfalcone, pericolo scongiurato Cade pezzo di vaso in via Monfalcone, pericolo scongiurato Sfiorati alcuni passanti e colpite auto in sosta, fortunatamente nessuno è rimasto ferito. Sul posto la Polizia locale e i Vigili del Fuoco
La Polizia locale di Barletta celebra San Sebastiano La Polizia locale di Barletta celebra San Sebastiano Cerimonia religiosa nella chiesa del SS. Crocifisso, con riconoscimenti al personale andato in quiescenza
Minacce ai poliziotti di Barletta, arrestati i due aggressori Minacce ai poliziotti di Barletta, arrestati i due aggressori L'episodio avvenne la sera del 29 ottobre: nei guai un 26enne di Canosa e un 40enne di Cerignola
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.