Cassonnetti alternativi
Cassonnetti alternativi
La città

Scoperti nuovi modi per utilizzare i cassonetti per rifiuti a Barletta

Si risparmia tempo e fatica, si respirano profumi di immondizia. Il metodo è studiato per il barlettano che non può perdere tempo

L'arte di arrangiarsi non conosce confini. Usare in modo corretto un cassonetto per i rifiuti comporta un certo dispendio di energie, infatti bisogna fare pressione col piede sull'apposito pedale per sollevare il coperchio, poi prendere la mira e lanciare con gesto atletico il sacchetto dell'immondizia, cercando di fare centro, non tutti ci riescono.
A Barletta il problema è stato risolto: alcuni geniali cittadini hanno pensato di tenere sempre aperto il cassonetto, ponendo cassette di frutta come cuneo, in modo tale da risparmiare tempo e fatica (osservate le foto).

Facendo così la vita del cittadino è più facile, lanciare i sacchetti nel cassonetto è più comodo, inoltre è possibile anche ammirare il contenuto del cassonetto stesso, alla ricerca di tesori nascosti, nonchè osservare anche i nugoli di mosche che svolazzano allegre, grazie alla costante apertura. Col caldo estivo poi, dal cassonetto aperto si sprigionano profumi di immondizia in decomposizione, invece, in caso di pioggia, nel cassonetto si formano piccole pozze d'acqua stagnante e profumata, ma cosa volete che sia, basta tapparsi il naso o trattenere il respiro. Sconsiglierei agli operatori ecologici di richiudere i cassonetti, onde evitare sollevazioni popolari.

Tutto questo per evitare il dispendioso esercizio fisico di dover aprire il cassonetto e, per soddisfare la pigrizia del tipico cittadino barlettano, che va sempre di fretta come un manager di Manhattan, e non deve perdere tempo, salvo poi lamentarsi che per le strade si sente puzza di immondizia. Consiglio di brevettare cassonetti senza coperchio, da utilizzare soltanto a Barletta.
4 fotoNuovi modi per usare i cassonetti
Nuovi usi dei cassonettiNuovi usi dei cassonettiNuovi usi dei cassonettiNuovi usi dei cassonetti
  • Decoro cittadino
  • Strade
  • Barlettanità
  • Tommaso Francavilla
Altri contenuti a tema
3 Allarme sporcizia: le condizioni del sottopasso di via Milano Allarme sporcizia: le condizioni del sottopasso di via Milano La segnalazione di una cittadina sulle condizioni di scarso decoro del passaggio pedonale
Finalmente giù il muro di Patalini, Calabrese: «Si trasformi in un’area attrezzata per il quartiere» Finalmente giù il muro di Patalini, Calabrese: «Si trasformi in un’area attrezzata per il quartiere» «L'abbattimento è solo il primo passo, ora non bisogna fermarsi»
17 Franco Di Cosola e Damiano Daddato entrano nella toponomastica cittadina Franco Di Cosola e Damiano Daddato entrano nella toponomastica cittadina La nota del giornalista Nino Vinella
2 Cara Barletta... «città bellissima, ma dobbiamo averne cura» Cara Barletta... «città bellissima, ma dobbiamo averne cura» La lettera di una giovane barlettana
Autovelox, ecco dove potranno essere utilizzati a Barletta e dintorni Autovelox, ecco dove potranno essere utilizzati a Barletta e dintorni Nuovo decreto del Prefetto della Bat: tutte le strade interessate
11 Continuano i lavori di rifacimento del manto stradale Continuano i lavori di rifacimento del manto stradale Lunedì cantiere in via Delle Belle Arti, si va avanti anche in via Scuro
Nuovi cestini a Barletta, la nota di Ruggiero Grimaldi Nuovi cestini a Barletta, la nota di Ruggiero Grimaldi «Portato a termine l’iter a seguito della mia istanza»
Iniziati i lavori di manutenzione del manto stradale in via Scuro Iniziati i lavori di manutenzione del manto stradale in via Scuro La comunicazione del sindaco Cosimo Cannito
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.