Cimitero
Cimitero
La città

A Barletta cimitero quasi saturo: iniziano le esumazioni, ma mancano gli ossari

L'assessore Passero: «Sarà installato un container per la conservazione dei resti mortali»

Un milione e mezzo di euro per realizzare 1.160 nuovi loculi nel cimitero di Barletta. L'amministrazione risponde così all'emergenza epidemiologica che ha condotto a chiudere il cimitero all'accesso pubblico, ordinando l'immediata tumulazione delle salme. I lavori, ha detto ieri l'assessore Ruggiero Passero, nel corso della seduta del Consiglio comunale, potrebbero essere affidati già a fine anno. Questo, perlomeno, l'auspicio.

Stando a quanto riferito dal sindaco Cannito, nei primi 20 giorni di novembre il numero di decessi in città sarebbe raddoppiato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo, a causa del diffondersi del contagio da Covid-19.

Intanto, nuovi spazi per la sepoltura saranno ricavati attraverso le procedure di esumazione già in corso. Attualmente sono 61 i loculi disponibili nell'area nord-ovest del cimitero di Barletta. Cinquanta, invece, le fosse ricavate da procedure di esumazione di deceduti nell'anno 2010 che saranno completate nei prossimi giorni, ha aggiunto Passero. Ulteriori fosse, inoltre, saranno ricavate dall'esumazione dei morti dei primi mesi del 2011. «Si tratta di una procedura in deroga ai regolamenti cimiteriali – ha detto l'assessore – ma necessaria in questo momento».

Mancano però gli ossari. «Si è convenuto – ha spiegato Passero – di installare un container in cui saranno conservati i resti mortali in attesa che siano realizzati gli ossari». Si tratta, tuttavia, di un problema preesistente al Covid-19, contesta la consigliera pentastellata Maria Angela Carone: «Stiamo parlando dei resti dei nostri cari e ci state dicendo che dobbiamo metterli in un container perché in due anni e mezzo l'amministrazione non è riuscita a realizzare gli ossari». L'invito è ad ammettere l'errore: «Addebitare al Coronavirus una situazione preesistente lo trovo poco onesto», ha concluso la Carone.

In allegato la delibera di Giunta del 25 novembre con cui è stato approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica dei lavori di realizzazione di 1.160 nicchie funerarie nella zona nord-ovest del cimitero.
  • Cimitero
  • Coronavirus
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza che ha cambiato il mondo

2076 contenuti
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, oltre 8600 decessi dall'inizio dell'emergenza Covid in Puglia, oltre 8600 decessi dall'inizio dell'emergenza Prosegue l'aumento degli attualmente positivi e dei ricoverati
Covid in Puglia, boom di ricoverati nelle ultime ore Covid in Puglia, boom di ricoverati nelle ultime ore Attualmente positivi sempre in aumento
Vaccini: il 90% della popolazione over 5 anni ha ricevuto la prima dose Vaccini: il 90% della popolazione over 5 anni ha ricevuto la prima dose Il 64 per cento della popolazione ha ricevuto anche la terza dose
Covid in Puglia, nuova impennata di casi: quasi 30 mila attualmente positivi Covid in Puglia, nuova impennata di casi: quasi 30 mila attualmente positivi Il numero dei ricoverati scende leggermente ma si registrano 11 decessi nelle ultime ore
Covid in Puglia, sensibile aumento dei ricoverati Covid in Puglia, sensibile aumento dei ricoverati Gli attualmente positivi continuano a salire PUGLIA - MERCOLEDÌ 22 GIUGNO 2022
Covid in Puglia, quasi 4 mila casi positivi nelle ultime ore Covid in Puglia, quasi 4 mila casi positivi nelle ultime ore Leggero aumento dei ricoverati
Covid, quasi il 25% di positività ai test in Puglia Covid, quasi il 25% di positività ai test in Puglia Superata nuovamente la quota di 2500 attualmente contagiati nelle ultime ore
Covid in Puglia, sale la curva dei contagi Covid in Puglia, sale la curva dei contagi Attualmente positivi vicini nuovamente a superare quota 25 mila
© 2001-2022 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.