Rame cavi
Rame cavi
Cronaca

Nell'ex cartiera di Barletta una miniera di rame, arrestati tre pregiudicati dai Carabinieri

Continuano i furti di cavi elettrici e tubi. Perchè nello stabilimento esistono ancora questi manufatti?

Lo scorso agosto, tre pregiudicati barlettani tentarono di rubare tubi in metallo e cavi elettrici dall'ex cartiera di via Trani. Non andò bene ai tre: una pattuglia dei Carabinieri, di passaggio, si insospettì dalla presenza piuttosto insolito di un motocarro "Ape 50" nascosto tra la vegetazione attorno allo stabilimento. Naturale la scelta dei militari di effettuare un sopralluogo nella struttura. Lo stabilimento infatti, era da tempo sottoposto a sequestro e dunque inattivo e non avrebbe avuto altro senso se non effrattivo la presenza di persone all'interno della cartiera. Intuizione premiata.

All'interno di uno dei capannoni i tre erano all'opera nello smontare ed accantonare tubi metallici e matasse di fili elettrici in rame [perché all'interno erano ancora presenti questo genere di manufatti? Sapendo quanto siano appetibili ai ladri perché mantenerli? ndr]. Subito i pregiudicati hanno tentato di allontanarsi frettolosamente abbandonando sul posto gli strumenti di lavoro, ma non sono riusciti a sfuggire ai Carabinieri.

Identificati e denunciati, Michele Curci, 39enne, suo fratello Christian, di 25 e Angelo Domenico Dibenedetto, 45enne, nella giornata di ieri, sono stati raggiunti da una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Trani, dott.ssa Maria Grazia Caserta, su richiesta del Pubblico Ministero della locale Procura della Repubblica – dott. Marco D'Agostino - che concordava in pieno con le risultanze investigative.
  • Carabinieri
  • Arresto
  • Furto
  • Indagini
Altri contenuti a tema
1 Evasi dal carcere di Trani, preso alla periferia di Barletta uno dei due fuggitivi Evasi dal carcere di Trani, preso alla periferia di Barletta uno dei due fuggitivi Proseguono le ricerche da parte delle forze dell'ordine
Finto “maresciallo dei carabinieri”, ancora truffe per raggirare gli anziani Finto “maresciallo dei carabinieri”, ancora truffe per raggirare gli anziani I consigli dei Carabinieri del comando provinciale Bat per evitare di essere truffati dai malintenzionati
A Barletta diversi controlli dei Carabinieri del Comando provinciale BAT A Barletta diversi controlli dei Carabinieri del Comando provinciale BAT Servizi mirati per garantire la sicurezza stradale da parte dei militari dell’Arma
Carabinieri, intensificati i controlli del territorio dal Comando Provinciale Bat Carabinieri, intensificati i controlli del territorio dal Comando Provinciale Bat Un servizio a largo raggio con controlli a tappeto e perquisizioni per ricerca di armi e stupefacenti
Il Generale Del Monaco in visita alla compagnia Carabinieri di Barletta Il Generale Del Monaco in visita alla compagnia Carabinieri di Barletta Ad attenderlo nella caserma di via Pappalettere tutti i Comandanti delle Stazioni dipendente ed i militari in servizio a Barletta
Aggressione a due carabinieri a Bari, denunciata anche una barlettana Aggressione a due carabinieri a Bari, denunciata anche una barlettana La 43enne avrebbe aiutato i due aggressori nel tentativo di permettere loro la fuga
Truffa un'anziana a Barletta: arrestato 36enne Truffa un'anziana a Barletta: arrestato 36enne Si era finto il nipote della donna chiedendole un'ingente somma di denaro: tempestivo l'intervento dei Carabinieri
Pattugliamento dei Carabinieri in alta uniforme tra le strade di Barletta Pattugliamento dei Carabinieri in alta uniforme tra le strade di Barletta Un modo per rafforzare i controlli e avvicinare cittadini e bimbi incuriositi
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.