Cantiere
Cantiere
Cronaca

Operazione "Off-Shore", rinviati a giudizio imprenditore edile e commercialista barlettano

Accusati rispettivamente di trasferimento fraudolento di valori e concorso in riciclaggio

L'imprenditore edile barlettano Antonio Chiarazzo, 66 anni, è stato rinviato a giudizio dal giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Trani Lorenzo Gadaleta con l'accusa di trasferimento fraudolento di valori previsto dalla legge n. 356/1992. Con lui il gup ha rinviato a giudizio il suo commercialista-consulente di fiducia Raffaele Palmieri, 54 anni, anch'egli barlettano, ed il "faccendiere" milanese residente a Londra Marco Acquistapace, accusati di concorso in riciclaggio.

Il processo inizierà davanti al tribunale collegiale di Trani il prossimo 19 novembre. Il 3 febbraio Chiarazzo è stato condannato in primo grado dal Tribunale di Trani a 3 anni di reclusione per l'inchiesta "Paradisi Perduti" che ricostruì l'invalso meccanismo di diversi imprenditori edili che per evadere ingenti somme nei rogiti notarili indicavano un prezzo di compravendita inferiore: la differenza rispetto al reale costo sarebbe stata pretesa a nero, e dunque in contanti, dagli acquirenti.

Secondo quanto ricostruì la seconda indagine a carico di Chiarazzo (originata dalla prima ma basata su differenti contestazioni) somme che l'imprenditore avrebbe sottratto ad imposizione fiscale nelle intenzioni sarebbero dovute servire per acquistare una lussuosa barca. Al fine di evitare facili accertamenti, la barca sarebbe dovuta figurare di proprietà di una società inglese. Per la Guardia di Finanza di Barletta ed il pubblico ministero Michele Ruggiero (lo stesso pm di Paradisi Perduti) nel 2007 Chiarazzo aveva acquistato da un cantiere navale italiano un panfilo "Nadara 78", lungo oltre 23 metri, al prezzo di 2 milioni 300 mila euro di cui 1 milione 300 mila sarebbe dovuto essere corrisposto in contanti ed il restante milione mediante permuta di un'imbarcazione già di sua proprietà. Ma la compravendita non venne perfezionata. Infatti, prima di procedere al pagamento dell'importo in denaro, Chiarazzo cedette il contratto d'acquisto dello yacht ad una società inglese, Silvertrend LTD, il cui legale rappresentante è il 55enne milanese Marco Acquistapace, residente a Londra ed iscritto all'anagrafe degli italiani residenti all'estero. Gli inquirenti ritennero che si trattava di un atto simulato che aveva come unico scopo quello di occultare al fisco italiano l'effettiva proprietà dell'imbarcazione, di valore incompatibile ed incoerente con le dichiarazioni dei redditi dell'imprenditore edile barlettano.

Il consulente fiscale Palmieri e l'uomo d'affari Acquistapace sono accusati di concoro in riciclaggio perché avrebbe compiuto operazioni "volte a sostituire denaro provento di evasione fiscale di Chiarazzo con un nuovo bene (l'imbarcazione Nadara 78) intestato fittiziamente alla società inglese da lui costituita; ostacolando così l'identificazione della provenienza delittuosa delle somme di denaro impiegate nell'acquisto".
  • Procura della Repubblica
  • Processo
Altri contenuti a tema
1 Morì per il nitrito di sodio al posto del sorbitolo, condannato il medico Morì per il nitrito di sodio al posto del sorbitolo, condannato il medico Pronunciata la sentenza di primo grado per il caso della giovane Teresa Sunna
Piazza Principe Umberto, si ricorre alla Procura della Repubblica Piazza Principe Umberto, si ricorre alla Procura della Repubblica L'esposto, presentato da Grazia Desario, riguarda la recinzione dell'ex Ospedale Civile
Trasferito a Roma il magistrato barlettano Antonio Savasta Trasferito a Roma il magistrato barlettano Antonio Savasta Lo ha richiesto lui stesso dopo il procedimento del Csm
Ipotesi di disastro ambientale, Cascella: «Il comune sarà coerente» Ipotesi di disastro ambientale, Cascella: «Il comune sarà coerente» «Abbiamo tutti il dovere di tutelare salute e vivibilità»
Disastro ambientale a Barletta, richiesta di rinvio a giudizio Disastro ambientale a Barletta, richiesta di rinvio a giudizio Cianci: «Speriamo in provvedimenti che possano rasserenare i barlettani»
Colpi di pistola contro Ventura, otto anni ai due del commando armato Colpi di pistola contro Ventura, otto anni ai due del commando armato Il capogruppo PD barlettano si è costituito parte civile
"Frammenti di storie semplici", il libro scandalo di Roberto Oliveri del Castillo "Frammenti di storie semplici", il libro scandalo di Roberto Oliveri del Castillo «La storia della solitudine di un giudice che nonostante tutto crede ancora nella giustizia»
Ancora sull'edilizia barlettana: assolti Zito e Prascina Ancora sull'edilizia barlettana: assolti Zito e Prascina Il processo era uno stralcio di "Paradisi Perduti"
© 2001-2017 BarlettaViva è un portale gestito da Sviluppo Massivo sas. Partita iva 06237280729. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.