Confisca beni
Confisca beni
Cronaca

Confiscati beni per oltre 4 milioni di euro ad un pregiudicato barlettano

Interviene la Direzione Investigativa Antimafia di Bari

La Direzione Investigativa Antimafia di Bari ha confiscato beni per un valore di oltre 4.700.000 euro al pregiudicato barlettano I. C., di 50 anni, già condannato per reati anche di estrema pericolosità sociale.

L'odierno provvedimento, che ha confermato quello di sequestro operato nel 2015 a seguito di proposta di misura di prevenzione patrimoniale a firma del Direttore della D.I.A., Nunzio Antonio Ferla, è stato emesso dal Tribunale di Trani, Sezione per le Misure di Prevenzione, ed ha interessato l'impresa di famiglia dell'uomo, operante nel campo della produzione di abbigliamento, sette appartamenti, undici locali, un terreno e un lastrico solare, tutti ubicati nel comune di Barletta, quattro autovetture, diciassette rapporti bancari e il contenuto di due cassette di sicurezza, all'interno delle quali sono state rinvenute banconote per un totale di 436.800 euro.

Nello specifico, l'indagine della D.I.A. ha dimostrato come il barlettano, a fronte di un reddito medio dichiarato di 12.800 euro annui, abbia, invece, nel tempo effettuato numerosissimi investimenti, stimati in oltre 1.800.000 euro, pagati anche con assegni circolari, a riscontro dei quali, talvolta, risultavano accesi mutui di importi irrisori rispetto al reale valore di mercato, realizzando, così, un patrimonio sproporzionato rispetto ai redditi percepiti e/o all'attività economica esercitata.
  • Direzione investigativa antimafia
Altri contenuti a tema
Dichiarava 12mila euro ma era milionario: maxi-sequestro a carico di un 48enne barlettano Dichiarava 12mila euro ma era milionario: maxi-sequestro a carico di un 48enne barlettano Oltre 4 milioni di beni non dichiarati, operazione della DIA
Droga, estorsioni con metodo mafioso, tentato omicidio, i risultati di "Babele" Droga, estorsioni con metodo mafioso, tentato omicidio, i risultati di "Babele" Custodia cautelare in carcere anche per tre barlettani
Fiumi di droga Dalla Colombia alla Bat fino a Barletta a piazza Plebiscito Fiumi di droga Dalla Colombia alla Bat fino a Barletta a piazza Plebiscito Maxi operazione dei Carabinieri, a capo un 58enne di Andria
"La Trattativa": i nostri governanti sono più politici o mafiosi? "La Trattativa": i nostri governanti sono più politici o mafiosi? La scientia querendi di Sabina Guzzanti
Sequestrano un 37enne e minacciano di darlo in pasto ai maiali: in manette 7 trafficanti tra Bari e Torino Sequestrano un 37enne e minacciano di darlo in pasto ai maiali: in manette 7 trafficanti tra Bari e Torino Una partita di droga pagata e mai consegnata; la vittima tratta in salvo due volte dai Carabinieri
Procedimento "Castel del Monte", ecco le pene richieste per 3 barlettani Procedimento "Castel del Monte", ecco le pene richieste per 3 barlettani Ricostruito il vorticoso malaffare della malavita del nord barese
Antimafia, in arrivo nuovi investigatori nella Bat Antimafia, in arrivo nuovi investigatori nella Bat La notizia arriva dal Procuratore Antonio Laudati
Cocaina on line nella Bat, 10 arresti Cocaina on line nella Bat, 10 arresti Lo spaccio avveniva nella Bat e sul territorio nazionale
© 2001-2019 BarlettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BarlettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.