Jassim
Jassim
Ultra-Suoni

Jassim, il "Purple Boy" della trap barlettana

La storia del promettente artista, dal writing all'hip-hop

Dopo la piacevole parentesi dedicata al metal, si torna a parlare di rap ancora una volta nella sua variante trap caratterizzata da una particolare sfumatura di viola, colore prediletto da Jassim, artista molto promettente della scena barlettana, proveniente dagli ambienti del writing in cui si firmava "Save" e "Zero". Già ampiamente conosciuto tra i più giovani – diverse le richieste affinché gli si dedicasse un numero di "Ultra-Suoni" - racconta attraverso testi originali su beat che nulla hanno da invidiare a quelli di personalità già affermate, la realtà che lo circonda quotidianamente, facendo ricorso a punchlines e metriche che a suo dire «Servono per "mandare a casa" i nemici, immaginari e non».

Perché il tuo nome d'arte coincide con il tuo nome anagrafico?
«Ho provato a darmi un nome d'arte ma nessuno mi rispecchiava in pieno e ho quindi deciso di essere me stesso, senza maschere».

Perché hai scelto il rap e la trap per esprimerti artisticamente?
«Credo sia il modo più semplice per avvicinarsi al concetto che si vuole esprimere. Negli altri generi, di solito bisogna comporre una band e diventa dunque un'attività molto dispendiosa. Inoltre sin da piccolo, sono stato attratto dalla cultura hip-hop e underground, con qualche accenno di break dance».

Quali artisti hanno influenzato il tuo percorso musicale?
«Ho scoperto il rap nel 2010, mentre in radio mandavano "Applausi per Fibra", quindi Fabri Fibra è stato il primo rapper che mi abbia fatto avvicinare al genere ma della scena italiana, non posso non citare Salmo e Sfera Ebbasta che sono punti di riferimento per tutti noi. Sono comunque più vicino al rap americano, grazie a nomi come XXX Tentacion, Ski Mask, Lil Uzi Vert, i Migos e Famous Dex. Ho anche scoperto da poco la scena francese che mi sta appassionando parecchio».

Durante la piacevole conversazione con il tanto cristallino quanto eclettico talento nostrano, è emersa l'importanza che la "South Station" - con cui è entrato in contatto a soli 16 anni – avrebbe avuto nella sua esperienza artistica poiché, a suo dire «Se non fosse stato per la crew, non avrei proseguito col rap». Crew che ha ringraziato a modo suo: «La mia maturità come artista è arrivata proprio grazie ad alcuni componenti della "South", principalmente Dario "Phantom", Klone per il freestyle e Voggiez per i testi».

Tra tutti i tuoi brani ed i tuoi video quali hai più a cuore?
«Sicuramente "Outburst" - sfogo - in cui parlo dei problemi con mio padre e del mio personale concetto di bellezza immesso nella società. Lo ritengo un pezzo molto conscious e serio che vorrei registrare e pubblicare a breve. Parlando di videoclip, penso che "Okay" in featuring con Voggiez, mi rappresenti al meglio per gli effetti visivi confusi, la schiettezza e la violenza del testo».

Quanto conta per te la dimensione "live"?
«Sono dell'idea che solo un ottimo lavoro in studio possa garantire un live all'altezza delle aspettative. Il live è fondamentale e la missione principale di un artista è far divertire il pubblico presente».

Qual è per te il livello attuale della scena musicale barlettana?
«Se si considerano la "South Station" e la "Relax CiCi Gang" si può affermare con certezza che la scena rap sia molto buona. Senza la "South e la "Relax" - che da poco si sono unite in "South CiCi Gang" - non credo che la scena sia degna di nota, soprattutto nel modo di scrivere e di relazionarsi tra artisti.

La schiettezza sembrerebbe essere l'arma principale di Jassim, sia nella creazione di un pezzo sia nella vita privata, persino sulla sua città natale che reputa un "Inferno" ma di cui allo stesso tempo ha sottolineato di essere un fiero cittadino. Il discorso artistico si è poi allargato su scala provinciale, con il "Purple boy" che ha specificato: «Nella provincia, nessuno ti aiuta ed anzi se trovi una "scala" su cui salire e superare gli altri, c'è chi tenta in ogni modo di "toglierti i pioli" utili per la tua arrampicata».

Quali progetti hai in cantiere per l'immediato futuro?
«Avrei intenzione di registrare un pezzo con Joseph – di cui ho già la base musicale e teorica – ed un altro con Lillo Brass, entrambi della "Relax CiCi Gang". A breve pubblicherò un freestyle da solista sul mio canale YouTube personale col video girato dalla "8mm" e poi il mio lavoro più importante, l'EP "Purple Boy Freestyle Set". Il termine set non è casuale, l'ho scelto perché non mi piace schematizzare ciò che produco e quella parola mi sembrava la più appropriata. Si tratta di un "insieme" di sette tracce – forse ne aggiungerò altre in corso d'opera – tra cui ci sarà anche un featuring con Voggiez che, rassicuro i miei fan, spaccherà parecchio. Infine il tanto atteso "South Station Mixtape Vol. III"».

Non è difficile comprendere quanta passione per la musica ci sia dietro i racconti di questo ragazzo che ha dalla sua parte la giovane età ed il talento più puro, uniti a creare una "bomba ad orologeria" in attesa solo del momento opportuno per esplodere definitivamente. Idee molto chiare, anche sui modernissimi ed utilizzatissimi social, di cui ha detto: «Sono fondamentali per un artista, esattamente come una "vetrina". Se tra queste vetrine, la propria è allestita in maniera tale da avere più appeal rispetto alle altre, la gente si incuriosisce e ci si sofferma». Alla domanda riguardante il suo futuro, ha dato parola alle sue speranze di trovarsi, tra qualche anno, proiettato verso il successo senza dimenticare da dove sia partito né quale possa essere la meta finale.

Chiunque volesse sostenere quest'artista molto promettente o fosse solo curioso di ascoltare uno dei suoi pezzi, Jassim possiede una pagina Instagram, un canale YouTube personale ed un altro gestito con la crew al seguente indirizzo.
Social Video2 minutiJassim ft. Voggiez - Okay
  • Musica
  • Ultra-Suoni
Altri contenuti a tema
1 Barletta pronta per il Jova Beach Party: tutti i divieti previsti Barletta pronta per il Jova Beach Party: tutti i divieti previsti Fervono i preparativi in città e sul tratto di spiaggia che ospiterà l'evento
Jova Beach Party, la tappa di Barletta è sold out Jova Beach Party, la tappa di Barletta è sold out Niente scaletta, rispetto per l'ambiente e una app per muoversi nel villaggio musicale
10 anni di carriera per Il Volo, in concerto a Barletta 10 anni di carriera per Il Volo, in concerto a Barletta Si esibiranno nel fossato del castello il prossimo 27 luglio
Jova Beach Party a Barletta, l'attesa sta per terminare Jova Beach Party a Barletta, l'attesa sta per terminare Oggi la prima tappa del tour estivo di Jovanotti a Lignano Sabbiadoro
Mésa in concerto al Barbayanne: giovane promessa del cantautorato italiano Mésa in concerto al Barbayanne: giovane promessa del cantautorato italiano Sarà protagonista della “Domenica Italiana” tra karaoke, dj set e musica anni ‘90
Non solo Jovanotti, a Barletta anche Boomdabash e Sud Sound System Non solo Jovanotti, a Barletta anche Boomdabash e Sud Sound System Il 20 luglio attese numerose star musicali al Jova Beach Party: ecco gli artisti che saliranno sul palco
MACS3, gran successo per la prima edizione di Musica, Arte, Cultura e Sport al Castello MACS3, gran successo per la prima edizione di Musica, Arte, Cultura e Sport al Castello Il sindaco Cannito: «Esperimento riuscito, dovrà diventare appuntamento fisso»
1 Associazione Promoter e Dj, presentati gli eventi per l'estate barlettana Associazione Promoter e Dj, presentati gli eventi per l'estate barlettana Attesi Daddy Yankee e Ilario Alicante, con l'obiettivo di animare la movida
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.