Scuola
Scuola

Carenza di aule al "Garrone", «le istituzioni dove sono?»

Doppi turni per gli alunni e tanti disagi per le famiglie

Elezioni Regionali 2020
«Sono un genitore di un alunno dell' I.I.S.S. Garrone di Barletta, da alcuni anni l'Istituto combatte contro le Istituzioni "inermi" per reperire le aule necessarie ad accogliere i propri studenti. L'anno passato queste aule sono state reperite presso il Fermi-Nervi-Cassandro, questo anno la Provincia che ha la delega in materia scolastica e proprietaria degli immobili, ha prima prospettato di assegnare uno dei tre plessi del Polivalente al Garrone, in quanto ha verificato che il Fermi-Nervi-Cassandro può liberarlo in relazione agli alunni che accoglie, poi ha bloccato ogni iniziativa lanciando la palla ai due Dirigenti Scolastici, che dovrebbero a loro dire concordare il come ed il quando concedere tali aule.

Il fatto è che da lunedì gli alunni del Garrone effettuano i doppi turni dalle ore 8,00/11,20 e dalle 11,40 alle 15,00 per un totale di 4 ore a turno con grave disagio per le famiglie, preciso inoltre che presso l'Istituto Garrone frequentano circa 100 alunni diversamente abili. Lascio immaginare cosa significhi questo per l'organizzazione di doppi turni che tra qualche giorno diverranno pomeridiani per poter effettuare l'orario completo 5/6 ore, essendoci la presenza di alunni che usufruiscono del trasporto con mezzi speciali a carico del Comune e della Provincia. E' mai possibile che nessun media si stia interessando della questione? Ve ne interesserete solo quando eventualmente i ragazzi inizieranno a scioperare perdendo giorni di lezione? Saluto».

[Michele]
  • Disagio giovanile
  • Scuola
  • I.I.S.S. "N. Garrone"
Altri contenuti a tema
Ritorno a scuola: Comuni e Province si confrontano con i dirigenti Ritorno a scuola: Comuni e Province si confrontano con i dirigenti In Puglia la scuola riaprirà il 24 settembre, dopo le elezioni regionali
Scuola, in Puglia riprende il 24 settembre: ecco il calendario Scuola, in Puglia riprende il 24 settembre: ecco il calendario Si comincia il 24 settembre e si finisce l'11 giugno, tutti i ponti e le festività. Le scuole possono modificarlo in base alle loro esigenze
Scuola, in Puglia al via il 24 settembre: «Ma servono certezze» Scuola, in Puglia al via il 24 settembre: «Ma servono certezze» «Servono certezze e risorse per evitare enormi disagi nel prossimo anno scolastico»
Rientro a scuola il 14 settembre, Azzolina: «Addio classi pollaio» Rientro a scuola il 14 settembre, Azzolina: «Addio classi pollaio» Il presidente Conte: «Obiettivo contrastare povertà educativa e dispersione scolastica». Azzolina: «Dall'1 luglio tour negli istituti di tutta Italia»
Didattica a distanza e voglia di tornare tra i banchi di scuola Didattica a distanza e voglia di tornare tra i banchi di scuola Il prof Danilo Marano: «La condivisione in presenza è irrinunciabile per la crescita dei ragazzi»
Didattica a distanza, cosa ne pensano gli studenti? Didattica a distanza, cosa ne pensano gli studenti? Presentata inchiesta della Flc Cgil. Ad oggi nessuna certezza sulla ripresa a settembre
1 Finanziamenti per le scuole, 100mila euro per il “Garrone” di Barletta Finanziamenti per le scuole, 100mila euro per il “Garrone” di Barletta La dichiarazione del presidente della provincia Bat Lodispoto
Fine anno scolastico, i saluti del sindaco di Barletta ai ragazzi Fine anno scolastico, i saluti del sindaco di Barletta ai ragazzi «Ricominciare non sarà facile, ma ce la faremo perché la scuola è importante per tutti»
© 2001-2020 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.