Presepe artigianale di Michele Paparella
Presepe artigianale di Michele Paparella
La città

Il presepe artigianale di Michele Paparella con personaggi realizzati dalle Barbie

L’uomo, un pompiere in pensione, ha anche omaggiato medici e infermieri

San Giuseppe c'è, la Madonna anche: non manca proprio nulla nella Natività made in Barletta. Ciò che rende speciale il presepe di Michele Paparella, ex Vigile del Fuoco di 81 anni, è la sua realizzazione a mano. Oltre alla scenografia di impatto e alla suddivisione sui tre piani, il signor Michele è l'artefice di tutto ciò che è in movimento: nessuno dei personaggi, infatti, è stato acquistato, ma sistemato e adattato dalla genialità dell'ex pompiere.

"Tutto ciò che si muove – ha dichiarato – è realizzato da me. Dopo aver comperato i personaggi tipici del presepe, li ho smontati e tagliati per poterli vedere in azione. Ho preso delle vecchie Barbie di mia nipote, ho tolto loro le teste e le ho sostituite con quelle caratteristiche". La vera difficoltà, tuttavia, è nel renderli vivi e in funzione.

Ma il signor Michele minimizza e spiega: "Basta avere un motorino e il gioco è fatto. Le mani e i piedi delle Barbie mi hanno permesso di mettere in movimento la Madonna, il fornaio, il fabbro, la lavandaia, i due amici che brindano, la signora che impasta e il taglialegna. Le braccia delle bambole, essendo più leggere, si sposano alla perfezione per questo utilizzo".

Tra Barbie riciclate e genialità dell'artista

Ad essere riciclate non sono state solamente le Barbie ma anche dai giocatori del calcio balilla, per l'occasione pittati e trasformati. L'ingegno del signor Michele, tuttavia, non termina qui: dalla vaschetta della margarina ha realizzato le fontane, da una molla ha permesso al bue e l'asinello il movimento della testa e dal cono dei cotoni utilizzati nelle maglierie è stato realizzato un mulino.

Amante del fai fa te, il signor Paparella, anno dopo anno, ha creato nuovi personaggi da inserire all'interno del suo presepe, che nel 2019 ha raggiunto l'apice della sua realizzazione, arrivando a comprendere anche un trabucco in funzione. "Quest'anno – ha concluso – dato il momento particolare che stiamo vivendo ho preferito ridimensionare il mio presepe artigianale, riducendo il tutto a un piccolo angolo e non a un vero e proprio paesaggio in miniatura".

Nessuna invenzione dunque per il 2020? Certo che sì: la creatività e la genialità dell'81enne hanno portato alla luce un ringraziamento per medici e infermieri da parte di Babbo Natale con tanto di mascherina. In movimento, s'intende.
  • Santo Natale
  • Presepe
Altri contenuti a tema
Celebriamo la vita, auguri dalla redazione di BarlettaViva Celebriamo la vita, auguri dalla redazione di BarlettaViva I più cari auguri di un Natale sereno a tutti i nostri lettori
2 Feste di Natale in zona rossa anche per Barletta. Cosa si può fare e cosa no Feste di Natale in zona rossa anche per Barletta. Cosa si può fare e cosa no Le regole per evitare sanzioni e passare i giorni di festa in maniera consapevole tra decreti e certificazioni
Il sindaco di Barletta agli operatori sanitari: «A nome della città, grazie di cuore» Il sindaco di Barletta agli operatori sanitari: «A nome della città, grazie di cuore» «Grazie per quello che avete fatto e che farete. Ora ci aspetta una nuova e decisiva sfida, quella della vaccinazione»
Gli auguri di Natale del sindaco di Barletta: «Arriverà il tempo per recuperare feste» Gli auguri di Natale del sindaco di Barletta: «Arriverà il tempo per recuperare feste» Il messaggio del primo cittadino Cosimo Cannito
Storia e mistero dei re Magi, narrata a Marco Polo Storia e mistero dei re Magi, narrata a Marco Polo A cura di Nicola Palmitessa, Centro studi: La Cittadella Innova
Stelle di Natale. Il premiato chef Felice Sgarra e le sue prelibatezze per le nostre tavole in festa Stelle di Natale. Il premiato chef Felice Sgarra e le sue prelibatezze per le nostre tavole in festa Natale insolito da addolcire col gusto della tradizione
Natale 2020, il messaggio dell'arcivescovo D'Ascenzo Natale 2020, il messaggio dell'arcivescovo D'Ascenzo «Invoco su tutti noi la benedizione del Signore Gesù perché ci doni speranza, gioia, forza per rialzarsi nella caduta»
Biscotti e calore per chi più ne ha bisogno Biscotti e calore per chi più ne ha bisogno Una speciale consegna di dolci alla parrocchia di Santa Lucia
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.