Interviste ANGLAT
Interviste ANGLAT
Cronaca

ANGLAT di Barletta, il fondatore si oppone al trasferimento e inizia lo sciopero della fame

Dopo anni di sforzi per garantire alla sua associazione un mare accessibile, oggi Ruggiero Lauroia non trova più un fine per la sua vita

Come annunciato nei giorni precedenti, a seguito della redazione del Piano di Emergenza Esterna per stabilimenti a rischio all'interno del porto di Barletta, la sede di ANGLAT Barletta è tenuta a trasferirsi in altro luogo, nonostante le proteste dei soci e di chi ne ha condiviso la causa, sulla scorta di una storia che va avanti dal 2005.
Ruggiero Lauroia, fondatore di ANGLAT e della Polisportiva Sportinsieme Sud di Barletta, ha comunicato che si opporrà ancora mettendo in campo ogni protesta che sarà nella sua forza attuare, come chiudersi all'interno della struttura ed iniziare uno sciopero della fame.

Dopo anni di impegno e sacrificio a sostegno di una causa sociale che lo ha visto protagonista attivo, questa risulta essere una sconfitta. Inutili gli sforzi economici per la costruzione del pontile d'accesso al mare adiacente alla sede, realizzato anche grazie al sostegno del Rotary Club Barletta. Un costo, quello sostenuto, che ancora oggi grava sulla pensione di Ruggiero.

«Se la mia porta di accesso al mare si richiude, la mia vita non avrà più valore. Anni di sacrifici miei e di chi mi è stato vicino verranno persi e torneremo rinchiusi dietro a una finestra leggendo la Costituzione Italiana». Queste le parole usate dal fondatore, nella lettera inviata al Presidente della Repubblica.

L'auspicio è che una finestra ed un pontile vengano perlomeno garantiti ad una Associazione ed alle persone che di questo hanno fatto la causa della propria vita.
  • Porto
Altri contenuti a tema
7 Porto di Barletta, i lavori inizieranno entro il 2022 Porto di Barletta, i lavori inizieranno entro il 2022 L'incontro tra il senatore Dario Damiani e il presidente dell'Autorità di Sistema portuale
99 Venti milioni per il porto di Barletta: «Un risultato straordinario» Venti milioni per il porto di Barletta: «Un risultato straordinario» La nota dei referenti di Forza Italia
1 «Non è solo il porto di Barletta, ma il riferimento di un intero territorio» «Non è solo il porto di Barletta, ma il riferimento di un intero territorio» Il senatore Dario Damiani commenta l'arrivo di 20 milioni di euro dal Ministero
«Un investimento fondamentale per i porti, i traffici commerciali e l'economia del territorio» «Un investimento fondamentale per i porti, i traffici commerciali e l'economia del territorio» Le dichiarazioni della Sen.ce Assuntela Messina
1 In arrivo il finanziamento per il porto di Barletta In arrivo il finanziamento per il porto di Barletta La nota del senatore Dario Damiani
«Il porto di Barletta necessita di una riqualificazione efficiente» «Il porto di Barletta necessita di una riqualificazione efficiente» La nota del senatore Dario Damiani
Dragaggio del porto di Barletta: verso il bando di gara Dragaggio del porto di Barletta: verso il bando di gara La dichiarazione del presidente del gruppo PD Filippo Caracciolo
Porto di Barletta, incompatibile la presenza dell’ANGLAT «per ragioni di sicurezza» Porto di Barletta, incompatibile la presenza dell’ANGLAT «per ragioni di sicurezza» L'Autorità del sistema portuale spiega le ragioni di incompatibilità della sede dell'associazione
© 2001-2021 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.