Piripicchio
Piripicchio
La città

Quarant’anni fa moriva Piripicchio, l'artista di strada di Barletta per eccellenza

Un ricordo dell'ex sindaco di Bitonto, Nicola Pice

Ricorreva qualche giorno fa - precisamente il 1° agosto scorso - il quarantesimo anniversario della morte di Michele Genovese, attore, artista di strada e mimo, ricordato per la sua interpretazione di Piripicchio.

A fornire un ritratto del comico barlettano è il presidente del Comitato Feste Patronali, nonché direttore del Museo Archeologico De Palo ed ex sindaco di Bitonto, Nicola Pice.

«Ricordare a quarant'anni dalla sua morte Michele Genovese, in arte Piripicchio, nato a Barletta e morto a Bitonto – scrive Pice - significa fare memoria di un'umile figura di un artista di strada che, mentre la nuova Italia repubblicana si andava faticosamente costruendo, in un periodo di vita sociale in cui le occasioni di distrazione erano rare, girava per le nostre città e i nostri paesi regalando ad un pubblico di ogni età la sua malinconica allegria: un uomo in frac, non di nobile ascendenza, ma di estrazione popolare, che con una bombetta per cappello, un bambù per bastone, con quattro stornelli macchiette barzellette mosse, aiutava ad esorcizzare le paure residuate dalla guerra e quelle recate da un futuro piuttosto incerto. In quella figura, in quel modo di sfidare le ombre della storia, in quell'ingenuo charlottismo molti di noi si sono a suo tempo immedesimati».

«Lo ricordo mattiniero allo sbocco di via Maggiore – prosegue il racconto dell'ex sindaco - ad osservare il lungo codazzo di giovani studenti che si portavano alle scuole di Santa Teresa, indifferenti al suo sguardo che cercava un po' di comprensione e di considerazione. Il suo silenzio assordante in mezzo al vociare confuso, allegro e spensierato dei liceali, un'attenzione negata per un artista di strada che avrebbe meritato maggiore fortuna da parte di una società troppo rumorosa e aggressiva, troppo noncurante della semplicità e della umiltà di una maschera comica, povera di fortuna, ma ricca di umanità, perché né rozza né stracciona. Ed oggi, mentre lo rivedo statuina di creta tra i miei libri, mi pare di riascoltare il suo festoso pàra zipùm zipùm zipèra pàra zipùm zipùm zipà...».

Si ringrazia la redazione di BitontoViva per la collaborazione.
  • Piripicchio
Altri contenuti a tema
«Riprendiamoci Piripicchio, non facciamocelo rubare da Bari» «Riprendiamoci Piripicchio, non facciamocelo rubare da Bari» Un barlettano verace sprona tutti a ricordare l'artista barlettano
Le pellicole del regista Daniele Cascella Le pellicole del regista Daniele Cascella Serata di nicchia con il culto della pellicola d’autore
"Piripicchio, l’ultima mossa" in web streaming su Barlettalife "Piripicchio, l’ultima mossa" in web streaming su Barlettalife Oggi alle 21.30 e alle 23.30
Gino Rutigliano, la scultura e Piripicchio Gino Rutigliano, la scultura e Piripicchio Lo scultore barlettano ha reinterpretato il guitto barlettano
Ultima mossa! Piripicchio raccontato per dipinti Ultima mossa! Piripicchio raccontato per dipinti Mostra al teatro Curci di Barletta
'Piripicchio, l'ultima mossa': dal 9 novembre al cinema 'Piripicchio, l'ultima mossa': dal 9 novembre al cinema Il film dedicato al grande attore di strada barlettano Michele Genovese
Scatti d'autore al Cineporto per Piripicchio Scatti d'autore al Cineporto per Piripicchio Mostra fotografica del film dedicato all'artista barlettano
Il grande Piripicchio, pubblicato il trailer del film Il grande Piripicchio, pubblicato il trailer del film Anche su Facebook i commenti degli utenti
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.