Retro Cattedrale
Retro Cattedrale
Politica

Maggiore pulizia nel centro storico, le proposte di Gennaro Calabrese

«Sarebbe molto utile la presenza dei cestini portarifiuti». Una riflessione a firma del consigliere comunale

Fulcro nevralgico dal punto di vista geografico ed economico della nostra città, il centro storico di Barletta si contraddistingue da un lato per l'ingente flusso di persone che riesce ad attirare all'interno del suo bacino ogni sera, in particolare nel periodo estivo, e dall'altra parte per alcune sue carenze, quali la necessità di una maggiore pulizia e di un maggiore controllo degli strumenti per la raccolta dei rifiuti. Su queste tematiche si è soffermato nella sua riflessione il consigliere comunale Gennaro Calabrese, nelle proposte operative in materia ambientale portate all'attenzione del Comune, come precisato nelle righe finali della sua nota:

«Il centro storico di Barletta si è rivelato ormai da tempo uno dei principali poli attrattivi della città: via Nazareth, via Cialdini, via Duomo, via Fieramosca, piazza Castello e dintorni sono caratterizzate da una grande concentrazione, soprattutto nelle ore serali, di cittadini barlettani a passeggio o di altri provenienti dalle zone limitrofe, per non parlare del grande afflusso di turisti che interessa Barletta in questi ultimi anni.

Proprio per questa grande concentrazione di gente che affolla una delle zone più suggestive della Città della Disfida e la quantità di esercizi commerciali che hanno fatto decollare la movida barlettana, è interessante interrogarsi sulle modalità da adottare per il mantenimento del centro storico, soprattutto dal punto di vista ambientale.

In particolare, al fine del rispetto dell'ambiente sarebbe molto utile la presenza dei cestini portarifiuti la cui struttura elaborata si integra perfettamente col contesto storico, accompagnata dalla presenza dello stesso operatore ecologico, soprattutto nelle ore serali. Molto urgente è invece l'azione di pulizia e di sbiancamento del basolato, oltre a una corretta pulizia dei cassonetti da effettuare più volte durante la giornata. In ultima analisi, sarebbe efficace l'azione di prelevamento dei rifiuti prodotti dalle attività commerciali della zona da parte degli stessi operatori ecologici attraverso gli appositi cassoni per la raccolta differenziata.

La proposta è stata depositata al Comune di Barletta è sottoposta all'attenzione del Sindaco, dell'Assessore all'ambiente e il Dirigente preposto
».

  • Centro storico
  • Palazzo di città
  • Lettera aperta
  • Emergenza rifiuti
Altri contenuti a tema
Il comune di Barletta partecipa all’avviso pubblico “DesTEENazione" Il comune di Barletta partecipa all’avviso pubblico “DesTEENazione" La nota di palazzo di città
Reddito di dignità, la graduatoria provvisoria Reddito di dignità, la graduatoria provvisoria La nota dell'amministrazione comunale
Chiuso per ferie il punto di facilitazione digitale di piazza Moro Chiuso per ferie il punto di facilitazione digitale di piazza Moro La nota dell'amministrazione comunale
Buono servizio minori 2024-2025, c'è il bando Buono servizio minori 2024-2025, c'è il bando La nota di palazzo di città
"Liberi di scegliere", un contest sulla promozione della legalità "Liberi di scegliere", un contest sulla promozione della legalità Iniziativa rivolta alle scuole secondarie di secondo grado di Barletta
11 Litoranea di Barletta: festeggiano "vista mare" lasciando lì i rifiuti Litoranea di Barletta: festeggiano "vista mare" lasciando lì i rifiuti Una scena di inciviltà che danneggia l'immagine del nostro lungomare
Rifiuti, Commissione parlamentare ecomafie in missione anche a Barletta Rifiuti, Commissione parlamentare ecomafie in missione anche a Barletta Il presidente Morrione: «Indispensabile una verifica dei danni»
Assegno di inclusione, le precisazioni del settore welfare Assegno di inclusione, le precisazioni del settore welfare La nota dell'amministrazione comunale
© 2001-2024 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.