Cronaca

Tra ricatti e riscatti, impazza il racket dei motorini rubati

Scoperto a Barletta un garage con “cavalli di ritorno”. Quattro i furti ogni giorno

Torni dalla spiaggia stanco e abbronzato? Il motorino non c'è più. E' questa la scena che frequentemente si presenta a molti ragazzini che popolano le spiagge della città di Barletta in questo periodo estivo. Accade cosi che una normale mattinata di relax e divertimento in spiaggia con gli amici viene rovinata quando di ritorno verso il posto dove vi era parcheggiato il mezzo si constata che è più lì. Accade che la prima reazione della maggior parte delle vittime è quella di cercare un contatto con chi ha commesso il furto, tramite amici di amici, anziché denunciare il furto alle forze dell'ordine.

Il furto di motorini e ciclomotori è un fenomeno mai debellato: le vittime sono spesso adolescenti che un po' per paura e un po' perché guidati da una sorta di codice etico che poggia le proprie basi sull'omertà preferiscono tacere anziché denunciare. Molti sono infatti i motociclisti che preferiscono recuperare il mezzo pagando un riscatto.

Le statistiche dipingono un quadro a tinte fosche: una media di quattro motorini rubati al giorno. Secondo gli agenti del Commissariato di Barletta, sarebbe proprio la litoranea di Ponente il luogo preferito dai ladri, ma le indagini talvolta non si sono limitate a questo.

Una interessante scoperta è stata fatta proprio nei giorni scorsi dagli agenti del Commissariato di Barletta in pieno centro storico in un garage nel quale erano custoditi motorini rubati in attesa di essere restituiti ai loro proprietari dietro pagamento di una somma di denaro, il cosiddetto "cavalli di ritorno". I tre motorini rinvenuti nel garage erano due Piaggio "Liberty" e un Piaggio "Beverly". Il titolare del locale dove sono stati ritrovati gli scooter è stato denunciato per ricettazione.

Gli investigatori sono al lavoro per comprendere le logiche e l'organizzazione dei furti.
  • Furto
  • Indagini
  • Polizia municipale
  • Motocicletta
Altri contenuti a tema
1 Aggrediti agenti della polizia locale di Barletta nel parcheggio alle spalle di Palazzo di Città Aggrediti agenti della polizia locale di Barletta nel parcheggio alle spalle di Palazzo di Città Verificata la presenza di un parcheggiatore abusivo, sono stati minacciati dopo aver chiesto i documenti
Grosso ramo cade in via Vitrani, bloccato accesso a via Chieffi Grosso ramo cade in via Vitrani, bloccato accesso a via Chieffi Colpite due automobili ma fortunatamente nessun ferito
Paura per i furti in casa a Barletta, allerta nelle chat e sui social Paura per i furti in casa a Barletta, allerta nelle chat e sui social Questa mattina alcuni agenti della Polizia di Stato sono intervenuti in via Tatò
Motoveicoli rumorosi, aumentano i controlli a Barletta Motoveicoli rumorosi, aumentano i controlli a Barletta Intervengono il sindaco e il comandante Filannino: «Contrasteremo questa moda di modificare i motoveicoli»
Furto in stazione a Barletta: nei guai due minorenni Furto in stazione a Barletta: nei guai due minorenni I due ragazzi erano stati già più volte segnalati all’Autorità Giudiziaria per altri reati
Abbandono rifiuti, sanzionati gli autori dalla Polizia locale Abbandono rifiuti, sanzionati gli autori dalla Polizia locale La nota dell'amministrazione comunale
Controlli sui mezzi pesanti, in azione la Polizia locale di Barletta Controlli sui mezzi pesanti, in azione la Polizia locale di Barletta Durante le verifiche, gli agenti hanno scoperto diverse anomalie ad un mezzo: ritirata la patente all'autotrasportatore
Scappa senza prestare soccorso, arrestato dalla Polizia locale di Barletta Scappa senza prestare soccorso, arrestato dalla Polizia locale di Barletta L'incidente si è verificato al sottovia Pertini
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.